29
marzo

ENDEMOL: ILLEGITTIMO IL LICENZIAMENTO DI ELISA AMBANELLI

Elisa Ambanelli

Elisa Ambanelli

da Prima Comunicazione - Il Tribunale di Milano ha giudicato illegittimo e ingiustificato il licenziamento di Elisa Ambanelli, ex direttore generale contenuti di Endemol Italia, e condannato la società a pagare un indennizzo e le spese legali.

Il licenziamento è avvenuto l’8 novembre 2011 con una lettera di Paolo Bassetti, amministratore delegato della casa di produzione, e in un nano secondo, le veniva staccata la e-mail, disattivata la sim e spariva la sua foto sul sito.

Le sono stati imputati i flop di ‘Baila!‘ e di ‘Star Academy‘, due format problematici chiusi dopo poche puntate, di cui non aveva condiviso le strategie trovandosi a gestire situazioni operative complesse.

.

Professionalmente la Ambanelli nasce a Italia 1, che lascia nel 2001 per assumere l’incarico di direttore dell’intrattenimento e della programmazione di La7 nella breve parentesi della gestione Pellicioli-Giovalli, quindi, dopo una prima esperienza a Endemol Italia come responsabile della sede milanese, nel 2005 sale alla direzione di All Music, la rete musicale appena comprata dal Gruppo L’Espresso. Nel 2009 il ritorno a Endemol come direttore generale contenuti al posto di Marco Tombolini in uscita per aprire la sua Toro Produzioni.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Someone's Gotta Go
SOMEONE’S GOTTA GO E LA DERIVA DEL GENERE REALITY. SULLA TV AMERICANA, VINCI LO SHOW SE PERDI IL LAVORO


Simona Ventura e Alessandro Simeone
GF VIP, SIMONA VENTURA PER VIE LEGALI DOPO LA “NOTTE BRAVA” DI BETTARINI E RUSSO


Paola Cortellesi, Antonio Campo Dall'Orto e Laura Pausini
RAI, PRODUZIONI ESTERNE: ECCO I COSTI E I PROGRAMMI PIÙ CARI. MA ARRIVANO NUOVE REGOLE (FINALMENTE)


Thomas Gibson
CRIMINAL MINDS: THOMAS GIBSON LICENZIATO. HA PRESO A CALCI L’AUTORE

1 Commento dei lettori »

1. Max Auditel ha scritto:

29 marzo 2013 alle 15:05

Ma vi rendete conto che in Italia non c’è modo di disfarsi dei cialtroni nemmeno se sono super manager dagli stipendi d’oro?!?!?!? POVERI NOI!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.