29
dicembre

TG1, SALTA L’INTERVISTA A BERLUSCONI: SPAZIO A MONTI. SILVIO SPIAZZATO DALLA MOSSA DEL PROF

Silvio Berlusconi, Mario Monti

Lo “sgambetto” mediatico del Professore sarà anche stato involontario, ma non per questo meno doloroso: Silvio Berlusconi ci ha sbattuto il muso in pieno. Ieri sera, infatti, il Cavaliere ha dovuto rinunciare al suo previsto intervento al Tg1 delle 20 a causa del protrarsi della conferenza stampa indetta a sorpresa da Mario Monti al Senato. Il premier dimissionario aveva convocato i giornalisti per annunciare la sua disponibilità a guidare una coalizione centrista, e così le sue dichiarazioni hanno preso il sopravvento nei notiziari della sera.

Di fronte all’annuncio del professore e al conseguente susseguirsi delle notizie, l’intervista al Cavaliere – che sarebbe stato spiazzato – avrebbe avuto poco senso senza un commento alla mossa montiana. Dunque, “per l’evoluzione della giornata politica” il previsto intervento di Berlusconi al Tg1 non c’è stato, come annunciato in diretta dalla conduttrice Laura Chimenti. La mancata occasione verrà recuperata in un secondo momento, visto che il notiziario Rai ha comunque in programma di dare voce a tutti i leader politici in vista delle prossime elezioni.

Tra di essi ci sarà anche lo stesso Monti, che non è candidato ma sarà a capo di una coalizione di liste unite attorno alla sua Agenda. Con un provvedimento varato ieri, infatti, l’Agcom ha esteso le norme sulla par condicio anche ai soggetti non candidati, come il Professore ed il guru a cinque stelle Beppe Grillo. Come scrivevamo, pare che il premier dimissionario abbia pronta una controffensiva mediatica per promuovere il suo progetto, e forse non è un caso che ieri sera egli abbia catalizzato su di sé l’attenzione a discapito del Cavaliere.

Dietro la (mancata) intervista di Berlusconi al Tg1 si cela però un altro retroscena, legato alla conduzione del faccia a faccia stesso. Secondo Dagospia, il DG Rai Gubitosi aveva designato Monica Maggioni come intervistatrice unica dei leader politici per il Tg1, ma tale decisione avrebbe subìto un repentino dietrofront: nel comunicare la sua scelta, il DG sarebbe infatti scivolato su alcune violazioni sindacali e contrattuali che lo avrebbero costretto a cambiare intervistatrice.

Così l’incarico è stato affidato alla giornalista Cecilia Primerano, considerata vicina al Cavaliere. In ogni caso, il faccia a faccia è stato cancellato e rimandato: l’Agenda Monti ha voluto così.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Enrico Mentana
BERSAGLIO MOBILE: BERLUSCONI, BERSANI E MONTI DA MENTANA CHE BRUCIA MIMUN E GRUBER


Italia Domanda
ITALIA DOMANDA: MONTI, BERLUSCONI E BERSANI SI SFIDANO IN PRIME TIME SU CANALE5


Ballarò, Giovanni Floris
BALLARO’ IN ONDA ALLA DOMENICA FINO AL VOTO. BERLUSCONI, MONTI E BERSANI SU RAI2 CONTRO SANREMO


Berlusconi, Monti e Bersani a confronto su Sky Tg24 l'8 febbraio
BERLUSCONI, BERSANI E MONTI VERSO UN CONFRONTO SU SKY TG24 L’8 FEBBRAIO

18 Commenti dei lettori »

1. amazing1972 ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 10:04

non dicevate di non essere un blog politico?



2. morgatta ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 10:16

eh….la coerenza….



3. Nina ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 10:25

Non capisco le lamentele. Si tratta di una cosa televisiva, si tratta di una beffa per il cav. e non siete contenti?



4. morgatta ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 10:28

Nina, non ci si lamenta del post in se, ma del pippotto dell’altro giorno sulla spettacolarizzazione della politica dalla quale questo blog si è dissociato, salvo poi darci solerte notizia delle esternazioni della minetti e della linea che si dice di voler seguire e poi non si segue…



5. Davide Maggio ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 10:28

morgatta: del quale, evidentemente, non hai capito nulla.



6. morgatta ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 10:31

puo’ essere davide,o puo’ essere anche che non ci si è ben spiegati



7. Eugenio ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 10:35

La spettacolarizzazione della politica é un fatto televisivo che un blog che tratta di tv non può non affrontare. Anche il fatto accaduto ieri al tg1 é curioso da raccontare televisivamente. Non si tratta di uno sgambetto politico, ma di un involontario sgambetto mediatico, indi per cui i blog che si occupano di media ne parlano. É così difficile da capire senza che tutti si mettano ad urlare alla politicizzazione del blog?



8. Giuseppe ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 10:41

Politica e televisione sono inscindibili, specialmente per quanto riguarda la Rai che è un servizio pubblico al servizio dei potenti di turno, specie quelli politici. Quindi è gioco forza che chi si occupi di televisione si occupi anche di politica.

Quello che sta avvenendo con Monti è il puro e semplice palesamento di quanto già sì sapeva: Monti non è un tecnico ma un abile politico sostenuto in modo particolare da alcune potenze straniere, per esempio dallo Stato del Vaticano. Temo che dovremo sorbircelo in tv per tutta la campagna elettorale e, temo, anche dopo.



9. morgatta ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 10:42

Eugenio, è esattamente il contrario di cio’ che dici, perchè c’è un precedente che forse ti è sfuggito



10. Davide Maggio ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 10:47

morgatta: lo penso sempre. Ma in quel post penso che non si potesse essere più chiari. Ora, ti pregherei di riportare qui, commentandole, le valutazioni politiche che sono state fatte nel post.



11. pig ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 11:03

Come mai nessuno nota che ieri nell’edizione delle 20 del TG5 c’è stata una lunga intervista a Pierluigi Bersani con tanto di primi piano ai cartelloni elettorali con su scritto “Il 24-25 febbraio vota PD”?

Mediaset non era quella che non dava voce agli altri esponenti politici?



12. Nina ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 14:21

Giuseppe: io “temo” che tu abbia ragione.



13. IostòconBersani ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 14:29

Ma sto nano di B. ancora in giro a rompere i coglioni, crede veramente di poter vincere le elezioni? ahahah



14. fabio94 ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 15:03

Eh si, purtroppo la televisione è quasi sempre legata alla politica



15. fabio ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 15:16

Monti ha il sostegno del Vaticano sulla sua salita in politica. Sicuramente potrà avete spazio quanto silvio, visto che entrambi potranno contare su appoggi in Rai per consiglieri di partito o dalla chiesa. Sarà così una campagna ad armi pari televisiva.
Ed il portavoce leardi potrà rassegnarsi ad elencarci più le interviste di Mario che del signor b.



16. Giuseppe ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 15:38

Nina, specialmente in specie temo di sì (a volte sono un po’ ridondante e, giocoforza, errante).



17. Marco Leardi ha scritto:

29 dicembre 2012 alle 21:33

@fabio. sono portavoce di me stesso, qui le provocazioni idiote non attaccano.



18. style_93 ha scritto:

30 dicembre 2012 alle 14:33

x 17. Marco Leardi
Nell’archivio con TAG “Silvio Berlusconi” ci sono solo CINQUE articoli su Berlusconi (di cui DUE “in comune” con il TAG “Mario Monti”). Vedi caro Leardi, i lobotomizzati di sinistra credono ancora che Monti ha salvato l’Italia (anche Petain ha salvato la Francia, no?), che il PD difende i lavoratori (con il vicesegretario Enrico Letta che è anche il vicepresidente dell’Aspen Istitute Italia guidato da Tremonti il PD difende i lavoratori?) ed è contro i poteri forti (certo, come no! G Sachs ha detto di votare e far votare per il PD perchè esso è “utile” alle loro manovre…) e quindi questi lobotomizzati non sopportano chi dissente da loro (vedi il sottoscritto) oppure non sopportano chi se ne sta fuori (come Leardi) da queste cose e quindi viene sospettato di essere un “infame”… tutto qui.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.