7
dicembre

BOLDI VS AMENDOLA: “I CESARONI E’ COMPLETAMENTE ISPIRATO AD UN CICLONE IN FAMIGLIA”

Massimo Boldi

Doveva essere la stagione del rilancio e invece, dati d’ascolto alla mano il quinto capitolo de I Cesaroni si è rivelato tutt’altro che vincente. Basti pensare che lo scorso venerdì 30 novembre i due episodi della serie, con protagonisti tra gli altri Claudio Amendola e Elena Sofia Ricci, si sono fermati ad una media di appena 3.807.000 telespettatori con il 14.42% di share. Ascolti al di sotto delle aspettative che potrebbero risalire con gli ultimi due appuntamenti di questa stagione, caratterizzati dall’atteso ritorno nel cast di Alessandra Mastronardi nei panni dell’amata Eva Cudicini, ma anche dall’assenza di Tale e Quale Show, il varietà in salsa talent di Rai1 conclusi con risultati record la scorsa settimana.

Archiviato il “nemico” Carlo Conti, i Cesaroni devono però fare i conti con Massimo Boldi, che proprio questa settimana in un’intervista rilasciata al settimanale Chi, ha attaccato la serie a marchio Publispei, sostenendo che la fiction sia in realtà ispirata ad Un ciclone in famiglia, la serie tv da lui interpretata dal 2005 al 2008. L’attore ha spiegato:

“I Cesaroni è completamente ispirato alla serie che facevo io, “Un ciclone in famiglia”. Dicono di aver preso un format spagnolo, ma che cosa c’è di spagnolo in una fiction dove parlano romano ed è ambientata alla Garbatella?”

Dichiarazioni chiaramente ad effetto, rilasciate probabilmente per destare curiosità intorno a Natale a 4 zampe, il telepanettone prodotto ed interpretato da Boldi, in onda sotto le feste su Canale5. Del resto i punti in comune tra I Cesaroni e Un ciclone in famiglia sono gli stessi di decine di altre serie tv incentrate su nuclei familiari più o meno allargati. Una “faida” tra famiglie del piccolo schermo che non ha dunque motivo d’esistere, al punto che nessuno dei membri dei Cesaroni ha pensato, almeno per il momento, di replicare a quanto detto dal comico di Luino. 

In attesa di sapere come andrà a finire lo scontro tra i Cesaroni e i Fumagalli, vediamo insieme le anticipazioni degli ultimi due episodi, in onda venerdì 14 dicembre come sempre alle 21,10 su Canale5.

Nel primo episodio dal titolo Un vero dramma, Ezio (Max Tortora) viene a sapere dai giornali che il capitano che aveva sposato lui e Stefania (Elda Alvigini) anni prima su un barcone era un truffatore. Dunque il matrimonio non è valido ed Ezio vorrebbe sfruttare il suo nuovo status di single, ma rischia di rovinare il suo rapporto con Stefania; Giulio (Claudio Amendola) e Lucia (Elena Sofia Ricci) cercano di rimettere le cose a posto tra i due. Francesco (Alessandro Tersigni) chiede ad Alice (Micol Olivieri) di convivere e la ragazza accetta. Rudi (Niccolò Centioni), che ormai si ritiene sconfitto, affida il suo amore per Alice a dei “post it” che la ragazza trova per caso. Per via della presenza di Eva (Alessandra Mastronardi), il rapporto tra Marco (Matteo Branciamore) e Maya (Nina Torresi) sembra non resistere ai contraccolpi.

Nel secondo episodio, intitolato Ci sono della gente che non li fanno più, sono trascorsi trent’anni dalla morte del padre Romolo e per celebrarlo Cesare (Antonello Fassari) intende spostare la salma in una nuova cappella. La bara sembra essere scomparsa, ma Giulio e Augusto (Maurizio Mattioli) cercano di tenere nascosto a Cesare che il padre aveva un’amante e che volle essere sepolto accanto a lei. Alice, dopo aver trovato i post-it in cui Rudi le confessa il suo amore, è sempre piu’ confusa e Rudi pensa che la ragazza abbia scelto Francesco (Alessandro Tersigni), ma la notte prima dell’inizio delle vacanze Alice gli scrive una lettera. Marco cerca di far funzionare il ritrovato rapporto con Eva, ma pensa continuamente a Maya.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Provaci Ancora prof 7
Provaci Ancora Prof 7: anticipazioni ultima puntata di giovedì 19 ottobre 2017


Tutto può Succedere 2
Tutto può Succedere 2: anticipazioni ultima puntata di giovedì 29 giugno 2017


Solo per Amore 2 - Antonia Liskova
Solo per Amore 2: anticipazioni ultima puntata di mercoledì 28 giugno 2017


Simona Ventura - Ultima puntata Selfie 2
Selfie: «Nel male e nel bere» si chiude la seconda edizione. Anticipazioni e foto dell’ultima puntata

6 Commenti dei lettori »

1. Fiò ha scritto:

8 dicembre 2012 alle 00:15

Sarà per questo che sono noiosi entrambi?



2. Laura ha scritto:

8 dicembre 2012 alle 01:26

Sarà ma Boldi ultimamente mi sembra sempre più orientato al patetico. Prima la querelle contro De Sica, poi diversi flop, ora fa pure una tristissima pubblicità(quella degli allarmi)…ma andare in pensione, ritirarsi e godersi la vecchiaia,no?!

E comunque anche i Cesaroni non si possono più guardare!



3. amazing1972 ha scritto:

8 dicembre 2012 alle 06:22

dubito che la serie spagnola da cui è tratto i cesaroni,scopiazzasse un ciclone in famiglia. ma poi,lo dice dopo 7 anni dall’inizio dei cesaroni?
mi spiace ma la caduta nell’oblio lo ha reso davvvero patetico



4. matteo quaglia ha scritto:

8 dicembre 2012 alle 08:10

che cosa c’e’ di spagnolo in una serie in cui si parla romano ed e’ ambientata alla garbatella?? se si fa una serie ispirata a una serie estera in italia , nella serie parlerai in lingua estera o in italiano?? se decidi di ambientarla a roma utilizzando il quartiere della garbatella nella serie i quartieri le vie saranno dette e saranno usate immagini dei paesi esteri o le immagini di roma?? quindi per esempio anche la serie benvenuti a tavola sara’ copiata dalla sua visto che ci sono 2 famiglie in cui i mariti chef sono rivali e si incontrano per via dei figli e via dicendo a frequentarsi?? stavolta boldi ha toppato di brutto



5. tinina ha scritto:

8 dicembre 2012 alle 10:08

Concordo in toto con Laura e amazing!



6. lucio voreno ha scritto:

8 dicembre 2012 alle 10:38

Bisogna accettare il viale del tramonto: con queste dichiarazioni Boldi scade nel patetico.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.