7
luglio

DIAZ: DI BELLA VUOLE IL FILM SU RAI3. INTANTO A DICEMBRE ARRIVA SU SKY

Diaz - Non pulire questo sangue

Notizia politico-giudiziaria di spicco degli ultimi giorni è la sentenza della Corte di Cassazione con la quale i giudici della V Sezione Penale hanno confermato le condanne per falso aggravato a carico di diversi dirigenti di polizia coinvolti in quanto accaduto il 21 luglio 2001, durante il G8, presso la scuola Diaz di Genova. Non è sicuramente questa la sede per disquisire sul pronunciamento della Suprema Corte, ma è opportuno spendere due parole sul destino televisivo che verrà riservato alla pellicola Diaz – Non pulire questo sangue, uscita nelle sale ad aprile e oggetto di un vero e proprio ‘caso‘.

A maggior ragione dopo la sentenza, infatti, si sono fatte sempre più insistenti le richieste concernenti la messa in onda sulla Rai, nel ruolo di Sevizio Pubblico, del film di Daniele Vicari. In particolare,  il sito Articolo 21 ha lanciato una vero e proprio appello online per sostenere la causa. Tra i primi ad aderire alla sottoscrizione, il direttore di Rai3 Antonio Di Bella, che ha “rassicurato” tutti:

Abbiamo trasmesso questa mattina (ieri, ndDm) vari estratti di ‘Diaz’ e già da alcune settimane abbiamo chiesto a RaiCinema di poter acquisire i diritti del film. Già altre volte abbiamo stravolto il palinsesto per affrontare temi di stringente attualità, come abbiamo fatto di recente mandando in onda proprio il documentario ‘Black Block’ di Carlo Augusto Bachschmidt che ricostruisce i fatti del G8 di Genova”

Con buone probabilità, dunque, il discusso film approderà su Rai3. Nel frattempo Sky ha annunciato l’acquisizione dei diritti per la messa in onda pay della pellicola che  sarà trasmessa a dicembre sui canali Primafila (in pay per view) per poi approdare su Sky Cinema 1 nel periodo primaverile.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Mario Orfeo
Mario Orfeo in Vigilanza Rai: «Nel 2018 possibile perdita da 100 milioni. Giletti a La7? Scelta legittima. Costava più dei suoi ricavi»


Basket Serie A
Basket: la Serie A passa su Eurosport fino al 2020. Sulla Rai una partita della domenica


Lucia Goracci
Rai, nuovi corrispondenti esteri: Begamini a New York, Goracci a Istanbul, Sabbah a Parigi


Massimo Giletti - L'Arena
I programmi Rai non confermati e cancellati nei palinsesti 2017/2018

2 Commenti dei lettori »

1. Giuseppe ha scritto:

7 luglio 2012 alle 17:31

Non vedo quale impedimento possa sussistere perchè il film Diaz vada in onda in prima serata anche sulla Rai. L’argomento è così importante per la comprensione della nostra storia recente e per la sua valenza politica che se ne rende necessaria la trattazione, in varie forme, anche da parte del servizio pubblico. Di quei gravi fatti non solo non si deve perdere memoria ma ne vanno affrontati i molti lati oscuri sui quali il nostro sistema giudiziario, fra prescrizioni e amnistie varie, non è riuscito a pronunciarsi completamente.



2. lele ha scritto:

9 luglio 2012 alle 11:30

forza Di Bella (e Rai Cinema)! è importante comprare i diritti per questo film.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.