2
ottobre

ALESSANDRO SALLUSTI BACCHETTA MENTANA: FINGE DI ESSERE SUPER PARTES MA E’ UN GRANDE BLUFF

Alessandro Sallusti

Dopo la condanna a 14 mesi di reclusione per un articolo non scritto da lui, l’ex direttore del Giornale Alessandro Sallusti si è tolto qualche sassolino dalla scarpa. Così, giusto per dare un nome e un volto alle circostanze. In un’intervista concessa al settimanale Vanity Fair in edicola domani, il giornalista è tornato a parlare del caso giudiziario che lo ha portato sulle prime pagine dei quotidiani, assestando qualche stoccata di rovescio.

Dai vertici del Pdl al premier Monti, passando per Fini e Sarkozy, Sallusti fa i nomi di chi avrebbe “per certo” chiesto la sua testa. Nell’elenco sono compresi anche i ‘nemici’ Ezio Mauro, Marco Travaglio ed Enrico Mentana, i quali tuttavia espressero parole di solidarietà nei suoi confronti.

Anche loro sono corresponsabili di questa sentenza. Hanno creato nei miei confronti un clima di odio e di denigrazione, il presupposto mediatico su cui si è inserita una magistratura in malafede. In questo Mentana è il più bravo e il più pericoloso, il suo fingere di essere super partes è uno dei grandi bluff del giornalismo italiano. Vorrei andare in carcere solo per sputtanare questi finti paladini della libertà

ha commentato Sallusti. Parole non certo tenere, soprattutto nei confronti del Mitraglietta di La7.

E pensare che il direttore del Tg La7 arrivò addirittura a definire “infame” l’ex giornalista Renato Farina, cioè colui scrisse l’articolo diffamante sotto lo pseudonimo di Dreyfus. “Se fosse stato un uomo avrebbe dovuto confessare, che l’abbia fatto ora fa cadere le braccia” commentò al riguardo in diretta, nel corso del suo notiziario.

Ma Sallusti, che ora non le manda a dire, fa una riflessione più ampia che colpisce proprio quella tanto esibita (e presunta) imparzialità che ha trasformato Mentana in una sorta di modello del buon giornalismo televisivo. Un modello che, senza giri di parole, l’ex direttore del Giornale non ha esitato a definire un “grande bluff”.

Condannato, dimissionato, e forse già sostituito (Mario Sechi – si vocifera – potrebbe prendere il suo posto) Sallusti non ha deposto le armi. I detrattori lo chiamavano “mortimer”… Alla faccia: è vivo e lotta insieme a noi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Enrico Mentana
La7, Mentana sorprende l’inviato distratto: «Celata sta rimorchiando, scena terribile» – Video


Rigopiano - TGLa7
ENRICO MENTANA: LA TRAGEDIA DI RIGOPIANO NON SIA L’INCIDENTE DI VERMICINO


Enrico Mentana
LA7, MENTANA CONTRO IL ‘BOICOTTAGGIO’ DEL M5S: “QUESTA E’ UNA BAMBINATA (…) PROTESTA DEL TUTTO FUORI LUOGO FATTA DA ROCCO CASALINO” (VIDEO)


TgLa7, attentato a Nizza
ATTENTATO A NIZZA: MENTANA IMPROVVISA UNA ‘MARATONA’ NOTTURNA IN COLLEGAMENTO TELEFONICO

78 Commenti dei lettori »

Pagine: [1] 2 » Mostra tutti i commenti

1. MisterGrr ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 18:08

alla faccia.



2. Critico Tritatutto ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 18:25

Grande ironia nel pezzo,mi è piaciuto proprio.
Ben fatto,condivisibile,ed equlibrato.

Bravo Marco.



3. amazing1972 ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 18:26

a sallusti un po di carcere farebbe solo bene. deve ringraziare la casta dei giornalisti che lo difende solo perchè vogliono che sia fatta una legge per salvaguardare chi scrive,perchè lui è indifendibile sempre



4. Critico Tritatutto ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 18:32

Amazing:alla faccia della libertà di stampa.
Complimenti.



5. Gabriele90 ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 18:33

Quindi se sei schierato sei di parte, se sei neutrale non lo sei veramente. Essere obbiettivi no?



6. Francesca ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 18:35

La magistratura che definisce in malafede e che continuerà a denigrare e insultare senza ritegno ha applicato una legge che esiste e che il parlamento non ha mai cambiato neanche quando c’erano i suoi adorati berlusconi e bossi al governo.

non dico che la galera sia giusta xk molti k hanno fatto peggio e ‘vivono e lottano’ con noi senza averlo manco mai visto il carcere ma Sallusti era un direttore RESPONSABILE di un giornale e come tale deve assumersi tutte le responsabilità di ciò che accettato di pubblicare. Prendersela con Mentana ora non gli serve a nulla anche gli è e gli sarà sempre superiore.

Per altro ha continuato, in diretta dalla d’urso, a prendersela con Napolitano e dirsi pronto a rifiutare la grazia “da uno come lui”… E ancora la Santanchè a difenderlo e a riempire di m**** i giudici alimentando la campagna di odio vs la giustizia intrapresa dal governo Berlusconi… Ecco però che Sallusti si trasforma in un santo e riceve la solidarietà da chiunque… uno che spesso e volentieri nei suoi interventi non ha avuto rispetto per nessuno e che ora continua a farlo.



7. Nina ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 18:39

@Francesca: ha detto così? Ha fatto più che bene. Non capisco perchè uno non possa attaccare la magistratura.



8. Francesca ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 18:45

io neanche capisco perchè la magistratura secondo lui non possa applicare le leggi che ci sono dato che è tanuta a fare proprio questo.



9. Nina ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 18:53

E allora già che ci siamo perchè non viene mandato in carcere un Santoro che ha mandato in onda l’intevista di Ruotolo a quella escort che diceva balle?



10. Pippo76 ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 18:57

Da che pulpito viene la predica…



11. Pippo76 ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 18:59

Nina
Ma l’articolo riconosciuto diffamatorio perchè fu scritto da Betulla Farina con uno pseudonimo sul suo giornale..?
Partiamo da questi due fatti gravi ( articolo diffamatorio ed articolo scritto da un giornalista radiato dall’ordine) e poi partiamo.



12. Pippo76 ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 18:59

*e poi parliamo



13. Pippo76 ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:01

Leardi..tu hai fatto un articolo su queste affermazioni di Sallusti ma nel merito perchè lo definisce bluff? Riguardo cosa? Episodi specifici?
Altrimenti sono parole al vento che non dicono nulla di concreto..



14. Pippo76 ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:04

Non capisco perchè uno non possa attaccare la magistratura.
—-
Giusto. Il sommo maestro ne ha fatto uno suo cavallo di battaglia… :-)
Quindi adesso è normale prendersela con magistrati e denigrare pure il capo dello Stato ( “uno come lui”… saranno ottime persone quelle che lui ha sempre difeso forse)



15. Nina ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:07

Pippo tu sei fissato con il fatto che abbia fatto scrivere Farina, ma ti ripeto non è stato condannato per questo.



16. Francesca ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:09

non capisco l’ attinenza . cmq queste sono le parole dell articolo :Qui ora esagero, ma prima doma­ni di pentirmi, lo scrivo: se ci fosse la pena di morte, e se mai fosse ap­plicabile in una circostanza, que­sto sarebbe il caso. STA PARLANDO DI UN MAGISTRATO e anche se così non fosse e si fosse rivolto a chiunque altro nn puoi servirti di un giornale nazionale x augurare la pena di morte, a NESSUNO.



17. Pippo76 ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:10

Vuoi che non lo sappia che non è stato condannato per questo..? :-D
Certo non è un punto a suo favore o un esempio di grande giornalismo..



18. Nina ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:10

ah pippo scusa, ma ti manca una parte Farina non è stato radiato si è dimesso.



19. Nina ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:14

Francesca, sono d’accordo, ma vi rendete conto che non è questo il problema? Insomma è stato condannato perchè nell’articolo si sosteneva che il giudice avesse COSTRETTO la ragazzina ad abortire, non certo per la cattiveria espressa. Dunque se voi dite che è giusto mi può anche stare bene è la vostra opinione. Non mi sta bene che per voi sia giusto perchè Sallusti e Farina sono brutti e cattivi e prima o poi devono andare in galera.



20. Nina ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:15

Allora pippo spiegati meglio perchè non riesco a capire perchè continui a parlare della gravità del fatto che avesse fatto scrivere un giornalista che non lo era più.



21. Gah! ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:17

“…per sputtanare questi finti paladini della libertà”,wow tanto di cappello. Eh si che Mentana si era mostrato anche solidale nei confronti di questo qua…



22. Pippo76 ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:18

ahhaha
Non è stato radiato perchè furbescamente si è dimesso prima.
Pensi che non lo sappia scusami?
Adesso mi vuoi dire anche che Pio Pompa non è stato condannato per aver pubblicato notizie false in cambio di denaro dai servizi segreti? (Il dossier falso su Prodi). La condanna per faoreggiamento sul caso Abu Omar..?
Insomma cara Nina..questa gente scriveva alla fine quell’articolo



23. Pippo76 ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:19

Perchè rimane un fatto grave.
Punto.
Non può dare lezione di giornalismo a nessuno davvero



24. Davide Maggio ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:21

Pippo76: non fare sempre il professore. Te lo chiedo per favore. Diventa insopportabile leggere i tuoi commenti Pippo.



25. Francesca ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:21

Nina, mi spieghi esattamente dive ho detto k Sallusti-il-perseguitato-dalle-toghe-rosse deve andare in galera xk è brutto e cattivo???



26. Nina ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:21

Gah: solidarietà pelosa.



27. Marco Leardi ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:22

L’imparzialità assoluta non esiste, dunque è sempre un bene dubitare dei cosiddetti giornalisti super partes, dei “finti paladini della libertà” per dirla alla Sallusti.



28. Nina ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:23

Francesca: tu hai parlato del fatto che gli abbia augurato la morte. Questa non è diffamazione è cattiveria.



29. Gah! ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:23

Nina
“Solidarietà pelosa”,cioè?



30. Pippo76 ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:27

Marco, ma non tutti sono sullo stesso livello..
Tra un Montanelli ed un Fede c’era differenza eppure sempre di giornalisti si parla



31. Francesca ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:29

Nella prima cosa che ho scritto ho dtt chiaramente k se ci deve andare ci va xk è responasabile d qll k ha pubblicato. DOPO ho scritto le parole che Farina HA SCRITTO e Sallusti PUBBLICATO. il fatto che sia brutto e subdolo è indubbio ma non lo metterei mai ingalera per questo.



32. Gah! ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:32

In ogni modo non voglio stare a perdere del tempo per Sallusti…



33. Marco Leardi ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 19:41

@Pippo76. Montanelli fu molto osteggiato, soprattutto dalla sinistra, e solo di recente è stato elevato a patrono del buon giornalismo (in modo talvolta strumentale).
Fede non ha bisogno di commenti: la sua faziosità era colossale, spudorata. Per questo quasi innocua.



34. Critico Tritatutto ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 20:14

Pieno di paladini della libertà di stampa.
Sempre i soliti “se” e i soliti “ma”.

Vorrei vedere se fosse capitato ad un Travaglio [che si difende dalle querele per i suoi articoli spesso offensivi adducendo libertà di satira]o una De Gregorio,o chi vi pare.

E’ una norma che va cambiata,e non da ora.
Per permettere a chiunque di poter scrivere senza rischiare la galera.

Poi visto che a molti piacciono le “coincidenze”,eccone una: il giudice che ha condannato Sallusti è amico di quello che lo aveva denunciato.
Che coincidenza!!!!



35. liberopensiero ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 20:19

Il fatto che veda strani complotti,e’ l’ultimo delirio,la pena inflitta e’ giusta nell’an non nel quantum,nel senso che la galera,e’ eccessiva,rifletta sul perche’la parte politica che appoggia non l’hanno modificata.Bastavano la rettifica e le scuse,ma come ho gia’ detto era piu’ utile il vittimismo,tutto gia’ visto compreso gli attacchi ai colleghi piu’ bravi,che noia.



36. Pippo76 ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 20:21

Se si ravvisa che il giudice non abbia dato equa lettura o erronea applicazione dei dispositivi di legge, si denunci il fatto e non si facciano ulteriori articoli ‘diffamatori’ sul Giornale. Se non si può fare quel tipo di denuncia vuol dire che tutto è stato fatto a norma di legge e che la legge è uguale per tutti.



37. Pippo76 ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 20:25

@libero
Esatto. Bastava poco per evitare questo “delirio” (rettifica, scuse), ma ovviamente fa comodo passare per vittima in questo momento



38. Luna ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 20:33

E’ solo un poverino…scribacchino della politica teatrino dei rottamati !



39. liberopensiero ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 20:34

Marco Leardi,Montanelli in gioventu’ appoggio’ le teorie sulla razza,per questo era inviso al partito comunista,ma da uomo inteliggente cambio’radicalmente la propria forma mentis,conquistando la stima degli intellettuali anche di sinistra.L’ultimo Montanelli fortemente antiberlusconiano,e’stato fortemente strumentalizzato da parte di una certa sinistra,hai ragione su questo,e oggi viene considerato erroneamente a parer mio un giornalista di sinistra.



40. WFH ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 20:36

Caro DM, ti informo di una cosa: i vari Pippo76 non hanno capito una cosa… MAI E POI MAI in Italia un direttore di giornale era stato condannato (per di più senza l’uso delle “attenuanti”, ma sorvoliamo per semplicità…) per casi SIMILI a quello di Sallusti: perchè lui sì e gli altri no? Infatti gli altri direttori (anche e sopprattutto di sinistra) in passato hanno subito condanne solo a livello “dei sordini titinnanti”, mentre Sallusti dritto in galera, per di più SENZA attenuanti e SENZA la condizionale (come invece si è sempre fatto per altri casi, ovvero per i direttori – anche – di sinistra). Evidentemente, a differenza di altri giornalisti, Sallusti è “scomodo” per “qualcuno” di molto, ma molto in alto…? Andiamo su: come direbbe Crozza, “guardate gente che noi non abbiamo mica i peli delle bambole sul naso e soprattutto non siamo mica qui a pettinare il pelo dei bassotti”… ;) ! Chi vuol capire capisca… vero Pippo76 e amichetti vari? Qui siamo davanti ad un abuso della magistratura: infatti è facilmente dimostrabile che in casi SIMILI a quello di Sallusti MAI è stato dato il carcere (oppure hanno dato la pena “condizionata”), ma solo la condanna in moneta… SVEGLIA ;) !



41. WFH ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 20:50

x 39. liberopensiero
“Montanelli in gioventu’ appoggio’ le teorie sulla razza,per questo era inviso al partito comunista,ma da uomo inteliggente cambio’radicalmente la propria forma mentis,conquistando la stima degli intellettuali anche di sinistra.” – davvero? Potrei citarti centinaia di giornalisti COMUNISTI che “in gioventù” hanno OSANNATO la teoria della razza: eppure costoro MAI hanno avuto il minimo problema con il PCI perchè erano allineati al partito, mentre Montanelli era filo-DC (e quindi un nemico mortale).

“L’ultimo Montanelli fortemente antiberlusconiano,e’stato fortemente strumentalizzato da parte di una certa sinistra,hai ragione su questo,e oggi viene considerato erroneamente a parer mio un giornalista di sinistra.” – certamente: lo stesso vale per Enzo Biagi (l’uomo che scrisse “Mussolini il Duce se non avesse fatto la guerra – e le leggi razziali – , ovvero l’allenza con Hitler, sarebbe morto nel suo letto – come Franco in Spagna, ma sarebbe stato – osannato dagli italiani: infatti gli italiani provavano verso di lui un affetto sincero e si volevano sinceramente far governare da lui”) e altri che, in vecchiaia, hanno avuto l’ossessione contro il Berlusca… e quindi sono diventati subito idoli dell’ex-PCI in meno di un secondo.



42. Critico Tritatutto ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 20:55

Io non metto in dubbio sia stata applicata la legge: c’è,è uno schifo,e ribadisco che andava cambiata anni fa.

Resta il fatto che chi ha confermato la pena,è amico di chi a querelato,non è proprio “corretto”,se vogliamo essere obbiettivi.
Naturalmenet,visto il condannato che idee ah,va bene così,per molti.
Mi immagino se fosse successo ad uno di q

Quanto ai “professori” [cit]. e agli altri che dicono che Sallusti fa la vittima appositamente senza motivo,beh…Basta vedere chi lo dice quanto sia sempre stato obbiettivo, e quanto i giornalisti a loro cari siano specialisti nel vittimismo facile…



43. amazing1972 ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 20:55

sallusti (o chi per lui) ha scritto il falso,sapendo di farlo,per diffamare qualcuno. è giornalismo questo? si è preoccupato che stava sp….ndo una minorenne e la sua famiglia? in galera questa gente e buttate via la chiave! se l’italia è messa cosi,è anche grazie a questa gentaglia! qua la libertà di informazione non c’entra un piffero!



44. liberopensiero ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 20:56

Esiste per i giornalisti,la possibilita’ di rettificare e l’obbligo del direttore di sorvegliare,nessuno si e’ mai spinto oltre,Sallusti no e’ voluto andare oltre,doveva fare il martire ben sapendo che la legge prevedeva il carcere(che non fara’),tutto per sostenere assurde tesi contro la magistratura.Nessuno parla della parte,lesa del magistrato calunniato,che svolgeva le sue funzioni accusato di aver usato coercizione per portare una minore all’aborto,cosa infamante per di piu’gettato in pasto a una platea antiabortista e di crociati antigiudici.



45. Francesca ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 21:00

SALLUSTI NON E’ UN PERSEGUITATO (i perseguitati sono altri )non può avere la condizionale xk in passato ne ha usufruito due volte. IL MASSIMO CONSENTITO!!!!!!per la diffamazione se sn richieste pene inferiori a 2 anni l’ esecuzione è sospesa perchè si da la possibilità di scegliere i servizi sociali ,Sallusti può scegliere ma vuole andare in prigione per principio, ci vada allore,se vuole!



46. Critico Tritatutto ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 21:00

*mi immagino se fosse successo ad uno di quelli che questi paldini d’opinone e di democrazia leggono di solito.

Avrebbero parlato di coincidenze sospette e di magistratura corrotta [da chi sappaimo,ormai]come minimo.

Amazing: certo,certo…E’ come dici tu e tutti gli altri che qui sono depositari della verità.

A senso unico,però.



47. Tripolina ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 21:02

Io ancora non ho capito perchè è in carcere e manco mi interessa.
Ormai tra politica e TV non so chi sia peggio!
So solo che girano stipendi da capogiro!



48. Critico Tritatutto ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 21:07

Concordo con quanto afferma liberopensiero su Montanelli:ha scritto una verità sacrosanta.



49. WHITE-difensore-di-vieniviaconme ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 21:20

comunque basta con sta storia” per un articolo non scritto da lui” . è il direttore.



50. Marco Leardi ha scritto:

2 ottobre 2012 alle 22:53

@White. Beh, non è marginale la cosa.
Nel punto C la nota della Cassazione sottolinea infatti «la non identificabilità dello pseudonimo “Dreyfus” e, quindi, la diretta riferibilità del medesimo al direttore del quotidiano».
Se Farina avesse parlato, forse sarebbe cambiato qualcosa. Resta il fatto che quelle espresse erano semplici opinioni (seppur basate su informazioni erronee) e che lo stesso Farina, in un suo libro, dava indizi abbastanza espliciti sull’identità di Dreyfus.
Come mai non si è proceduto ad accertamenti più precisi?



RSS feed per i commenti di questo post

Pagine: [1] 2 » Mostra tutti i commenti

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.