4
gennaio

LUCIANA LITTIZZETTO: A SANREMO RISPETTERO’ LA PAR CONDICIO. LA MIA BATTUTA SU BERLUSCONI? PARLAVO IN GENERALE

Luciana Littizzetto

Imbavagliata non mi sono mai sentita in vita mia” dice Luciana Littizzetto. E ti credo: tra walter, yolande e varie corbellerie, la comica torinese ne ha sempre dette di tutti i colori senza che nessuno la ostacolasse. In vista della sua partecipazione al prossimo Festival di Sanremo, dove sarà accanto a Fabio Fazio, la «Litti» ha rilasciato un’intervista ad Oggi nella quale ha parlato di comicità e par condicio, riferendosi anche all’ormai celebre battuta su Berlusconi da lei pronunciata a Che tempo che fa.

Certo, a Sanremo farò i conti con la par condicio, ma ho trovato le polemiche sulla mia battuta a Che tempo che fa francamente un po’ eccessive. E’ stata associata a Berlusconi, ma io parlavo dei politici in generale” ha detto Lucianina.

In realtà, la comica torinese era stata abbastanza esplicita nel suo monologo e, proprio per il riferimento diretto al Cavaliere, in Rai era divampata una polemica tale da richiedere l’intervento del DG Luigi Gubitosi. Ma quella è acqua passata, ed ora la Littizzetto pensa già ai possibili temi da affrontare sul palco dell’Ariston.

“Se qualcuno avesse degli argomenti da propormi… No, perché la politica no, le canzoni no, cose di Chiesa non è il luogo, il sesso a Sanremo fa brutto. Non so, faccio dei corsi di bricolage? Di cucina ligure? Volete mandarmi la ricetta del coniglio alle olive?”

In effetti, quella di Sanremo sarà una prova del nove per Lucianina, che dovrà dimostrare di sapersi rivolgere al grande pubblico di Rai1 e non già alla platea amica della terza rete, che di solito pende dalle sua labbra. In attesa di dimostrare le sue doti al Festival, la comica ha simpaticamente spiegato cosa farebbe cantare ai nostri politici.

Per Mario Monti ci vuole Salirò, di Daniele Silvestri; per Maroni ‘Montagne verdi di Marcella Bella. A Bersani affiderei ‘Guantanamera’ che il segretario del Pd dovrà cantare rigorosamente col sigaro in bocca. Grillo? Mmmh… Mi viene solo quel coro da stadio, quello che fa “la senti questa voce?…”.

Ha ironizzato. E per Berlusconi?:Il capolavoro di Gigliola Cinquetti, quella che fa: ‘E qui comando io e questa è casa mia, ogni di’ voglio sapere chi viene e chi va“. Del resto, in musica come nella comicità, per Lucianina il Cavaliere è un immancabile evergreen.



Articoli che potrebbero interessarti


Sanremo 2013 - Luciana Littizzetto, Martin Castrogiovanni e Fabio Fazio
SANREMO 2013: IL FINOCCHIO DELLA LITTIZZETTO


Sanremo 2013 - Luciana Littizzetto farfalla
SANREMO 2013: LA FARFALLINA DI LUCIANA LITTIZZETTO


Sanremo 2013 - conferenza stampa
SANREMO 2013 IN DIRETTA: CONFERENZA STAMPA DEL 16 FEBBRAIO. BIANCA BALTI ALL’ARISTON ROOF, LEONE: “BELEN E’ UNA PROFESSIONISTA”


LUCIANA LITTIZZETTO: A SANREMO RISPETTERO' LA PAR CONDICIO. LA MIA BATTUTA SU BERLUSCONI? PARLAVO IN GENERALE
SANREMO 2013: ROCCO SIFFREDI RIGIDO SUL PALCO

17 Commenti dei lettori »

1. fabio94 ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 11:10

Non si preoccupi signora Littizzetto, quella battuta va benissimo per Berlusconi.



2. Nina ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 11:14

Detta così avrebbe perfettamente ragione, se solo avesse nominato Bindi, Casini, Fini e altri che stanno in parlamento da circa 30 anni.



3. Fafo1970 ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 11:29

trovo molto piu’ scandalosa una senza arte ne’ parte che fa vedere la sua jolanda davanti a milioni di persone a San Remo che il linguaggio della simpatica Litty



4. tinina ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 11:39

Avrebbe potuto dire, come fa’ qualcuno che è maestro in questo, di essere stata fraintesa.



5. Nina ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 11:52

tinina: in pratica è quello che ha fatto.



6. WHITE-difensore-di-vieniviaconme ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 12:06

w lucianina.



7. wilma n. ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 12:07

brava Luciana, anzi è stata troppo corretta nel dire la veritá vs berlusconi, in fin dei conti quella battuta è rimasta in Italia mentre (la patonza, il bunga bunga, le escort senza arte e ne parte messe anche in rai come giornaliste, conduttrici ecc.) hanno girato tutta la cronaca mondiale, che ha fatto vergognare tutti gli italiani che vivono all’estero. perció io dico : VAI LUCIANA svergogna lui a sanremo.



8. Nina ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 12:12

Per la serie: i minestroni di wilma.



9. gio ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 13:15

Mamma mia che buffonata che è diventato il festival di sanremo…..Almeno una volta quello che contava era fare un bello spettacolo con conduttori posati ,belle donne e la musica (con i cantanti “big” e non con i vari protagonisti dei talent di passaggio) era al centro dello spettacolo….Ora invece la cosa più importante del festival e sapere quali stupidaggini dirà la littizzetto contro berlusconi (tanto si sa che ci si aspetta quello per fare un po di polemica.)con la solita gag con fazio che cerca fintamente di zittirla. Che schifo….un bel sanremo per pecoroni italici….. Se penso poi alla presenza della littizzetto per esorcizzare la “farfallina” di belen (nient’altro che un tatuaggio intravisto in uno spacco di un vestito)dell’anno scorso mi vien veramente da ridere..Proporrei alla rai di farlo diventare un programma radiofonico dal prossimo anno.



10. teoz ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 13:17

oramai la battuta è stata detta, era esplicita e bella…se rispecchiava la sua idea amen inutile ritrattare ora…XD io la adoro cmq…sn proprio curioso di sapere di cosa diavolo parlerà al Festival…figurati se nn parlerà dei politici…FIGURIAMOCI:.



11. osservatore ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 13:51

Luciana è un grande pericolo per la nostra democrazia.
Dovrebbero imbavagliarla e non farla salire sul palco dell’Ariston…



12. wilma n. ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 13:54

nina, volevo solo sfogarmi. quell’uomo in 20 anni di governo ha fatto solo porcherie ed ora fa tanto casino per una semplice battuta di luciana………



13. Nina ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 14:01

Concordo con gio, trovo eccessivo il can can su Belen e trovo alquanto sospetto che ci siano uomini che se ne lamentano.



14. osservatore ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 14:23

Se penso poi alla presenza della littizzetto per esorcizzare la “farfallina” di belen
—–
La littizzetto è stata chiamata in “sostituzione” di Belen?
Non facciamo ridere. Accostamento assurdo perchè si tratta di due figure molto diverse.
Il problema di Belen non è stata e non è la sua farfallina ovviamente. Figuriamoci se può scandalizzare una mezza nuda. Certo ha avuto coraggio nel farsi pubblicità in quel modo sul palco televisivo più importante d’Italia. E’ questone di faccia tosta…



15. Fiò ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 14:29

Che non dica cavolate. La battuta era chiaramente rivolta a Berlusconi, e Luciana, che apprezzo, avrebbe fatto bene a rivendicarla pienamente, e non tentare maldestramente di dissociarsene affermando che fosse “in generale”. Ma va laaaaaaaaa



16. ciak ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 14:38

SANREMO è da sempre Costume, Società… e negli ultimi tempi sempre meno Canzoni…
behhh…
che dire…l’idea della doppia canzone per cantante è bella…
speriamo anche che venga fuori un ottima canzone vincitrice—
la Luciana sarà sicuramente CONDUTTRICE…e non semplice svampita come in questi ultimi anni…
prima di lei, donne brave : la Hunziker e la clerici…
veramente conduttrici….



17. liberopensiero ha scritto:

4 gennaio 2013 alle 20:05

Parliamoci chiaro,Luciana è una dei pochi comici che fa ancora ridere,pungente,sagace e per questo fastidiosa,in particolare a chi crede di essere il “capo” e non svetta critica e contraddittorio,come Berlu(pur coprendosi di ridicolo da solo).O dovremmo ridere con le inutili battute dei Berlusconiani Boldi(ha mai fatto ridere?)o qualche demenziale venuto fuori da Zelig o qualche scarto del Bagaglino Bonanima?La contrapposizione con la farfallina,non ha senso,ben venga e a Sanremo possono benissimo coesistere.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.