13
gennaio

GOLDEN GLOBES 2013: LE NOMINATIONS

Boardwalk Empire

Boardwalk Empire

Siete curiosi di scoprire se in questo lungo anno televisivo avete guardato le serie tv giuste o se invece vi siete concentrati su quelle sfigate che le avete guardate solo voi e i parenti stretti dei protagonisti? Bene, allora stanotte dall’una, che tecnicamente è già 14 gennaio, dovete sintonizzarvi su Sky Uno per assistere alla settantesima edizione dei Golden Globe Awards, i riconoscimenti che una giuria composta da 90 giornalisti iscritti all’HFPA (Hollywood Foreign Press Association) assegna ai migliori prodotti dell’intrattenimento televisivo e cinematografico.

Prima però passate da un bravo psicoterapeuta che se avete mostrato questo tipo di curiosità, vuol dire che avete sviluppato una dipendenza da televisione che nemmeno noi di davidemaggio.it. E no. La dottoressa Dani Santino di Terapia d’Urto non va bene. Non è in nomination.

La serata, dicevamo, verrà trasmessa in diretta da SkyUno dall’una con il collegamento dal red carpet e, a seguire, con la cerimonia di premiazione e sarà presentata da Tina Fey e Amy Poehler, entrambe della scuola del Saturday Night Live.

Passiamo quindi alle nomination e all’azzardo dei pronostici, che se avete visto “Homeland – Caccia alla spia” c’è poco da azzardare. Se no, allora fatevi una domanda. Una del tipo, “cosa cavolo la guardo a fare la televisione se poi mi perdo una delle migliori serie tv del decennio?”. E rispondetevi.

Ecco l’elenco delle nomination TV. A seguire, quelle del cinema.

MIGLIOR SERIE – GENERE DRAMA
BREAKING BAD,  AMC / Sony Pictures Television
BOARDWALK EMPIRE,  HBO
DOWNTON ABBEY (stagione 2), PBS / Carnival / Masterpiece
HOMELAND,   SHOWTIME
THE NEWSROOM, HBO

MIGLIOR ATTRICE  di Serie genere DRAMA
CONNIE BRITTON,  NASHVILLE
GLENN CLOSE,  DAMAGES
CLAIRE DANES,  HOMELAND
MICHELLE DOCKERY,  DOWNTON ABBEY (seconda stagione)
JULIANNA MARGULIES, THE GOOD WIFE

MIGLIOR ATTORE di Serie genere DRAMA
STEVE BUSCEMI, BOARDWALK EMPIRE
BRYAN CRANSTON, BREAKING BAD
JEFF DANIELS, THE NEWSROOM
JON HAMM, MAD MEN
DAMIAN LEWIS, HOMELAND

MIGLIOR SERIE – genere COMEDY
THE BIG BANG THEORY, CBS
EPISODES,  SHOWTIME
GIRLS, HBO
MODERN FAMILY, ABC
SMASH, NBC

MIGLIORE ATTRICE – serie genere COMEDYo MUSICAL
ZOOEY DESCHANEL, NEW GIRL
JULIA LOUIS-DREYFUS, VEEP
LENA DUNHAM, GIRLS
TINA FEY, 30 ROCK
AMY POEHLER, PARKS AND RECREATION

MIGLIORE ATTORE  – serie genere COMEDY o MUSICAL
ALEC BALDWIN, 30 ROCK
DON CHEADLE, HOUSE OF LIES
LOUIS C.K., LOUIE
MATT LEBLANC, EPISODES
JIM PARSONS, THE BIG BANG THEORY

MIGLIOR MINISERIE o FILM per LA TV
GAME CHANGE,  HBO
THE GIRL,  HBO
HATFIELDS & MCCOYS,  HISTORY
THE HOUR,  BBC AMERICA
POLITICAL ANIMALS, USA NETWORK

MIGLIOR ATTRICE di MINISERIE o FILM per la TV
NICOLE KIDMAN, HEMINGWAY & GELLHORN
JESSICA LANGE, AMERICAN HORROR STORY: ASYLUM
SIENNA MILLER, THE GIRL
JULIANNE MOORE, GAME CHANGE
SIGOURNEY WEAVER, POLITICAL ANIMALS

MIGLIOR ATTORE di MINISERIE o FILM per la TV
KEVIN COSTNER, HATFIELDS & MCCOYS
BENEDICT CUMBERBATCH, SHERLOCK
WOODY HARRELSON, GAME CHANGE
TOBY JONES, THE GIRL
CLIVE OWEN, HEMINGWAY & GELLHORN

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA  in serie, miniserie o film per la tv
HAYDEN PANETTIERE, NASHVILLE
ARCHIE PANJABI, THE GOOD WIFE
SARAH PAULSON, GAME CHANGE
MAGGIE SMITH, DOWNTON ABBEY (seconda stagione)
SOFIA VERGARA, MODERN FAMILY

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA  in serie, miniserie o film per la tv
MAX GREENFIELD, NEW GIRL
ED HARRIS, GAME CHANGE
DANNY HUSTON, MAGIC CITY
MANDY PATINKIN, HOMELAND
ERIC STONESTREET, MODERN FAMILY

MIGLIOR FILM DRAMMATICO
ARGO
DJANGO UNCHAINED
VITA DI P
LINCOLN
OPERAZIONE ZERO DARK THIRTY

MIGLIOR FILM COMMEDIA O MUSICAL
MARIGOLD HOTEL
LES MISERABLES
MOONRISE KINGDOM– Una fuga d’amore
IL PESCATORE DI SOGNI
L’ORLO ARGENTEO DELLE NUVOLE

MIGLIOR ATTORE IN UN FILM DRAMMATICO
DANIEL DAY-LEWIS per Lincoln
RICHARD GERE per Arbitrage
JOHN HAWKES per The Sessions
JOAQUIN PHOENIX per The Master
DENZEL WASHINGTON per Flight

MIGLIOR ATTRICE IN UN FILM DRAMMATICO
JESSICA CHASTAIN  per Operazione Zero Dark Thirty
MARION COTILLARD per Un sapore di ruggine e ossa
HELEN MIRREN per Hitchcock
NAOMI WATTS per The impossible
RACHELWEISZ per The Deep Blue Sea

MIGLIOR ATTORE IN UNA COMMEDIA O MUSICAL
JACK BLACK per Bernie
BRADLEY COOPER per L’orlo argenteo delle nuvole
HUGH JACKMAN per Les Misérables
EWAN MC GREGOR per Il pescatore di sogni
BILL MURRAY per Hyde Park on Hudson

MIGLIOR ATTRICE IN UNA COMMEDIA O MUSICAL
EMILY BLUNT per Il pescatore di sogni
JUDY DENCH per Marigold Hotel
JENNIFER LAWRENCE per L’orlo argenteo delle nuvole
MAGGIE SMITH per Quartet
MERYL STREEP per Il matrimonio che vorrei

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
ALAN ARKIN per Argo
LEONARDO DI CAPRIO per Django Unchained
PHILIP SEYMOUR HOFFMANN per The Master
TOMMY LEE JONES per Lincoln
CHRISTOPH WALTZ per Django Unchained

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA
AMY ADAMS per The Master
SALLY FIELD per Lincoln
ANNE HATHAWAY per Les Misérables
HELEN HUNT  per The Sessions
NICOLE KIDMAN per The Paperboy

MIGLIOR REGISTA
BEN AFFLECK per Argo
KATHRIN BIGELOW per Operazione Zero Dark Thirty
ANG LEE per Vita di Pi
STEVEN SPIELBERG per Lincoln
QUENTIN TARANTINO per Django Unchained

MIGLIOR SCENEGGIATURA
ARGO: Chris Terrio
DJANGO UNCHAINED: Quentin Tarantino
LINCOLN: Tony Kushner
L’ORLO ARGENTEO DELLE NUVOLE: David O. Russell
OPERAZIONE ZERO DARK THIRTY: Mark Boal

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE
ACT OF VALOR: Monty Powell, Keith Urban (“For You”)
HUNGER GAMES: Taylor Swift, John Paul White, Joy Williams, T-Bone BURNETT  (“Safe and Sound”)
LES MISERABLES: Claude-Michel Schönberg, Alain Boublil, Herbert KRETZMER: (“Suddenly”)
SKYFALL: Adele, Paul Epworth (“Skyfall”)
STAND UP GUYS: Jon Bon Jovi (“Not Running Anymore”)

MIGLIOR COLONNA SONORA
ANNA KARENINA: Dario Marianelli
ARGO: Alexandre Desplat
CLOUD ATLAS: Reinhold Heil, Johnny Klimek, Tom Tykwer
VITA DI P: Mychael Danna
LINCOLN: John Williams

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE
RIBELLE – The Brave
FRANKENWEENIE
HOTEL TRANSYLVIANA
LE 5 LEGGENDE
RALPH SPACCATUTTO

MIGLIOR FILM IN LINGUA STRANIERA
AMOUR (Francia, Austria e Germania)
KON-TIKI (Uk, Norvegia e Danimarca)
QUASI AMICI (Francia)
EN KONGELIG AFFAERE (Danimarca, Svezia e Repubblica Ceca)
UN SAPORE DI RUGGINE E DI OSSA (Francia e Belgio)

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Stranger-Things
Emmy Awards 2017: le nomination


David Schwimmer
EMMY AWARDS 2016: TUTTE LE NOMINATION


Taraji P Henson - Nomination Emmy Awards 2015
EMMY AWARDS 2015, TUTTE LE NOMINATION: SPOPOLANO IL TRONO DI SPADE E AMERICAN HORROR STORY FREAK SHOW


feypoehler golden globe 2015 nomination
GOLDEN GLOBES 2015: LE NOMINATIONS. DOMINANO FARGO E TRUE DETECTIVE, IN LIZZA PURE TRANSPARENT DI AMAZON

3 Commenti dei lettori »

1. amazing1972 ha scritto:

13 gennaio 2013 alle 18:44

qualcuno un pò esperto di tv americana,saprebbe dirmi se c’è una ragione per il quale american horror story è cosi poco nominata? una serie pazzesca come quella…mah…



2. Valeria Carola ha scritto:

13 gennaio 2013 alle 19:22

ciao amazing, le motivazioni per cui una serie ottiene più o meno nomination spesso non sono facili da capire.
io american horror story non lo seguo, perchè mi terrorizza solo il trailer, ma di Asylum ho letto molte critiche positive.



3. Blacky ha scritto:

13 gennaio 2013 alle 20:49

Capita spesso comunque che ci siano delle serie “dimenticate” in queste cerimonie e altre che vengono sempre nominate.. (a volte senza un senso preciso secondo me)..



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.