15
aprile

CANALE 5 SI ARRENDE AL COMMISSARIO MONTALBANO: STASERA IL DIAVOLO VESTE PRADA

Il Diavolo veste Prada

Il commissario Montalbano è pronto a fare il suo ritorno stasera su Rai 1. Da oggi, e per quattro settimane, le avventure del protagonista dei romanzi di Camilleri faranno compagnia ai telespettatori che potranno contare sulla conferma dell’intero cast, fatta eccezione per Livia, fidanzata del commissario, interpretata questa volta da Lina Perned.

Davanti a una pietra miliare delle fiction targate Rai, ci si aspetterebbe una contropartita di tutto rispetto dall’altra parte. Ci si aspetterebbe, appunto. Infatti così non sarà, dal momento che il Biscione risponderà con la messa in onda del classico film americano visto e rivisto in televisione.

Stasera sarà la volta de Il diavolo veste Prada, ottima commedia datata 2006, diretta da David Frankel e interpretata da Meryl Streep e un’acerba Anne Hathaway. Il tutto lascia dunque immaginare una vittoria a man bassa di Luca Zingaretti, sicuramente meritata ma viziata dalla mancanza di una concorrenza all’altezza.

Che il commissario dell’immaginaria cittadina di Vigata sia in grado di vincere la gara degli ascolti contro qualsiasi competitor, è senza dubbio una realtà. Il punto della questione è però la decisione della concorrenza di non prendere parte alla battaglia già in partenza.

Complice la crisi economica, la tattica di non schierare produzioni forti contro lo zoccolo duro delle fiction Rai sembra ormai prassi consolidata e si ripete settimanalmente, la domenica, contro Un medico in famiglia (qui la disfatta di ieri in quanto agli ascolti). Ma sarà concesso un pizzico di rimpianto per quei tempi in cui, grazie a una competizione più viva e non limitata al sabato sera, il telespettatore italiano poteva permettersi l’imbarazzo della scelta davanti alla guida tv.



Articoli che potrebbero interessarti


Juventus-Real Madrid è la serata tv più vista della stagione
Ascolti TV, i più visti della stagione 2016/2017: Juventus, Sanremo e Montalbano senza rivali


Gialappa's Band
BOOM! La Gialappa’s Band al Grande Fratello Vip


Paolo Bonolis
Palinsesti Mediaset, Autunno 2017: tutti i programmi sera per sera


Il Principe 2 - Un Amore Impossibile - Hiba Abouk (Fatima)
Il Principe 2: l’amore impossibile con Canale 5 si conclude in seconda serata

29 Commenti dei lettori »

1. alex ha scritto:

15 aprile 2013 alle 14:21

Io guardero il mitico arrow…anche se amo il diavolo veste prada..
Cmq canale 5 non si capisce…ha tante fiction pronte ma niente



2. emanuele ha scritto:

15 aprile 2013 alle 14:37

io guarderò Montalbano…sono un fan sfegatato!!!…

secondo me saggia decisione quella di canale 5!…stasera Montalbano farò impennare l’auditel!



3. emanuele ha scritto:

15 aprile 2013 alle 14:39

“il diavolo veste prada” potrebbe essere l’unico film che, anche se al 1000esimo passaggio, potrebbe fare 4 mln di tsp!



4. Groove ha scritto:

15 aprile 2013 alle 14:44

Io guarderò il Diavolo Veste Prada,é un film che mi piace tantissimo. Montalbano non l’ho mai visto,non sono amante di quel genere.
Qualcuno sa che ascolti fece il Diavolo Veste Prada la prima volta che fu trasmesso su Canale 5?



5. morescano ha scritto:

15 aprile 2013 alle 15:06

ma chi è quel matto che compra ancora spazi pubblicitari a mediaset?
son proprio alla frutta.
e ci godo…l’hanno voluto loro



6. francesco ha scritto:

15 aprile 2013 alle 15:06

Per la carità… il diavolo veste prada è un bellissimo film! veramente! però dai… canale 5 ultimamente fa proprio schi…. e dai.. manco fossimo in estate! ormai non “combatte più”.. va beh.. senza parole.



7. Davide Maggio ha scritto:

15 aprile 2013 alle 15:09

morescano: non esageriamo però.



8. teoz ha scritto:

15 aprile 2013 alle 15:22

“il diavolo veste prada?” nel 2011 fece il 10% l’anno scorso credo sfiorò l’11…dubito farà miracolo contro il Commissario… al loro posto la butterei sul ridere e farei una serata con “mamma ho perso l’aereo”…



9. laura. ha scritto:

15 aprile 2013 alle 15:41

sinceramente di canale 5 delle repliche che trasmette nn me ne frega nulla tanto il canone a mediaset nn c’e l’anno la cosa e inammissibile in rai che fanno repliche di fiction e sinceramente pagare il canone per queste cose è una vergogna.



10. claudio ha scritto:

15 aprile 2013 alle 15:51

Mediaset, ormai, è alla canna del gas! Hanno riaperto alle pubblicità di Sky… tra poco, la notte, andranno in onda le televendite delle miracolose cere depilatorie da ordinare agli “899″. Stanno vendendo i film porno sul DTT perché Premium è un bagno di sangue, provano a vendere qualcosa della library, inoltre la sentenza da 750 mln di euro del Lodo Mondadori è stata la batosta finale. Berlusconi ha dovuto tagliare a raffica: TGCom24 è nato assottigliando le altre redazioni e riciclando un open-space per farci lo studio. I tagli hanno preso tutto, pure il suo amatissimo Milan (che ha, nonostante tutto, un debito residuo ancora di qualche milione, 4-6), smantellando la squadra. E se arriva “BEINsport”, con gli arabi, rischiano di brutto di chiudere bottega…



11. claudio ha scritto:

15 aprile 2013 alle 15:56

^^
OVVIAMENTE, mi auguro che si riprenda Mediaset, piuttosto che mandare i soldi degli italiani in Qatar. E’ ovvio. Però la situazione è molto, molto preoccupante e i bilanci sono, ormai, in rosso porpora.



12. Davide Maggio ha scritto:

15 aprile 2013 alle 15:59

claudio: ovviamente è un tuo pensiero



13. Davide Maggio ha scritto:

15 aprile 2013 alle 16:00

laura: si, anche se a volte a me fa più vergogna l’italiano stroppiato. Pero’ questa è un’altra storia!



14. laura. ha scritto:

15 aprile 2013 alle 16:05

si davide anche quello che dici e vero.



15. laura. ha scritto:

15 aprile 2013 alle 16:09

mamma raga su facebook su tutte le pagine di facebook che riguardano amici si sta scatenando un putiferio per l’eliminazione di angela ed emanuele in moltissimi hanno chiamato la redazione per protesta e di volere un ripescaggio infatti una ragazza ha chiamato e la redazione ha risposto che il ripescaggio si potrebbe anche fare ma devono mandare in tanti un fax (06/37352194)… speriamo quella ragazza merita tanto anche io chiamo ahahahah.



16. Marco89 ha scritto:

15 aprile 2013 alle 16:21

Secondo me farebbe più ascolti in prima serata qualche replica di Non è la Rai, che su Mediaset Extra faceva faville.
Ma a volte penso che quasi non vogliano fare ascolto, anche se sembra incredibile, soprattutto di questi tempi. C’ è qualcosa che mi sfugge.



17. Groove ha scritto:

15 aprile 2013 alle 16:30

Nel 2011 sono andati in onda 4 nuovi episodi del Commissario Montalbano,e la volta a Rai 1 la concorrenza non mancava: sebbene Montalbano faceva 9 milioni di telespettatori a puntata su Canale 5 c’era il Grande Fratello che ne totalizzava ben 6 milioni.Quindi anche se Montalbano vinceva Canale 5 godeva di buona salute. Da allora però le cose sono cambiate molto e sappiamo bene che poi la nuova edizione del GF fu un’autentico fiasco e che Canale 5 da un anno a questa parte vive una crisi profonda.Il GF é un programma che non mi piace,ma é stata l’arma vincente di Canale 5 per tanti anni e ha influito molto anche sui programmi del day time. Mi auguro che Canale 5 si riprenda proprio grazie al GF…staremo a vedere,però se vogliono che quel programma risollevi la rete lo devono realizzare con cura senza fare passi falsi.



18. Bianca ha scritto:

15 aprile 2013 alle 16:53

x 16. Marco89
Ma come?!? Non lo sai che il famoso PATTO CON VIOLANTE ;) prevede che Mediaset MAI deve fare concorrenza a Floris, Gabanelli e Fazio, pena l’abrogazione della Legge Gasparri ;) ?!? Parlando più seriamente, gli elettori fanatici del PD menoelle posso mettersi l’anima in pace: MAI il PD menoelle farà la legge sul conflitto d’interessi perchè poi si scoprirebbero gli intrecci “deviati” tra PD menoelle e i poteri forti (il VERO conflitto di interessi). Quindi, specie con Berlusconi sul viale del tramonto (per l’età, intendo), a che serve fare quella legge ;) ?



19. Bianca ha scritto:

15 aprile 2013 alle 16:55

x 17. Groove
Nell’inverno-primavera 2011 il digitale terrestre era “molto indietro”. I problemi per Mediaset sono iniziati nell’autunno 2011 (memorabile fu lo shock di quando vidi IO CANTO fermo al 16%), a causa del digitale terrestre in espansione. Ecco perchè il confronto da te citato ormai… SI E’ PRESCRITTO :D !



20. MisterGrr ha scritto:

15 aprile 2013 alle 17:26

ancora?!?!!



21. Groove ha scritto:

15 aprile 2013 alle 18:15

Bianca: il digitale terrestre non c’entra nulla. Il GF è fallito per i validi motivi di cui siamo a conoscenza. In quanto a Io Canto vorrei ricordarti che era uno show molto inflazionato visto che veniva mandato in onda in contemporanea con Ti Lascio una canzone (e infatti anche questo è calato molto in ascolti) e poi non dimenticarti che essendo una copia del programma di Rai 1 non ha mai convinto fino in fondo e che il calo degli ascolti è iniziato già dalla seconda edizione che andò in onda nel 2010 (e allora il digitale era ininfluente) . Detto questo io penso inoltre che quando Rai e Mediaset si mettono di impegno non c’è digitale che tenga e la gente i programmi li guarda (vedi Italia’s Got Talent e Amici ma anche The Voice e Tale e Quale Show,per non parlare poi di alcune fiction di successo), il problema infatti e che adesso Mediaset non ha soldi per produrre roba decente e la Rai deve fare anche i conti con la crisi creativa (e i nuovi programmi di intrattenimento lo dimostrano in pieno).



22. Luca11 ha scritto:

15 aprile 2013 alle 18:51

Ma è possibile che non posso leggere più questo sito senza leggere gli spoiler su amici? -.-”
LAURA, MA CHE DIAVOLO CENTRA IL TUO POST SU QUESTO ARTICOLO!!
Almeno avvisate prima ragàà! Che rabbia! :P
Povero Emanuele… :’(
Ero venuto solo per dire che avrei rivisto il Diavolo veste Prada se non cifosse stata la partita stasera.. :P



23. Fiò ha scritto:

15 aprile 2013 alle 19:00

Per la prima volta guarderò Montalbano per mancanza di alternative. Se mi piacerà, nutrirò le schiere di telespettatori per le repliche!



24. Bianca ha scritto:

15 aprile 2013 alle 19:10

x 21. Groove
Hai ragione, ma in parte IO CANTO dell’autunno 2011 ha sofferto ANCHE a causa dell’arrivo “in forze” del digitale terrestre: ma se ci fai caso, a marzo 2011 (con la fine del day-time di Amici), la D’Urso salì negli ascolti in modo rilevante. Con l’arrivo del digitale terrestre “in modo rilevante”, MAI PIU’ Pomeriggio5 ha fatto ascolti “interessanti” (e infatti dal settembre 2011 è un mezzo flop). La tua frase “quando Rai e Mediaset si mettono di impegno non c’è digitale che tenga e la gente i programmi li guarda” invece è corretta.



25. lucio voreno ha scritto:

15 aprile 2013 alle 20:08

Canale 5 è in vacanza da ottobre scorso, dopo lo show di Celentano non hanno fatto un palinsesto decente



26. Grrove ha scritto:

15 aprile 2013 alle 20:27

Bianca: penso che il digitale terrestre non c’entri nemmeno con il calo di Pomeriggio 5,perché se così fosse allora anche programmi come Uomini e donne,Amici,Avanti un altro e la Vita in diretta avrebbero perso molti telespettatori,e invece non solo non ne hanno perso,ma sono pure aumentati. Ciò dimostra che se c’è interesse da parte del pubblico i programmi vengono seguiti…ovvio poi che quando un programma ha rotto le scatole la gente preferisce guardare i canali del digitale. E come darli torto del resto? Pomeriggio 5 è un programma ormai diventato inguardabile,capitanato da una testata giornalistica che ha nauseato il pubblico con la cronaca nera e i talk politici. Ma vogliamo parlare poi di Barbara D’Urso? E’ diventata insopportabile e ormai non se la fila più nessuno. Ecco perché Pomeriggio 5 come tu hai detto è un mezzo flop,non tanto per il digitale ma perché ha stufato e la gente preferisce guardare altro. Se avesse davvero attirato l’interesse del pubblico come i programmi che prima ti ho citato non avrebbe perso così tanto pubblico. Pomeriggio 5 e Barbara D’Urso erano la moda,ma come ogni moda che si rispetti ormai è finita ed è arrivato il momento di cambiare rotta.



27. Bianca ha scritto:

15 aprile 2013 alle 21:00

x 26. Grrove
In parte è stato il digitale terrestre a far calare la D’Urso: ma solo in parte… insomma un 50-50 tra il digitale terrestre e il fattore Brachino (televisione pedante, noiosa e ripetitiva). Comunque, la VID il 28% non lo vede più neanche con il binocolo: programmi come UED o AUA (Avanti Un Altro) sono ECCEZIONI (persino L’Eredità contro Money Drop è CALATA rispetto all’anno scorso di un-due punti) e Amici QUEST’ANNO (iniziato solo a gennaio) sta andando benissimo (considerando i mediocri risultati del passato).

Per la D’Urso, ti ricordo che il crack è iniziato a settembre 2011: a quel tempo NON si faceva la cronaca nera (almeno non così tanto: notare che c’erano i talk trash sul GF e, all’inizio, anche su BAILA) e figuriamoci i talk politici… la cronaca nera ha invaso il programma da gennaio 2012 (a crollo già avvenuto) e questa invasione ha ridotto i costi, ma gli ascolti sono poi (a maggio 2012) sono persino scesi. A settembre 2012 è iniziata l’attuale edizione con il “da che parte stai?” che ben presto è diventato il talk politico.



28. Markos ha scritto:

15 aprile 2013 alle 21:26

In tempi di crisi oramai anche la controprogrammazione non c’è più.



29. dumurin ha scritto:

16 aprile 2013 alle 12:24

Il GF è un programma ormai morto e sepolto, ha fatto il suo tempo ed è stato più che giusto che chiudesse i battenti una volta per tutte, anche se con orrore ho letto che vogliono rifarlo.

Canale 5 è alla frutta, è vero, ma non sta facendo anche nulla per risollevarsi, ma proprio tutta Mediaset non fa nulla per risollevarsi, basta vedere che vende a destra e a sinistra tutta la sua library, ha perfino ceduto Boing alla Turner, proprio perché non sa più che pesci pigliare.

I canali di Mediaset sono tutti uguali: ha un sacco di bellissime fiction del passato prodotte negli anni ‘80-’90-2000 e non le trasmette, fa repliche su repliche di cose viste e straviste, per forza che canali come Mediaset Extra, Italia 2 e compagnia sono un autentico floppone.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.