28
settembre

X FACTOR IN THE AIR

X Factor 6

Vista la campagna promozionale che ha preceduto l’inizio della sesta stagione di X Factor, la seconda in onda su Sky, il telespettatore che il giovedì sera, divano, pigiama delle grandi occasioni e orecchie pronte all’ascolto, si sintonizza su Sky Uno ha la sensazione di guardare un palco, le luci colorate e i cantanti per la prima volta nella sua vita. Come se non ci fosse stato mai nessun Sanremo negli ultimi 60 anni. Comunque una volta svanito l’effetto emozionale, comincia la seconda puntata delle audizioni.

Ad Arisa, Simona Ventura, Morgan ed Elio il compito di giudicare i potenziali detentori dell’XFactor, tramite criteri tecnico-emozionali complessi che però nell’ottica di salvaguardare il telespettatore da giudici logorroici vengono ricondotti a un semplice “si” o un “no”. Certo il rischio del “pippone” si nasconde dietro ogni esibizione, ma nessuno ha mai detto che fare il telespettatore sia facile. Un breve riassunto della puntata precedente e il pubblico viene introdotto nelle atmosfere della seconda puntata dalla solita voce narrante così piena di pathos che se il libro Cuore fosse stato un talent sarebbe stato X Factor, che se Il Piccolo Lord avesse fatto il cantante sarebbe diventato Morgan e che se il telespettatore fosse stato masochista e avesse voluto tirarsi le pugnalate nello stomaco avrebbe guardato una puntata de L’Onore e il Rispetto.

Meno male che c’e Simona Ventura nella parte della mela verde per i diabetici. Basta una parola di Arisa pronunciata al momento sbagliato e gli indici glicemici del programma vengono riportati ai giusti livelli di acidità. Ariane apre la puntata. Quattro si per la ragazza e un cappottino di cachmere per la Ventura. Che le sono venuti i brividi. Si intuisce già dalle prime esibizioni che il livello della seconda puntata è decisamente più alto della precedente. Meno spazio a cantanti improbabili a beneficio di performance che si sono distinte per l’alto livello sia emozionale sia tecnico.


Effetto bypass soprattutto per l’esibizione di Mara. Dalle orecchie al cuore alle ghiandole lacrimali con una sola canzone. Più che una cantante un chirurgo cardiovascolare con competenze oculistiche. Insomma, tra i cantanti che si sono esibiti nella puntata di stasera – e che ritroveremo giovedì prossimo ai Boot Camp – più di uno farà da sottofondo musicale alla guida tv di Sky, perché su Sky Uno si può fare a meno di sintonizzarsi, ma sulla guida tv prima o poi vanno a finirci tutti gli abbonati!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


x factor 6 seconda puntata audizionoi
X FACTOR 6: STASERA LA SECONDA PUNTATA DELLE AUDIZIONI


X Factor 2015
X FACTOR 2015: BAND E CANTAUTORI PROTAGONISTI DELLA SECONDA PUNTATA DI AUDIZIONI. SUL PALCO ARRIVA UNA FAN DEGLI SKUNK ANANSIE


Vanity Crew
ITALIA’S GOT TALENT 2015, SECONDA PUNTATA DI AUDIZIONI IN DIRETTA: I VANITY CREW IN SEMIFINALE GRAZIE AL GOLDEN BUZZER DI FRANK MATANO


Fedez - XF8 - 2^ puntata
X FACTOR 8 – SECONDA PUNTATA DI AUDIZIONI IN DIRETTA

22 Commenti dei lettori »

1. reality fan ha scritto:

28 settembre 2012 alle 01:43

è il programma più bello della tv italiana.



2. WHITE-difensore-di-vieniviaconme ha scritto:

28 settembre 2012 alle 08:50

Me lo sono goduto con sky go…



3. Salvatore ha scritto:

28 settembre 2012 alle 09:22

Bella puntata, ma Simona Ventura che boccia una concorrete obiettivamente brava perché “deve fare un bagno di umiltà” non si può sentire. Parla proprio lei… Umiltà dove?



4. MARIO ha scritto:

28 settembre 2012 alle 09:23

BRAVA VALERIA UN COMMENTO BRIOSO FUORI DAGLI SCHEMI DI”MAESTRO ELEMENTARE”. CONTINUA COSI’.



5. Luna ha scritto:

28 settembre 2012 alle 09:34

Quanto mi piace X Factor :D Ma dura troppo poco…
La Ventura mi fa ridere con le sue arie da grande “specialista del talento umile” :D Ma sbaglio o si é ridotta le tette ? :D :D



6. Nina ha scritto:

28 settembre 2012 alle 10:08

Io ho visto la scenata isterica della Ventura, che quando fa così cambia faccia, ha un’espressione talmente velenosa da diventare brutta. Poi ho visto la meravigliosa Devia che mi auguro Verdone scritturi per un film.



7. Andrea ha scritto:

28 settembre 2012 alle 10:16

Sono d’accordo, Nina: Devia andava fatta entrare assolutamente. In primis perché “cià ggesù ddentro”, in seconda battuta perché cavoli, ha lasciato pure a fija per andare a quella canzata…



8. WHITE-difensore-di-vieniviaconme ha scritto:

28 settembre 2012 alle 10:18

La ventura ha sempre avuto il pallino dell’umiltà..e per fotuna da x factor é sempre uscita gente umile.



9. Nina ha scritto:

28 settembre 2012 alle 10:24

Sì, tutti umili meno lei.



10. Luna ha scritto:

28 settembre 2012 alle 10:30

Emma Marrone : – Devia te pozza coje na saetta… si arricupiate a mèèè beibeeeeeeee…quà la camiuniste so iu e solu iu…la camionista du lu salentu e dell’Italia tutta insieme a Nord e a Sud si accapitu cumpà beibeeeeeeeeeeeeeeeeeeee !?!?!



11. Pippo76 ha scritto:

28 settembre 2012 alle 11:09

Bella puntata..



12. Nina ha scritto:

28 settembre 2012 alle 11:17

Ciò che mi disturba è che Radio Deejay sia la radio ufficiale, la radio degli ignoranti.



13. Andrea ha scritto:

28 settembre 2012 alle 13:08

Fortuna che ci sono ignoranti anche tra chi fa commenti idioti.



14. Vincenzo ha scritto:

28 settembre 2012 alle 13:12

Anche la puntata di ieri è stata bella (forse perchè c’era l’attesa ma ho preferito la prima, anche se ieri c’erano molti più talenti).

La Ventura che parla di umiltà nun se po’ senti :D

Per il resto… aspetto i Boot Camp :D



15. Nina ha scritto:

28 settembre 2012 alle 19:07

Andrea: qual’è il tuo problema? Se in quella radio lì dicono delle emerite sciocchezze facendo disinformazione non posso dire che sono ignoranti?



16. Andrea ha scritto:

29 settembre 2012 alle 00:21

Nina: qual è il tuo problema? Se in alcuni commenti idioti si dicono delle emerite sciocchezze non posso dire che gli autori sono ignoranti?



17. Nina ha scritto:

29 settembre 2012 alle 10:26

Andrea: no, perchè io non ho detto una sciocchezza ho detto una cosa supportata da fatti. Poi se a voi funz prude il didietro ad ogni critica sono problemi vostri.



18. Andrea ha scritto:

29 settembre 2012 alle 11:43

Non è supportata da alcun fatto. La tua non era una critica, ma una sparata bella e buona. Quali sciocchezze dicono? In quali radio non le dicono? A me la tua pare giusto antipatia così, tanto per.



19. Nina ha scritto:

29 settembre 2012 alle 12:00

Potrei fare mille esempi di sciocchezze dette su storia, scrittori, politica, ecc. ecc. Non capisco come facciano al giorno d’oggi a lanciarsi in certe affermazioni clamorosamente sbagliate quando ci sono mezzi per essere informati all’istante.

Miracolosamente ecco spuntare il “benaltrismo” e allora visto che ci sono lo faccio anche io: quanti altri lettori scrivono cose non esatte o criticano per antipatia? Li riprendi tutti?



20. Andrea ha scritto:

29 settembre 2012 alle 12:23

No, non si tratta di benaltrismo, si tratta di “guardacaso tra tutte le radio citi sempre radio deejay”. Io non ho detto nulla del tuo etimologismo (si dà degli ignoranti a una serie di persone e poi si copre con “ah, no, ma ignoranti nel senso che ignorano blablabla”).
Ho “ripreso” te perché sono ascoltatore della radio da te criticata e mi sento toccato.



21. Andrea ha scritto:

29 settembre 2012 alle 12:28

A proposito del benaltrismo, vorrei specificare che il mio “quali radio non ne dicono” non voleva essere un “tutte le radio dicono inesattezze” ma un “e tu quali elettissime radio che non dicono inesattezze ascolti?”.



22. Daniele ha scritto:

1 ottobre 2012 alle 10:39

Per favore qual’e’ il titolo della canzone che ha cantato Antonella Giusti la cold di 38 anni…

Grazie



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.