25
gennaio

IL CLAN DEI CAMORRISTI: STEFANO ACCORSI E GIUSEPPE ZENO SBANCHERANNO GLI ASCOLTI?

Giuseppe Zeno

Questa sera alle 21,10 su Canale5 andrà in onda il primo attesissimo appuntamento de Il clan dei camorristi, la nuova fiction Taodue con protagonisti Stefano Accorsi e Giuseppe Zeno. La serie tv, diretta da Alessandro Angelini e Alexis Sweet, racconterà la storia della più spietata organizzazione mafiosa che abbia mai conosciuto l’Italia. Un’associazione in grado di dar vita ad un sistema che negli anni ha costruito una trama di violenza e d’impunità senza precedenti.

La fiction, composta da 8 episodi, rappresenta senza dubbio uno dei prodotti di punta dell’offerta di Canale5, che non a caso ha rinviato più volte la messa in onda della serie, cercando una collocazione ottimale in palinsesto. Una sistemazione che possa magari dare a Il Clan dei camorristi la possibilità di bissare il successo di una serie per certi versi omologa come Il Capo dei Capi che nel 2007, raccontando ascesa e retroscena di Cosa Nostra, appassionò una media di 7 milioni di persone e arrivò in alcune puntate a sfiorare il 30% di share.

Numeri che sfiorare non sarebbe impossibile se si considera l’attualità del tema e il fascino che le organizzazioni criminali da sempre esercitano nelle numerose fiction a loro dedicate. Molte di queste realizzate e prodotte dalla stessa Taodue, vera esperta nel genere. La casa di produzione di Pietro Valsecchi, che in questi primi giorni dell’anno ha peraltro già collezionato il successo della miniserie Ultimo – L’Occhio del Falco, potrebbe dunque riuscire senza troppi problemi ad inanellare un altro ottimo colpo. Del resto anche la contro-programmazione Rai non sembra creare troppi pensieri, se si considera che al venerdì almeno per le prossime settimane sono previsti gli ultimi due appuntamenti con lo show Riusciranno i nostri eroi, il cui modesto appeal nel pubblico è stato più che confermato dagli ascolti ottenuti sin’ora.

Il Clan dei camorristi – che vede nel cast anche Francesca Beggio, Serena Rossi e Claudia Potenza – si aprirà con l’ascesa della camorra negli anni del terremoto e accompagna il pubblico fino alla fine degli anni novanta: dalla sconfitta di Cutolo e della Nuova Camorra Organizzata, all’avvento di nuove famiglie e di una nuova spregiudicata dimensione criminale e affaristica della camorra. Il testimone di questa parabola criminale è Francesco Russo detto “O’ Malese” (Giuseppe Zeno). Dal suo paese, nel casertano, muove alla conquista della Campania, s’introduce nei palazzi della politica romana, porta i denari della famiglia nel nord Italia. Con lui la camorra fa il definitivo salto di qualità: nel giro di pochi anni non c‘è appalto, non c’è opera pubblica, non c’è cantiere sul loro territorio che non siano destinati a ingrassare le casse dell’organizzazione.

E’ un primato che ‘O Malese si conquista sul campo, eliminando con l’inganno e la ferocia tutti gli ostacoli: le Famiglie che non vogliono piegarsi, gli alleati che alzano la cresta, gli imprenditori che non vogliono pagare, i politici che non vogliono obbedire. E se c’è da trarre profitto anche dall’avvelenamento della propria terra, O’ Malese e i suoi non si tireranno indietro: il grande business dei rifiuti tossici diventa la chiave per costruire un asse criminale e finanziaria tra il nord e il sud.

Fortunatamente c’è un’Italia che non si piega, fatta di donne e di uomini che hanno scelto di non restare a guardare. Tra questi figura Andrea Esposito (Stefano Accorsi), un giovane magistrato nato in provincia di Caserta, ma cresciuto al nord. La sua determinazione nella lotta contro la camorra gli costerà un prezzo altissimo, la morte del fratello Marco, ucciso dal Malese. Un prezzo che non lo fermerà, anche perché mollare tutto sarebbe un gesto di viltà verso quella terra, e perché lo deve a chi s’è trovato accanto nella sua battaglia: anzitutto la moglie, Anna (Francesca Beggio), che ha condiviso con lui momenti di solitudine, di rabbia, di rivincita.



Articoli che potrebbero interessarti


11111
IL CLAN DEI CAMORRISTI: PER VALSECCHI E’ DA SERVIZIO PUBBLICO E DOVEVA ANDARE IN ONDA DI LUNEDI


Il-clan-dei-camorristi
IL CLAN DEI CAMORRISTI: A 5 ANNI DAL SUCCESSO DE IL CAPO DEI CAPI CANALE5 E TAODUE TORNANO A RACCONTARE LA MALAVITA ORGANIZZATA


Il Clan dei camorristi 24
IL CLAN DEI CAMORRISTI: RIUSCIRÀ IL GIUDICE ESPOSITO A CATTURARE O’ MALESE?


Accorsi
IL CLAN DEI CAMORRISTI: ASCOLTI IN CADUTA LIBERA PER LA SAGA DE O’MALESE

6 Commenti dei lettori »

1. viktor ha scritto:

25 gennaio 2013 alle 11:31

Fiction sicuramente attesa..non deluderà le aspettative. Anche se Canale 5 ha sbagliato quasi tutta la collocazione di questo mese,secondo me. Il clan andava meglio al lunedì,seguendo il filone di Squadra Antimafia e Ultimo,approfittando inoltre di un bacino di ascolti più alto rispetto al fine settimana.
Poi gli altri si difendono come possono…lo stesso Giusti,pur di dare un traino migliore al suo show,ha spezzettato Affari tuoi con vari pacchi rossi in due serate.. ECCHECCASO



2. rien ha scritto:

25 gennaio 2013 alle 11:47

Sicuramente sbancheranno gli ascolti!



3. Michele ha scritto:

25 gennaio 2013 alle 12:18

Contro quell’obbrobrio di show di Giusti avrà vita assai facile



4. Tiziana ha scritto:

25 gennaio 2013 alle 12:26

A me Max Giusti sta simpatico, ma il suo show parte male già dal nome “Riusciranno i nostri eroi”, a fare cosa? Non ha senso e mi sembra raffazzonato mettendo qua e là un po’ di ospiti, due balletti, tre canzoni… Credo che Il Clan dei Camorristi potrebbe vincere la serata, anche se non mi aspetto ascolti record visti i tanti cambi di messa in onda. Spero di essere smentita perché secondo me è una serie ben fatta con ottimi attori e la guarderò per vedere se questa impressione è giusta.



5. matteo quaglia ha scritto:

25 gennaio 2013 alle 13:08

quali tanti cambi di messa in onda che ce ne e’ stato uno solo??



6. gè95 ha scritto:

25 gennaio 2013 alle 14:05

secondo me fa il 5,5 milioni e giusti 4,5
stasera poi, penso, affari tuoi batterà striscia



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.