3
gennaio

PAOLO BONOLIS A DM: FELICE DELLA VITTORIA DI AVANTI UN ALTRO. I LETTORI CI AVRANNO VOTATO PERCHE’ ABOLIREMO IMU, CANONE RAI E GAS

Avanti un altro, Paolo Bonolis

Avanti un altro, Paolo Bonolis

Ironico e spiritoso. Ma questa non è certamente una novità. Paolo Bonolis si gode la vittoria del suo Avanti un Altro nelle nostre tradizionali classifiche televisive di fine anno (DM Charts) che hanno decretato il Miglior Programma del 2012 (qui la classifica finale). Ecco come il conduttore commenta il suo primo posto:

“Sono felice che abbiate scelto un programma made in Italy. E’ una vittoria per tutta la squadra che lavora insieme a me”.

Dichiarazioni dalle quali traspare l’orgoglio di chi ha creato un format vincente senza ricorrere all’acquisto di prodotti “precotti” e che, al momento, è venduto in Albania (dove va in onda dal 15 ottobre col titolo Tjetri!) e Spagna (dal 27 aprile col titolo Avanti ¡que pase el siguiente!).

Oltre ai ringraziamenti di rito, Paolo chiosa in puro stile “bonolisiano”:

“Ringrazio chi ha votato per ‘Avanti un Altro!’ forse lo hanno fatto perché abbiamo garantito che aboliremo l’imu, il canone rai e il gas!”.



Articoli che potrebbero interessarti


Il miglior programma del 2012 - La più bella del mondo
DM CHARTS, VOTA IL MIGLIOR PROGRAMMA DEL 2012 #programmadel2012


Avanti un altro programma tv dell'anno
AVANTI UN ALTRO E’ IL PROGRAMMA DELL’ANNO PER I LETTORI DI DM. MASTERCHEF BATTE FIORELLO, XFACTOR FUORI DAL PODIO


chart3, programma dell'anno
DM CHARTS, VOTA IL MIGLIOR PROGRAMMA DEL 2011


Bonolis avanti un altro
Avanti un altro pure di sera: Bonolis rivoluziona il suo game per la prima serata

20 Commenti dei lettori »

1. Manuel ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 03:24

Prima che ci siano commenti su commenti su un piccolo errore correggete hanno con anno xD



2. Davide Maggio ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 03:37

Non ho capito che vuoi dire!



3. tania ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 03:38

Grande Bonolis!



4. Davide Maggio ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 03:40

Visto ora :-)



5. Fafo1970 ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 09:30

sinceramente non comprendo il successo di un programma simile, ho provato a vedere qualche puntata ma l’ho trovato pieno di luoghi comuni e battutacce da osteria ..bonolis inoltre mi trasmette l’ansia, urla come un mandrillo o una gracula comunque va bene cosi’



6. Fafo1970 ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 09:34

Divertente la battuta sull’imu e le altre tasse, ma se penso che c’è qualcuno che ancora crede ad una mummia plurindagata mi viene da piangere…



7. Gah! ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 11:12

Avanti un Altro! non mi piace, pero’ Paolo Bonolis e’ simpaticissimo (me lo ricordo ad Amici con Sophie Marceau e Maria De Filippi. Quanto mi fece ridere!)



8. Andrew ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 12:48

Credo che la chiave del successo di questo preserale sia tutta racchiusa nella risata!
Dopo che uno ha passato una giornata intera fuori casa per lavoro, il tornare a casa, accendere la tv e trovare un programma che per un’oretta ti fa divertire (al contrario dei canonici quiz dove c’è domanda-risposta, domanda-risposta, e così via) ti risolleva quasi!



9. fabio ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 14:18

Bonolis e’ intelligente e spiritoso, ma il discorso dell’abolire e’ preso da un altro comico che si e’ buttato in politica e non e’ grillo…
Strano che a fafo1970 Tania non dica nulla…



10. fabio94 ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 14:24

Avanti un Altro secondo me è un programma confezionato bene e si è meritato questa vittoria. L’unica cosa è: ma perchè Mediaset ha tolto Carlotta Maggiorana e Jessica Brugali, ovvero le due “vallette”?



11. style_93 ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 14:33

x 10. fabio94
Davvero non lo hai capito? Si avvicinano le elezioni politiche (24-25 febbraio 2013) e quindi Mediaset deve dare l’immagine di “azienda con il cuore, vicina alle donne e agli anziani” (vi ricordo che in Italia il PCI, fin dal 1948, ha sempre perso le elezioni a causa di “donne e anziani”) per cercare di “resuscitare” il PDL e il suo Leader: traduco meglio… niente vallette, niente attacchi da parte dei Lerner e delle Dandini contro Berlusconi (vi ricordate la campagna contro le veline?), quindi il PDL “respira” (rispetto agli attacchi del 2011). Fatto sta che è INGIUSTO che le vallette vengano “sacrificate” sull’altare della sopravvivenza elettorale del PDL, anche perchè non servirà a nulla questo “sacrificio”.



12. style_93 ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 14:33

x 6. Fafo1970 e 9. fabio
Forse non lo sapete, ma tagliando la spesa pubblica (o, se preferite, “riduzione del perimetro di intervento dello Stato”, per dirlo come dice Oscar Giannino) si possono tagliare le aliquote fiscali o abolire questo o quel balzello… ma farlo capire agli italiani, è durissimo: d’altronde, ancora oggi (2013) molti italiani pensano che la scuola pubblica fa “agare” perchè ci sono pochi soldi, quando invece il problema è che si sprecano soldi in pien di “azzate” che non servono a niente…



13. fabio94 ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 14:35

@fabio: Quel comico che dici te sono troppi anni che si è buttato in politica! Adesso è ora che si butti si… dalla finestra!!



14. Marco MDNA ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 14:41

fabio94:Le due vallette avevano altri impegni(mi pare che una ha partecipato a Veline)e poi Bonolis e gli altri autori del programma hanno pensato che dare più spazio al pubblico potesse essere positivo per il programma(e anche questa teoria si è rivelata vincente. Volevo poi tornare a un discorso tra me e fabio che si è interrotto l’altro giorno: sono d’accordo con te che Bonolis è un fuoriclasse e che senza di lui il programma ne risentirebbe,ma penso anche che il programma è ben confezionato,e quindi alle persone piace anche il meccanismo del gioco oltre che il conduttore. Non mi dirai che anche Tira e Molla piaceva solo per la presenza di Bonolis?Oppure era anche un programma ben confezionato?



15. fabio94 ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 15:10

Marco MDNA: Tutte e due sono state a Veline quest’estate



16. tania ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 15:26

Fabio:Non dico nulla come non ho detto nulla a te, te la sei presa per una frase riportata da Laurenti che a sua volta ha ripreso da Massimo Troisi.Non piace il mio essere dissacrante?pazienza!Il blog mi conosce bene,se devo dire qualcosa a qualcuno lo nomino.Detto questo tranquillo che non c’e’ l’avevo con te.La tua carissima scaricatrice di porto ;)



17. tania ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 15:28

Anzi pardon: da una scena in cui c’ era Massimo Troisi nel film ” Non ci resta che piangere”



18. MissMartin ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 15:51

sono contenta per Bonolis. il programma mi piace… è leggero, divertente e appassionante. Alcuni personaggi del minimondo sono davvero bravi… unica pecca del programma secondo me è laurenti. mi piace quando canta, ma non sopporto davvero quando vuol fare ridere a tutti i costi. tipo quando c’è la domanda che perde 10 minuti per leggere e si mette a ridere perdendo un sacco di tempo o quando fa la sua telefonata del ricattatore. Inoltre penso che una volta abbia pure esagerato: in una delle sue domande la risposta corretta ad un fatto realmente accaduto era lo stupro di una pecora di un presepe vivente… non ha fatto altro (come sempre) che ridere per tutta la domanda, senza pensare che la violenza sessuale sugli animali domestici è tuttaltro che una cosa su cui ridere!!!



19. fabio94 ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 16:16

@style_93: Lo so, e sono d’accordo con te. La mia era una domanda provocatoria



20. fabio94 ha scritto:

3 gennaio 2013 alle 16:33

@style_93: Infatti se ci si fa caso anche le veline di Striscia rispetto a anni fa hanno un abbigliamento del tutto diverso, come anche tutte le donne e ragazze della tv; come ho scritto ieri nel post dedicato alla Ciampoli a La7. Basta confrontare gli stacchetti di oggi con quelli di qualche anno fa (per esempio epoca Melissa e Thais). Ovvio che Berlusconi dopo aver fatto scandali di ogni tipo con tutte le “sue” ragazze, delle quali molte stavano in tv proprio sulle sue reti, cerca di riconquistare le donne partendo dal togliere tutte la vallette della tv.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.