12
febbraio

SANREMO 2013: LA DIREZIONE ARTISTICA. C’E’ PURE UNO SCENEGGIATORE DI HABEMUS PAPAM

Festival di Sanremo 2013

Il Festival di Sanremo 2013 è ai blocchi di partenza, e mai come quest’anno la curiosità intorno all’evento televisivo per eccellenza è stata così alta. La sessantatreesima edizione della kermesse targata Fabio Fazio dovrebbe segnare, infatti, un taglio netto rispetto al passato. Una ventata di novità sui contenuti artistici e musicali, sui cantanti in gara, gli ospiti e la scenografia. Il tutto con lo spettro della par condicio, dovuta alle imminenti elezioni politiche.

Ma chi sono gli artefici di questo festival in controtendenza nel bene e nel male rispetto al passato recente? Per la sua terza avventura sanremese Fabio Fazio si è affidato ai suoi storici collaboratori, ovvero Pietro Galeotti, Francesco Piccolo, Marco Posani e Michele Serra, ma anche al regista Massimo Martelli, a Claudio Fasulo, già autore del festival dal 2006 al 2008, e naturalmente al direttore musicale Mauro Pagani. Conosciamo nel dettaglio la squadra di questo Sanremo 2013.

Claudio Fasulo

Dopo 10 anni di radio privata e una laurea in economia, nel 1992 debutta come autore televisivo in occasione dello show per l’apertura di Disneyland Parigi. Da allora ha firmato più di 600 prime serate per Rai1. Tra i programmi che lo hanno visto impegnato come autore si segnalano i 3 Festival di Sanremo, ben 16 edizioni di Miss Italia, 8 edizioni di Ballando con le stelle, 6 stagioni di Scommettiamo Che?, ma soprattutto gli show di Fiorello (Stasera Pago io e #Ilpiùgrandespettaccolodopoilweekend), Panariello (Torno Sabato e Ma il cielo è sempre più blu), Celentano (Rockpolitik, 125 milioni di cazzate, Francamente me ne infischio, La situazione non è buona) e Morandi (C’era un ragazzo, Uno di noi, Non facciamoci prendere dal panico, Grazie  a tutti).

Pietro Galeotti

Fa il suo esordio come autore televisivo alla fine del 1983 con il varietà di Raiuno Loretta Goggi in quiz. Da allora esplora ogni angolo del palinsesto televisivo scrivendo programmi musicali, spettacoli satirici, show per bambini, programmi d’informazione, talk show, varietà, seconde serate. Al fianco di Fabio Fazio ha lavorato nelle prime otto edizioni di Quelli che il calcio, ai varietà Anima Mia e L’ultimo Valzer, alle due edizioni del Festival di Sanremo del 99 e del 2000 con i rispettivi Dopo Festival, a Vieni via con me e Quello che (non) ho. Da nove stagioni è nella squadra degli autori di Che tempo che fa.

Francesco Piccolo

E’ scrittore e sceneggiatore. I suoi ultimi libri sono L’Italia spensierata (Laterza 2007), La separazione del maschio (Einaudi 2008) e Momenti di trascurabile felicità (Einaudi 2010). Le ultime sceneggiature che ha firmato sono La prima cosa bella di Paolo Virzì e Habemus Papam di Nanni Moretti. Per Fazio è già stato autore dei programmi Vieni via con meQuello che (non) ho. Collabora al Corriere della sera.

Marco Posani

Con Gino e Michele e Giancarlo Bozzo,è tra gli ideatori della versione televisiva di Zelig. Debutta come autore televisivo con Antonio Ricci, nella scrittura dei testi di Drive In, per dedicarsi negli anni alla stesura del genere comico, come EmilioScherzi a parteSu la testa!Vicini di casaAnima mia. La collaborazione con Fabio Fazio lo conduce a partecipare a Quelli che il calcio, programma abbandonato nel 2001 per proseguire il rapporto professionale col conduttore ligure a Che tempo che faVieni via con me su Raitre. Sempre per Raitre autore è ideatore di Glob – L’osceno del villaggio con Enrico Bertolino, e di Lilit – In un mondo migliore con Debora Villa.

Michele Serra

Ha cominciato a lavorare, nel ‘75, come stenografo-dimafonista a L’Unità, interrompendo l’università al terzo anno di Lettere Moderne. Prima redattore poi inviato del noto quotidiano (per le pagine dello sport e per quelle degli spettacoli), nell’85 comincia a collaborare a Tango di Sergio Staino, dedicandosi alla scrittura satirica. Nell’89, dopo la chiusura di Tango, progetta e dirige un secondo inserto satirico e culturale. Nasce Cuore, che per due anni resta all’interno de L’Unità e poi, dal ‘91, diventa un settimanale autonomo. Lascia la direzione della testata nel ‘94. Attualmente collabora con La Repubblica e L’Espresso. E’ per la nona edizione tra gli autori di Che tempo che fa. Come autore televisivo ha lavorato con Beppe Grillo, Adriano Celentano, Gianni Morandi e Antonio Albanese. Come autore teatrale, ha scritto per Luca De Filippo, Antonio Albanese, Claudio Bisio, Milva e il Teatro Stabile di Genova.

Massimo Martelli

Regista di pellicole tra cui Bar Sport, Muzungu e Il segreto del successo. La prima collaborazione con Fabio Fazio risale al 1996, quando l’AMREF – Fondazione africana per la medicina e la ricerca chiede al conduttore televisivo di andare nel Kenya a girare uno spot umanitario. Fazio e Martelli decidono di farne un lungometraggio a scopi benefici che racconti il viaggio da Bologna a Mombasa.

Mauro Pagani – Direttore Musicale

La carriera di Pagani inizia nel 1970: insieme ad altri quattro musicisti dell’area milanese, fonda la Premiata Forneria Marconi con cui lavora fino al 1977. Nel 1979 realizza il suo primo album solista che porta il suo stesso nome. Nel 1980 collabora con Roberto Vecchioni e Gianna Nannini. Nel 1981 Mauro conosce Gabriele Salvatores e realizza le musiche di Sogno di una notte d’estate sia per la versione teatrale del mitico Teatro dell’Elfo che dell’omonimo film. Sempre nell’81 comincia a lavorare con Fabrizio De André del quale sarà produttore e arrangiatore per tredici anni. Il 1992 è l’anno di Puerto Escondido: Il 1995 segna il terzo incontro di lavoro con Salvatores. Questa volta si tratta di Nirvana: il film esce in tutto il mondo, viene presentato al Festival di Cannes. Nel 1998 Pagani rileva i gloriosi Studi Regson di Milano, e fonda Le Officine Meccaniche: studio di registrazione, etichetta discografica e vero e proprio laboratorio di ricerca tecnica e artistica che nel giro di poco tempo diventa uno dei più importanti punti di riferimento per la scena musicale italiana dell’ultimo decennio. Sono di quegli anni le collaborazioni con Bluvertigo, Almamegretta e moltissimi altri. Nel 2005 inizia a insegnare Storia ed analisi della popular music all’Università di Prato, incarico che svolge fino al 2008. Collabora con i Muse nel corso della realizzazione del loro cd Black holes and revelations, firmando l’arrangiamento degli archi nel brano City of delusion. Nel 2009 esce il suo primo romanzo, Foto di gruppo con chitarrista (Rizzoli). Sempre nel 2009 la sua canzone Domani viene interpretata da 56 tra i nomi più importanti della musica italiana per il progetto Artisti uniti per l’Abruzzo: A fine 2011 si occupa dell’intera produzione del nuovo album di Arisa, “Amami” e a febbraio 2012 appare sul palco del Festival di Sanremo come direttore d’orchestra de “La Notte”, il primo singolo estratto dall’album interpretato da Arisa.



Articoli che potrebbero interessarti


gianna_nannini
SANREMO 2013, LA CARICA DEGLI AUTORI: LA NANNINI PER MARCO MENGONI, GIULIANO SANGIORGI PER MALIKA, TIROMANCINO E BAUSTELLE PER CHIARA


Carlo Conti (Credits: Ufficio Stampa Rai-iwan)
CARLO CONTI DIRETTORE ARTISTICO PER I FESTEGGIAMENTI DEL 60° ZECCHINO D’ORO


Festival di Sanremo
FESTIVAL DI SANREMO 2017: GLI AUTORI DELLE CANZONI IN GARA (BIG)


Carlo Conti
FESTIVAL DI SANREMO: LA RAI OFFRE A CONTI LA DIREZIONE ARTISTICA PER IL 2016 E IL 2017. PER LA CONDUZIONE CERCA LA FORMULA GIUSTA?

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.