1
febbraio

SANREMO 2013: IL FESTIVAL DELL’AUSTERITY

Luciana Littizzetto in uno spot di Sanremo

Crisi e austerity fanno capolino anche sul palco dell’Ariston. Mamma Rai avrebbe deciso di risparmiare almeno un milione di euro sul budget e ottimizzare gli introiti pubblicitari del prossimo Festival di Sanremo targato Fazio e Littizzetto. Stando a quanto rivela l’Ansa, i costi complessivi di questa edizione subiranno un taglio di circa il 10%, per una cifra totale vicina ai 18-19 milioni di euro rispetto ai 19-20 delle ultime due edizioni, inclusi i 7 milioni della convenzione con il Comune di Sanremo.

I cachet stratosferici attribuiti l’anno scorso a Gianni Morandi (si parlò di 800.000 euro) e al superospite Adriano Celentano (700.000 euro devoluti in beneficenza) sarebbero solo un ricordo. Nel frattempo, però, la Sipra mira al pareggio dei ricavi pubblicitari, puntando cautamente al rialzo, confortata dai risultati auditel della precedente edizione (47,3% di share).

Francesco Siliato, professore di Sociologia delle comunicazioni al Politecnico di Milano, spiega che “in periodo di crisi Sanremo vale ancora di più. Con la moltiplicazione dei canali e la segmentazione dei pubblici trovare un programma in grado di produrre audience nell’ordine di 10 milioni di spettatori, fatta eccezione per lo sport o per eventi eccezionali, è sempre più difficile”. Riuscirà il Festival ad arginare lo spinoso problema budget confezionando un prodotto attendo alla qualità e alla semplicità?

Certo, con lo scarto intellettuale portato avanti da Fabio Fazio e le gag di Luciana Littizzetto, il Festival 2013 potrebbe dribblare l’austerity evitando di investire su ospiti internazionali dalle pretese regali e puntando sulla padrona indiscussa della kermesse, ormai ripetutamente soffocata dallo spettacolo: la musica. Ma sarebbe, in queste condizioni, il Festival di Sanremo?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Sanremo 2013 - Fabio Fazio e Luciana Littizzetto
FESTIVAL DI SANREMO 2013: I COMPENSI DEI CONDUTTORI. A FAZIO E LITTIZZETTO 1MILIONE DI EURO?


Fabio Fazio
Se l’affaire Fazio è questione di (im)moralità


Robert De Niro
Serie TV: gli attori più pagati. Robert De Niro in cima alla lista dei drama


Carlo Conti, Antonella Clerici
RAI, SVELATI I COMPENSI DELLE STAR E I COSTI DEI PROGRAMMI: ECCO LE CIFRE. VIALE MAZZINI ANNUNCIA AZIONI LEGALI

5 Commenti dei lettori »

1. Schattol89 ha scritto:

1 febbraio 2013 alle 14:34

I PROMO sono orrendi!!



2. sboy ha scritto:

1 febbraio 2013 alle 14:46

Spendono milioni per i programmi flop di Conti e Giusti e poi risparmiano sull’evento dell’anno.. mah..
La mia sensazione è che questo festival di Sanremo subirà un netto calo di ascolti, primo perchè dopo anni di successi è normale che prima o poi arriva l’anno negativo, il cast fuori target con il pubblico di Rai1, nessun nome di spicco, tagli di budget e spot orrendi.



3. raffa ha scritto:

1 febbraio 2013 alle 16:05

speriamo che questi tagli,che trovo giusti,siano un’occasione x proporre un buon spettacolo di canzoni e umorismo.sinceramente ho sempre trovato inutili i superospiti stranieri che vengono,pigliano i soldi e se ne vanno senza lasciare traccia!confido in fazio,la litizzetto e gli autori.



4. 24marco81 ha scritto:

1 febbraio 2013 alle 16:51

mi trovo d’accordo con #sboy!
Sarà l’anno della crisi per molti motivi e tu ne hai citato alcuni validissimi



5. amazing1972 ha scritto:

1 febbraio 2013 alle 21:10

quoto raffa anche nelle virgole!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.