29
dicembre

GIORGIO GABER: ANCHE CHE TEMPO CHE FA DEDICA UNO SPECIALE AL SIGNOR G

Giorgio Gaber

Dieci anni e non sentirli. Sono già passati due lustri dalla morte di Giorgio Gaber, ma grazie al lascito delle sue canzoni (e delle sue mimiche), il Signor G pare non essersene andato mai. In ogni caso non poteva mancare un ricordo del cantautore milanese, scomparso proprio il primo gennaio del 2003. Così Che Tempo Che Fa ha annunciato lo speciale G di Gaber, che andrà in onda lunedì 21 gennaio in prima serata su Rai 3.

La Rai, però, ha deciso di ricordare Giorgio Gaber anche sabato 12 gennaio, con una serata dedicata al cantautore su Rai 5, mentre sul sito ufficiale della trasmissione di Fabio Fazio è online da qualche giorno il testo di uno dei brani più celebri di Gaber (Ma cos’é la destra cos’é la sinistra), con gli utenti che si cimentano proprio nella ricerca della destra e della sinistra.

La Rai ha deciso così di rendere omaggio alla figura di Giorgio Gaber, ancora oggi molto discussa e al centro di uno spettacolo teatrale di Andrea Scanzi molto seguito, in scena da mesi in molti teatri d’Italia.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Fabio Fazio
Che Tempo Che Fa: listini pubblicitari ritoccati al ribasso. Ecco i tariffari a confronto


Silvio Berlusconi, Che tempo che fa
Silvio Berlusconi, gaffe da Fabio Fazio: «Cinquestelle nostri alleati» – Video


Angelo Teodoli
Rai 1: nuovo show per Benigni, tornano i David di Donatello con Carlo Conti. Si tratta per la Champions


fabio-fazio che tempo che fa
Che Tempo Che Fa: Fazio debutta su Rai1 con Morricone e Beppe Fiorello. Ci sarà anche Rosario?

1 Commento dei lettori »

1. aleimpe ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 17:19

Intanto Mediaset non riprogrammerà lo speciale su Gaber che aveva fatto 10 anni fa… :(



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.