26
giugno

PASSAGGIO A NORD OVEST: DA QUESTA SERA SU RAI1 UN INEDITO VIAGGIO IN GIRO PER IL MONDO CON ALBERTO ANGELA

Alberto Angela

Giunto alla sua tredicesima edizione, ritorna – da questa sera alle 23,20 su Rai1 - Passaggio a Nord Ovest, il programma ideato, scritto e condotto da Alberto Angela. Nelle nuove 10 puntate, il figlio di Piero accompagnerà i propri fedeli spettatori in un viaggio intorno al pianeta, visitando ogni habitat naturale, dai deserti alle giungle, dal circolo polare alle grandi pianure. Un viaggio nel quale – grazie alla serie di documentari della BBC Human Planet, girati per tre anni nei luoghi più remoti della Terra - sarà possibile incontrare uomini e animali che si sono adattati a vivere negli ambienti più ostili e nascosti.

Nella prima puntata, in onda questa sera, si parlerà della città. Oggi tre miliardi di persone vivono in grandi metropoli che sembrano non tener conto della natura. Nei successivi appuntamenti si visiteranno i deserti più aridi del pianeta, dove la differenza tra la vita e la morte dipende solo dalla capacità di riuscire a trovare l’acqua. E per riuscirci bisogna avere un eccezionale senso dell’orientamento che può avere solo chi è nato e cresciuto nelle sue sconfinate distese. Come le popolazioni che vivono nel Teneré.

Si proseguirà poi con gli oceani, i cui fondali, la vita che li popola e le correnti che li attraversano, sono conosciuti poco e male. In realtà si tratta di habitat ricchissimi di vita. L’acqua del resto è sempre stata una compagna fondamentale della storia dell’uomo. Nell’appuntamento dedicato alla Giungla si visiterà invece l’Amazzonia, mentre in Papua Nuova Guinea saranno mostrati gli uomini che vivono nei grattacieli della foresta, capanne costruite su alberi alti anche 20 metri.

Nella puntata sulle montagne saranno mostrate tutte quelle persone che per sopravvivere hanno dovuto adattarsi nei modi più sorprendenti e ingegnosi, come coloro che vivono intorno al Polo Sud, dalla Groenlandia alla Norvegia. Per quanto riguarda le pianure, saranno visitate le grandi distese pianeggianti del nostro pianeta, dove crescono erbe che sfamano da sempre uomini e animali, mentre nella savana s’incontreranno i boscimani che vivono nel bush della Namibia, e i Masai del Kenya e della Tanzania.

Nell’ultima puntata, infine, il pubblico di Passaggio a Nord Ovest, comodamente seduto sul divano di casa, potrà fare un viaggio intorno al mondo grazie ai reportage di due uomini: Yann Arthus-Bertrand, celebre fotografo e giornalista che da 30 anni “sorvola” il pianeta, e Nicolas Hulot, paladino della biodiversità. Con loro sarà possibile scoprire che proteggere gli ambienti naturali, gli animali, le piante e noi uomini, significa anche proteggere il nostro futuro.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


alberto angela passaggio a nord ovest
PASSAGGIO A NORD OVEST: DA STASERA LA VERSIONE ESTIVA SU RAI 1


passaggio_a_nord-ovest
PASSAGGIO A NORD OVEST FRA IL DOMINIO DELL’UOMO SULLA NATURA E GLI INDIGENI SHUAR


angela_stanotte_a_venezia
Stanotte a Venezia su Rai1 tra droni e 4K. Fabiano: «Alberto Angela è un patrimonio assoluto di questa azienda». Ma lui nicchia sul suo futuro


alberto-angela
Alberto Angela: Stanotte a Venezia, domani chissà…

2 Commenti dei lettori »

1. Gabriele90 ha scritto:

26 giugno 2012 alle 16:49

Bene bene! Sono questi i programmi che mi piacciono….. Devo dire che anche con Rai 5 ho scoperto molti documentari validi come: “con i tuoi occhi” e “lonely planet”….



2. Bozzy ha scritto:

26 giugno 2012 alle 18:51

la serie BBC Human Planet è straordinaria è sempliecemente straordinaria, meriterebbe di essere vista anche in alta definizione su Rai HD, questa sera ci faranno questo “regalo”?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.