4
agosto

CALCIATORI E NON CRESCE L’ERBA: MTV PUNTA SUI DOCUMENTARI CALCISTICI

Calciatori, Mtv racconta le vite degli Allievi della Fiorentina

L’eccezione all’immobilismo stagnante dei palinsesti Rai e Mediaset c’è e si chiama Mtv. Complice la svolta generalista, con la decisione di sottoporsi dopo tanti anni all’inappellabile giudizio dell’auditel, l’autunno del canale 8 del digitale terrestre (per maggiori info sulla programmazione clicca qui) presenta due interessanti novità aventi come comun denominatore il mondo del calcio. Stiamo parlando di Calciatori e Non cresce l’erba, che andranno ad occupare lo slot del venerdì sera.

Il primo può essere definito come una sorta di incrocio tra Campioni (ripulito però dalla deriva trash mostrata in maniera spietata dalla Gialappa’s Band) e Ginnaste – Vite parallele, del quale riprende il genere docu-reality. Le telecamere di Mtv si sono accostate alla squadra Allievi Nazionali della Fiorentina (classe 1995-1996) per tutta la fase di ritorno dello scorso Campionato fino all’estate approfondendo le storie di 8-10 ragazzi della squadra, selezionati in base alla loro vicenda personale e ai traguardi che dovevano raggiungere in 6 mesi. Nella striscia quotidiana in onda con un doppio appuntamento (da lunedì 17 settembre alle 15 e alle 19.30) e nella puntata speciale in onda il venerdì alle 22 verranno raccontate le loro ansie, le pressioni, la voglia di divertirsi ma soprattutto quella di arrivare. E poi la vita di tutti i giorni, tra social network e ragazze, famiglie e i più temibili avversari: la scuola e gli infortuni sul campo.

Per le 22.50 del venerdì, probabilmente in coda a Calciatori, sarà il turno di un altro documentario che – almeno nella presentazione dei suoi contenuti – sembra ricordare l’approccio scanzonato di Pif nel programma Il Testimone. Si tratta di Non cresce l’erba, otto puntate incentrate sulla figura di Danilo, un ragazzo di Bitonto, che ha sempre vissuto le vicende del Bari Calcio come centro delle proprie emozioni. Quando esplode lo scandalo del calcio scommesse, che proprio nel capoluogo pugliese ha vissuto i suoi momenti peggiori, Danilo decide di reagire andando a chiedere a tutte le persone coinvolte nello scandalo perché hanno voluto fare tanto male ai tifosi come lui.

Inizia allora un viaggio per l’Italia alla ricerca di chi lo ha svegliato bruscamente dal suo sogno e lo ha gettato nell’incubo del calcio scommesse, la cui parte più interessante saranno gli incontri con i protagonisti – calciatori, allenatori, giornalisti – della triste involuzione di uno sport che non sa più essere un gioco.

Sulla carta si tratta di due produzioni molto interessanti. Proprio con precedenti come Giovani Campionesse e Il Testimone, Mtv ha dimostrato di saper dare ai propri documentari un taglio spiritoso e innovativo allo stesso tempo. Per scoprire se lo stile narrativo tipico del canale ai adatterà a un tema e un mondo complesso come quello del ‘dio pallone’ non resta che aspettare settembre.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Geordie Shore - Eletta Lamborghini e Marty (doccia 5)
Geordie Shore, Elettra Lamborghini tra baci lesbo, docce hot e confessioni piccanti: «Marty ha una salsiccia piccola ma grassa» – Video e Foto


Elettra Lamborghini
BOOM! Riccanza 2 in autunno su Mtv. Al via i casting


the show
I theShow a DM: Prank and the City si propone di fotografare il cuore dell’Italia inquadrandone il culo (video)


The Happiness Family Mtv
La “famiglia felicita’” approda su Mtv

1 Commento dei lettori »

1. Martino ha scritto:

4 agosto 2012 alle 17:03

scusate la domanda… ma TRL????? -.- potevano lasciarlo almeno quello! adesso con ginnaste, ballerine e calciatori riempiranno ancora di più il palinsesto di repliche!!! ma perchè non ascoltano gli utenti della pagina facebook?? se trl è ancora vivo in tutti quelli che lo conoscono perchè non si pongono due domande??



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.