30
ottobre

VOLARE: FRANCO MIGLIACCI MINACCIA AZIONI LEGALI CONTRO LA FICTION SU MODUGNO

Beppe Fiorello ne Il Grande Mimmo

Criminali rivalutati ed elevati a modelli generazionali, vite romanzate eccessivamente, omissioni e imprecisioni. Quando si trasporta in tv la vita di un personaggio realmente esistito, il rischio d’incappare in qualche polemica è dietro l’angolo. E così, dopo i recenti e controversi biopic su Tiberio Mitri ed Enzo Tortora, anche la miniserie Volare – La Grande Storia di Domenico Modugno (ex Il Grande Mimmo), dedicata a Domenico Modugno, ancor prima di andare in onda su Rai1, ha creato i primi malumori.

A scatenare le polemiche è questa volta il paroliere Franco Migliacci, amico e storico collaboratore di Modugno, che, dopo aver visto uno spezzone della fiction con protagonista Beppe Fiorello nei panni dell’indimenticato cantante, ha deciso di ricorrere a vie legali, chiedendo di togliere la scena in cui viene mostrata al pubblico la creazione del brano Nel blu dipinto di blu. Migliacci non ha apprezzato il  modo in cui il regista Riccardo Milani e gli sceneggiatori Sandro Petraglia e Stefano Rulli hanno presentato il suo personaggio. Ecco le dichiarazioni del paroliere a Il Corriere della sera:

“Mi sono visto per caso in una scena della fiction trasmessa nella puntata del “Viaggio” di Pippo Baudo dedicata a Modugno e sono rimasto basito. Mi sono sentito offeso e umiliato. Non c’è nulla di vero nella ricostruzione di quell’episodio. Viene ricostruita un’ipotetica discussione tra me e Modugno totalmente inventata. E’ una scena breve, ma sufficiente per dare l’immagine di un Migliacci smarrito, psicologicamente labile! Vengo trattato da Mimmo come un drogato, uno stordito che non capisce niente, un povero deficiente! Tutto falso! Un ignobile tradimento…Un conto è romanzare, un conto è travisare. Non voglio nuocere alla fiction su Modugno, ma devo difendere la mia persona. Sono talmente indignato, che taglierei quella scena con le forbici.”


Puntuali le dichiarazioni del regista e degli sceneggiatori che alle accuse di Migliacci hanno risposto:

“Siamo molto dispiaciuti del malinteso, nato dall’estrapolazione di una scena, peraltro ancora in fase di edizione e dunque non definitiva. La ricostruzione del personaggio di Migliacci é stata fatta con un profondo rispetto ed affetto per la sua figura e per il suo ruolo decisivo avuto nella vita di Modugno e nella creazione di “Nel blu dipinto di blu”, pezzo tra i più celebri di sempre della canzone mondiale”

Petraglia aggiunge:

“Siamo andati a trovare Migliacci nella sua villa ed è stato lui a raccontarci tutto. Inoltre, descriviamo la creazione della celebre canzone non solo in quella scena, ma in una serie di scene che prendono almeno una ventina minuti della fiction. Prima di giudicare, vorrei che Migliacci le vedesse tutte”.

Migliacci smentisce lo sceneggiatore e minaccia di agire legalmente. L’autore di successi come Tintarella di Luna, La Bambola e Ancora ha, infatti, deciso di farsi difendere in tribunale dall’avvocato Giorgio Assumma, uno dei maggiori esperti in materia di diritti d’autore, ed ex presidente della Siae.

“Non ricordo di aver mai incontrato gli sceneggiatori o non si sono manifestati in quanto tali. Avevo saputo di questo progetto da Franca, la vedova di Mimmo. La Rai convochi al più presto una riunione per esaminare il modo di sostituire la scena della fiction su Domenico Modugno relativa alla creazione della parte letteraria di Nel blu dipinto di blu; in caso contrario il mio legale inizierà la procedura civile di urgenza anche per chiedere il risarcimento dei danni subiti.”



Articoli che potrebbero interessarti


Volare 16
VOLARE – LA GRANDE STORIA DI DOMENICO MODUGNO: CON BEPPE FIORELLO E KASIA SMUTNIAK QUESTA SERA E DOMANI SU RAI1


Domenico Modugno - Il Grande Volo
DOMENICO MODUGNO – IL GRANDE VOLO: QUESTA SERA SU RAI 2 IL RICORDO DEL CANTAUTORE


Volare
VOLARE ANCORA: BLOCCATO IL SEQUEL DELLA FICTION SU MODUGNO


Trilussa - Storia d'Amore e di Poesia
2013 IN TV – UN ANNO DI FICTION DI SUCCESSO

1 Commento dei lettori »

1. PierVivaCanale5 ha scritto:

30 ottobre 2012 alle 17:58

Andassero a Forum



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.