18
marzo

STRISCIA LA NOTIZIA NON DIFFAMO’ AFFARI TUOI. BONOLIS: “AI MIEI TEMPI NON CREDO CI FOSSE NIENTE DIETRO”

Paolo Bonolis ai tempi di Affari Tuoi

Richiesta di archiviazione. E’ questa la decisione della Procura della Repubblica di Roma nella persona del procuratore aggiunto Leonardo Frisani sulle denunce presentate nel 2010 dagli allora notai di Affari Tuoi, Luigi e Giovanni Pocaterra nei confronti dello staff di Striscia la Notizia che all’epoca aveva avanzato più di un dubbio sulla regolarità della trasmissione concorrente. Nel provvedimento di tre pagine il PM motiva la sua richiesta di archiviazione spiegando che “i concorrenti più accorti” sarebbero stati “messi in grado di individuare i pacchi contenenti i premi più ricchi“. Pertanto il Tg satirico avrebbe descritto la verità nei servizi televisivi mandati in onda senza diffamare.

I fatti risalgono al 2010 ma tutti voi ricorderete che la querelle tra i due programmi più seguiti dell’access prime time era iniziata nel 2005, primo anno di messa in onda del gioco di Rai1, quando per la prima volta il dominio assoluto della creatura di Antonio Ricci era stato intaccato. Di lì uno scambio di accuse e un’accesissima guerra tra Paolo Bonolis, mattatore del gioco dei pacchi e il patron di Striscia: il secondo accusava Affari Tuoi di brogli e di favorire la partecipazione di concorrenti-figuranti che avrebbero ricevuto un compenso già stabilito in partenza dalla produzione, indipendentemente dalla somma contenuta nel loro pacco. Il conduttore più pagato della tv italiana prese posizione cimentandosi in accorate arringhe a difesa della trasparenza del quiz.

Intervenuto pochi minuti fa sulla questione – che ricordiamo si concluderà solo il 26 marzo quando sulla richiesta del PM pronuncerà il GIP –  Bonolis sembra comunque essere meno coinvolto di sette/otto anni fa e commenta:

“Quando lo facevo conducevo il giochino e basta, non credo ci fosse niente dietro: arrivavo in studio e andavo in onda. Non saprei negli anni successivi, in realtà non ne so nulla

A dire il vero, le accuse lanciate da Striscia all’epoca di Bonolis erano però diverse da quelle più recenti. A quei tempi infatti Affari Tuoi non era accusato di favorire la presenza dei pacchi più alti fino alla fine della puntata. Il conduttore ricorda:

Entravo in studio all’ultimo momento e facevo il gioco. Allora c’era una grande battaglia di ascolti con Striscia che generò tutta questa polemica. Ricordo che con Ricci litigai forte alla sua Striscia davamo più di venti punti di distacco e per loro era un problema reale. Del resto nei miei due anni la grandissima parte delle puntate arrivava alla fine con in palio un bottone e un soldo di cacio; era divertente ma non appassionante perchè si vincessero cifre straordinarie. In due anni furono forse otto, dodici le puntate, vado a memoria, dove si vinsero cinquecentomila o duecentocinquantamila euro

Rispetto al periodo in cui si riferisce l’indagine, comunque, il regolamento del gioco – come si affretta a precisare la Rai – è stato radicalmente modificato “Oggi la trasmissione adotta regole trasparenti e ogni passaggio è blindato a livello di sicurezza“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Striscia la Notizia, Fuori onda di Flavio Insinna
Striscia La Notizia sbertuccia Flavio Insinna. Nei fuorionda urla e parolacce, rivolto ad una concorrente: «Abbiamo preso una nana de merda» – Video


Flavio Insinna
FLAVIO INSINNA CONTRO ANTONIO RICCI: “NON SA PERDERE”. REPLICA IL GABIBBO: “ROSICONE SEGUITO DAL PUBBLICO DELLE DENTIERE”


Flavio Insinna, Affari tuoi
STRISCIA LA NOTIZIA VS AFFARI TUOI: E’ DI NUOVO GUERRA


Pino Insegno
PINO INSEGNO: PER BONOLIS ERO IL SUO EREDE NATURALE AD AFFARI TUOI

13 Commenti dei lettori »

1. giovannir ha scritto:

18 marzo 2013 alle 20:15

Dicono che il regolamento è cambiato, ma a me non sembra visto che continuano a rimanere i pacchi grossi in concomitanza di forti prime time di Rai1. Questo succede ancora ora. Il tutto a danno dei contribuenti che con il loro canone pagano i super premi dei pacchi. Non va bene.



2. Adelaide ha scritto:

18 marzo 2013 alle 20:18

Smascherati dalla Procura, vergogna!



3. Vincenzo ha scritto:

18 marzo 2013 alle 20:40

Grande STRISCIA!



4. Master ha scritto:

18 marzo 2013 alle 21:10

Anche stasera 500.000 euro negli ultimi 2 pacchi, giusto per non essere smentiti :)



5. Davide Maggio ha scritto:

18 marzo 2013 alle 22:47

Io ragazzi, in tutta sincerità, continuo a non vederci niente di strano. Un programma truccato è una cosa, un programma dove i pacchi vengono disposti sempre nella stessa maniera è un’altra. Che, per carità, non è una cosa intelligente. Ma non lo è principalmente per chi quei soldi deve sborsarli. Per assurdo era una politica a favore dei concorrenti.



6. teoz ha scritto:

18 marzo 2013 alle 23:15

beh Davide ognuno ha i suoi punti di vista ma invece per me è il problema sussiste. Perchè come pilotati sono i pacchi anche i concorrenti a questo punto possono (??? se già non sono) essere pilotati e essere comparse. Alla fine è comunque ingannare il pubblico e non so se sia poi così lecito, moralmente cmq non lo sarebbe.



7. Davide Maggio ha scritto:

18 marzo 2013 alle 23:29

teoz: questo assolutamente no. Ci mancherebbe. Se ci fossero comparse, non sarebbe accettabile.



8. platy ha scritto:

19 marzo 2013 alle 00:38

Maggio, che hai l’uveite? I dati documentati dalla Procura ancora non ti convincono? La magistratura è politicizzata? Pro Berlusconi, pro Endemol, contro Striscia (che è moderatamente contro Berlusconi e palesemente contro Endemol, che era di Berlusconi)! Tutto è chiaro, Maggio tu hai l’uveite, non vedi l’evidente. Sei annebbiato…



9. Davide Maggio ha scritto:

19 marzo 2013 alle 00:46

platy: in effetti mi manca pure l’uveite :D



10. mugnezz ha scritto:

19 marzo 2013 alle 01:34

io non capisco ; hanno perso tutte le cause , hanno dimostrato che i concorrenti son pilotati ( su tutti , la signora che leggeva i numeri dei pacchi sulle mani ), interviste a ex concorrenti. e chiaro che i suddetti non vincono le cifre dei pacchi , ma un tot deciso dalla produzione. cosa aspettano a chiuderlo !?!



11. marcko ha scritto:

19 marzo 2013 alle 07:52

il game di rai1 ormai non “vale” neanke un terzo di quando lo porto bonolis in tv(ke però pure con lui credo ci fossero cose non proprio kiare..), dove sia la novità, ke il mix tra tensione e puro divertimento sapientemente dosato da bonolis, hanno fatto davvero volare alto il giochino.
oramai è davvero orribile, quasi inguardabile, mediocremente condotto da un attore-comico, pieno di regole e regolette , pakki e pakkettini inutili, dove ci si può tranquillamente addormentare a metà trasmissione, ke basta svegliarsi al finale per non aver perso nulla…..

DA KIUDERE SUBITO!



12. marcko ha scritto:

19 marzo 2013 alle 08:07

nel mio commento sopra, forse sono andato un pò fuori tema…..
comunque striscia ke molti criticano e additano come programma vecchio, dimostra di averci visto benissimo e di stare dalla parte del telespettatore..
grande ricci e grande tutta la squadra di striscia!



13. and ha scritto:

19 marzo 2013 alle 09:58

@Davide MAggio

scusa, non ho capito, anche perchè non seguo il gioco. Stai dicendo che i premi nei pacchi sono sempre accoppiati nella stessa maniera?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.