25
marzo

BATES MOTEL: IL NORMAN BATES DI PSYCHO RIVIVE SUL PICCOLO SCHERMO

Bates Motel - Norman e Norma

Che cosa potrebbe spingere un uomo all’apparenza gentile e perbene a tramutarsi in un killer psicopatico ossessivo? In che modo un rapporto viscerale e morboso con la propria madre può diventare fonte di un disagio in grado di corrodere un’intera esistenza? Come si passa dalla noia dei sobborghi all’hobby della tassidermia e poi al manicomio? Sono alcune delle domande a cui cerca di rispondere Bates Hotel, la nuova serie televisiva statunitense che ha debuttato lo scorso 18 marzo su A&E e prequel di Psycho, uno dei più grandi successi commerciali del maestro Alfred Hitchcock.

Il legame edipico fra il sensibile Norman Bates (Freddie Highmore) e la sua soffocante madre Norma Bates (Vera Farmiga) viene approfondito e scandagliato nella serie in modo da ripercorrere la genesi di uno dei serial killer più famosi e temuti del grande schermo. Un prequel, dunque: un genere cinematografico e televisivo tornato in voga dopo anni e anni di interminabili seguiti e riadattamenti, volti a indagare cosa ci sia dietro il famigerato e rincuorante “e vissero felici e contenti”. Da “Prometheus” di Ridley Scott al recentissimo “Il grande e potente Oz”, molti sono stati gli antefatti dedicati ad alcune delle storie e delle favole più avvincenti mai raccontate dal cinema. Ora, è il momento che anche la tv faccia la sua parte, cogliendo la ghiotta occasione di rimettere mani sul classico senza tempo del maestro del giallo.

Dopo l’improvvisa morte del marito, Norma è decisa a cambiare vita, trasferendosi, con l’adorato figlio, in Arizona e acquistando un motel a White Pine Bay, in Oregon. L’apparenza di una vita tranquilla e tediosa viene squarciata da segreti terribili custoditi gelosamente non solo dai Bates, ma anche dall’intera comunità di cui fanno parte, un po’ come il quartiere di Wisteria Lane delle Desperate Housewives o, meglio ancora, come il Twin Peaks lynchiano.

Stupri, assassinii, un giro di schiave del sesso e piantagioni di marijuana sono solo alcuni dei loschi segreti dei concittadini di Norman, certo non particolarmente indicati per una mente fragile e labile come la sua, suscettibile alla deviazione e alla psicosi. La scelta coraggiosa degli sceneggiatori è stata quella di calare le gesta dei Bates ai giorni nostri anziché nell’America puritana degli anni 60′, in modo da non contravvenire allo spirito classico del capolavoro di Hitchcock – a sua volta tratto da un romanzo – e in modo da sfruttare il contesto storico e culturale del 2000 per parlare di molti temi cari ai giovani e, tristemente, attuali come droga e sesso estremo. Gli ascolti sono stati ammirevoli, la critica lusinghiera e la rete soddisfatta. La domanda è solo una: quando avremo l’onore e il piacere di godere anche noi dell’affascinante e macabra storia di Norman Bates e sua madre?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Michelle e Virginia Striscia la notizia - Pagelle
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (23-29/09/2013). PROMOSSI MIKA E CRUCIANI E PARENZO, BOCCIATA STRISCIA


Bates Motel - ogni venerdì alle 21.55 su Rai2
BATES MOTEL: LA SUSPENSE E GLI INTRIGHI DEI BATES SI SPOSTANO IL MARTEDI’ IN SECONDA SERATA


Pagelle Fabrizio Frizzi Piero Pelù
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (9-15/09/2013). PROMOSSI FRIZZI E REAZIONE A CATENA, BOCCIATA LA MAMMA DI SANTIAGO DE MARTINO


Bates Motel
BATES MOTEL DA STASERA SU RAI2. FATE LA DOCCIA PRIMA DI VEDERLO

1 Commento dei lettori »

1. Luca ha scritto:

25 marzo 2013 alle 15:09

Carino spero arrivi presto in italia



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.