26
giugno

DIGITALE TERRESTRE RAI, AUTUNNO 2012: ECCO I PALINSESTI. L’AZIENDA PUBBLICA FA ‘CASSA’

Digitale Terrestre Rai

Digitale Terrestre Rai

Ampio spazio alle generaliste nel corso della presentazione dei palinsesti, come è giusto che sia, ma non c’è dubbio che i canali digitali stanno fortemente prendendo piede tra il pubblico italiano e, con il completamento degli ultimi switch off, potrebbero rubare una fetta consistente di ascolti alle principali reti di Rai e Mediaset. L’offerta della Rai sul DTT rimane tuttora la più ampia, anche se dal punto di vista dei contenuti inediti di produzione nostrana le novità sono – anche quest’anno – veramente poche. L’azienda pubblica cerca di fare nuovamente cassa, anche perché il periodo economico e l’importante debito da sostenere non permettono alcun investimento.

Per Rai4 confermato in sostanza il palinsesto di successo ideato da Carlo Freccero: la rete “cult” della Rai, seguita da un pubblico piuttosto trasversale (soprattutto giovane), verrà ancora articolata in macrogeneri. Per quanto riguarda la prima serata, confermati al lunedì, al martedì e al venerdì il cinema di genere francese (ciclo All’ultimo respiro), asiatico (ciclo Missione: Estremo Oriente) e fantasy. La domenica, il giovedì e il sabato sarà la volta invece rispettivamente delle nuove stagioni di Dexter, Supernatural e Medium. Torneranno anche Boardwalk Empire, Breaking Bad e Mad Men, che assieme ai magazine autoprodotti Wonderland (ogni venerdì) e Mainstream (ogni domenica) andranno a comporre invece la seconda serata.

Si continuerà per macrogeneri anche su Rai Movie: cinema classico alla mattina, soft al pomeriggio e contemporaneo in prima e seconda serata. In particolare, in prima serata troveranno spazio film action, fantasy, western e commedie mentre in seconda i più cruenti horror, thriller, i drammatici e il cinema indipendente. Durante la notte ampio spazio invece al cinema d’autore con Notte Cult. Tra le novità segnaliamo il nuovo magazine 100 pallottole d’Argento con Dario Argento, Drugstore Speciali e i nuovi generi cinematografici: i Nuovi Classici, con i film recenti e passati entrati nell’immaginario collettivo, le commedie romantiche e il dramma-mélo con per un pubblico in prevalenza femminile.

Rai Premium continuerà ad aprirsi alle serie extraeuropee provenienti dagli States, dal Canada, dal Brasile e dall’Australia tra cui vedremo Terra Nostra e La strada per Avonlea (entrambe proposte in daytime). Nel weekend spazio a Jane Doe e McBride mentre la seconda serata sarà tutta noir e thriller con le migliori produzioni americane e australiane. Ma il canale per veri affictionati, che nell’ultimo periodo sta riscuotendo diversi consensi, avrà ovviamente come pilastro la fiction nostrana. In daytime troveremo dunque le repliche di Incantesimo, Capri, Don Matteo, Un medico in famiglia e Linda e il Brigadiere. In prima serata invece il lunedì sarà dedicato ai polizieschi (Caccia al Re, Il segreto dell’acqua e L’Ispettore Coliandro), il martedì alle fiction familiari come Provaci ancora Prof e il mercoledì alle serie ”giovani” con i Fuoriclasse e Tutti pazzi per amore 3. Il giovedì spazio ad Amanti e segreti e Terra Ribelle mentre venerdì e sabato sarà il turno delle miniserie in due puntate. Confermato Fiction Magazine, la rubrica condotta da Marco Liorni e Perla Pendenza con i dietro le quinte delle fiction italiane.

 

Per quanto riguarda i ragazzi invece, l’offerta continuerà ad articolarsi su tre canali: Rai Gulp per i teenager (8-12 anni), Rai YoYo per i bambini in età prescolare e Rai Scuola prodotto in collaborazione con il MIUR, che si rivolge invece ad un pubblico più vasto, dai liceali agli universitari.

Partiamo da Rai Gulp che dalla prossima stagione tv riproporrà il magazine La Tv Ribelle, dedicato alle passioni dei più giovani, Arriva Battle Dance e Battle Dance 55, il talent sulla danza confermato la domenica su Rai2 alle 9.15 e in replica su RaiGulp alle 18.30. Non mancherà ovviamente Grachi, la telenovela “teen” argentina in onda da novembre con la seconda stagione, che verrà affiancata da Rebelde Way in prima serata e Karkù alle 16.45. In daytime sono previste inoltre le sitcom That’s so Weird, Prank Patrol e The Latest Buzz e le commedie musicali Victorious, The Naked Brothers Band e Radio Free Roscoe. Inazuma Eleven, Yes Pretty Cure Go Go e La compagnia dei Celestini saranno invece gli anime del mattino (dalle 7 alle 8) che passeranno la palla poi a Un medico in famiglia e la Famiglia Spaghetti (dalle 9 alle 10). Alle 11.30 e in seconda serata spazio ai più grandi con gli anime giapponesi. Nel weekend invece troveranno posto i migliori film per ragazzi, dalle 19.30.

Proseguiamo con Rai YoYo che conferma sostanzialmente il palinsesto attuale con gli intramontabili la Melevisione (e i Classici della Melevisione) e l’Albero Azzurro per l’intrattenimento, e La Pimpa e Cuccioli per i cartoni. Due saranno le nuove produzioni: Buonanotte con le favole di YoYo e Parola di Mamma e Papà. Confermati anche Casa Lollo, le Storie di Gipo, Parapapà, Ma che Bel castello, La Posta di YoYo e anche i prodotti internazionali quali Peppa Pig, i Teletubbies, Barbapapà, Timmy Time e Shaun Vita da Pecora.

Passando a Rai Storia, continua Italia in 4D, che racconta i primi 4 decenni del dopoguerra grazie alle preziose Teche della Rai, ai racconti dei più importanti storici e al contributo di Maurizio Costanzo. Confermato anche a.C.d.C, un ciclo di documentari deidicato alla storia non contemporanea e Res Gestae. Un giorno al mese il palinsesto sarà inoltre dato “in appalto” ad un esponente del mondo della cultura, che avrà il compito di comporlo a suo piacimento.

Cambiando completamente argomento, si arricchisce il palinsesto dei due canali sportivi dell’azienda pubblica. Rai Sport 1, da poco “rilanciato” sulla scia delle all news sportive, e Rai Sport 2 seguiranno passo passo la Nazionale di Calcio italiana (e l’Under 21), con la diretta degli allenamenti e le varie conferenze stampa, ma proporranno comunque un ventaglio vasto di eventi sportivi: i Mondiali di Ciclismo su Strada, il Basket maschile con la Serie A e la Legadue, i Mondiali di Sci Alpino e Sci Nordico, gli Europei di Indoor e Cross Country, le maratone di Londra e New York e la Coppa del Mondo di Bob e Skeleton. Spazio anche agli sport minori, come il pattinaggio su ghiaccio e pista, l’Hockey su pista, la Pallanuoto e il World Rally Championship.

Per la cultura, si punterà ancora su Rai5 anche se – ironia della sorte – non è stato ancora definito alcun palinsesto per l’autunno, che comunque – particolari eventi a parte – non dovrebbe proporre grandi novità.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Tv, nuovo digitale terrestre
Nuovo digitale terrestre: entro il 2022 lo switch off al Dvb T2-Hevc. 45 milioni di televisori da sostituire o ‘aggiornare’


Consumi Tv Radio internet
Canali Tv: in Italia sono 361. Negli ultimi anni l’ascesa del digitale e un lieve calo negli spettatori


gemellini yoyo
Ascolti TV Aprile 2017, canali tematici DTT: boom di Rai YoYo, quinta rete al mattino. Balzo in avanti di Rai 4, resiste Real Time


PIER SILVIO BERLUSCONI
Piersilvio Berlusconi: “Posso dire che il canale 20 è nostro”

18 Commenti dei lettori »

1. Gianduiotto ha scritto:

26 giugno 2012 alle 11:50

E’ incredibile. Le reti tematiche sono meglio delle generaliste. Fare gli anime anche su Rai2 no?



2. Claudio ha scritto:

26 giugno 2012 alle 11:58

Niente Fisica o Chimica su Rai4?



3. luke ha scritto:

26 giugno 2012 alle 12:04

Quanti canali inutili finanziati dalle nostre tasse!



4. PierVivaCanale5 ha scritto:

26 giugno 2012 alle 12:24

UFFA VOGLIAMO FISICA O CHIMICA SU RAI4!!!ANCHE IN SECONDA SERATA, MA VOGLIO VEDERE COME FINISCE TUTTA LA STORIA!!!!!!INCAPACI I VERTICI RAI



5. Luna90 ha scritto:

26 giugno 2012 alle 12:42

Io lascerei come canali solo Rai4, Rai5, Rai Movie, Rai Storia, Rai Scuola, Rai YoYo, Rai Sport1 e Rai Sport2.
Fuori Rai Premium e Rai Gulp. Le cose di quest’ultima su Rai2.



6. IL MIO REALITY ha scritto:

26 giugno 2012 alle 12:46

Il digitale terrestre è un’ottima opportunità di scelta e pluralismo, riempirlo con canali “inutili” è uno spreco, a maggior ragione quando parliamo di Rai (finanziata da noi tutti), ma non solo (dato che le frequenze sono risorse di tutti, sebbene date in concessione ai privati).
Io compatterei i canali digitali Rai nel seguente modo:
1) Rai 4
2) Rai 5 + Rai Storia = unico canale culturale, documentaristico (tipo Rai Cultura)
3) Rai Movie + Rai Premium = unico canale di fiction
4) Rai Sport 1 + Rai Sport 2 = unico canale sportivo
5) Rai News
6) Rai Gulp + Rai YoYo = unico canale intrattenimento infantile, suddiviso per fasce
Dunque la Rai potrebbe tranquillamente gestire (e riempire) solo 6 canali all digital invece degli attuali 10, con un risparmio di risorse del 40% e una maggiore logica di programmazione.

Il discorso vale pure per Mediaset, che sebbene proponga un’offerta più ridotta, disperde la programmazione digitale su troppi canali (siamo sicuri che La5, Mediaset Extra e Italia 2 siano così radicalmente diversi tanto da essere tre distinti canali? Non si potrebbe ottimizzare e ripensare la programmazione magari su soli 2 canali uno più femminile e uno più maschile repliche cult incluse?).

Io credo che siamo solo all’inizio, allo start up della tv digitale, sicuramente l’assetto di oggi verrà sconvolto e modificato poichè è sotto gli occhi di tutti che non è del tutto “ottimizzato” sia sul fronte tecnico che su quello dei contenuti.
A sparigliare le carte potrebbe arrivare un grosso broadcaster (tipo Sky o altro) che porterebbe i due colossi mediatici del nostro paese (Rai e Mediaset) a ripensare/rimodulare le loro poco lungimiranti prospettive sul digitale terrestre.



7. Den ha scritto:

26 giugno 2012 alle 12:53

Daniele Pasquini hai novità su Fisica o Chimica??? Non si sà se la Rai abbia acquistato la sesta e settima serie???



8. amazing1972 ha scritto:

26 giugno 2012 alle 13:12

concordo con chi dice che bisognerebbe accorpare in un unico canale,rai5,raistoria e raiscuola. io creerei un rai replay,una sorta di mediaset extra,dove mandare il meglio della programmazione rai della settimana. raimovie lo renderei un canale un po più chic,con film ricercati che hanno un pubblico di nicchia



9. Taichi ha scritto:

26 giugno 2012 alle 15:05

luke: invece quelli mediaset si che sono utilissimi, l’offerta digitale rai è nettamente migliore di quella mediaset che ha sono un accozzaglia id canali senza identità



10. Michele ha scritto:

26 giugno 2012 alle 16:50

Effettivamente è Rai 4 la vera rete giovanile della Rai (diretta dal più bravo direttore di rete attuale, Carlo Freccero) altro che Rai 2 condannata anche per la prossima stagione ai programmi fatti da vecchi e visti da vecchi come quelli di Michele Guardì



11. claudio ha scritto:

26 giugno 2012 alle 17:34

Da addetto ai lavori, non posso che ritenermi SODDISFATISSIMO della programmazione automobilistica/motociclistica di Rai Sport 2: WORLD RALLY CHAMPIONSHIP (e campionato italiano di categoria), FORMULA 3, FORMULA ABARTH, SUPERSTARS (stessi organizzatori del mondiale SBK), GT-SPRINT, ecc. Davvero una copertura coi fiocchi. Italia 2, visto che man mano va a coprire una marea di sport motoristici, potrebbe prendere la spettacolare FIA GT1 WORLD CHAMPIONSHIP. Vanno in onda in diretta su YouTube, perché nessuno se li fila, ma ci sono quasi 10 marche (tra cui Ferrari e Lamborghini) ed il “format” è conveniente, essendo ognuna delle due gare di 1 ora soltanto…



12. lele ha scritto:

26 giugno 2012 alle 18:23

assolutamente d’accordo con Taichi (c’è invece da esultare che le nostre tasse finanzino canali con contenuto tipo Rai Storia o Rai 5, assolutamente da non accorpare).
Mi si permetta di dire però che alcuni canali sono assolutamente commerciali (per carità, la Rai è un’impresa e può stare nel mercato come vuole, ma non usando il canone!).

@Luna9
hai mai visto gli ascolti di Rai Premium?!



13. lele ha scritto:

26 giugno 2012 alle 18:37

secondo me Rai 4 riuscirà a trasmettere le altre stagioni di Fisica o chimica: è uno dei programmi di punta del canale…



14. amazing1972 ha scritto:

26 giugno 2012 alle 21:00

fisica o chimica penso che tornerà con le ultime stagioni. è più probabile però che lo mandino in access,in prima o seconda serata,piuttosto che al pomeriggio,visto tutto il caos che ne è venuto per i contenuti. come se i ragazzi fossero più influenzabili alle 14 puttosto che alle 21



15. ciro ha scritto:

27 giugno 2012 alle 18:13

SPERO VERAMENTE che “FISICA O CHIMICA” NON VENGA TOLTO….!!!! qualche hanno fa su MTV trasmettevano una serie televisiva che trattava quasi le stesse tematiche e si chiamava “UNDRESSED”!!!

Hai giovani (e non solo)….INTERESSA E PIACE MOLTO VEDERE questi series televisivi in quanto RAPPRESENTANO la Realtà che li circonda …..e NON LE STRONZATE di “Un medico in famiglia”, “Provaci ancora prof” ecc ecc…..:: che NON RAPPRESENTANO NULLA….ma forse Solo un “modo di fare” all’Italiana.

Per il resto penso anche io che le reti tematiche sono meglio di quelle generaliste. MI AUGURO SOLO che qualche dirigente/responsabile Rai legga TUTTI QUESTI COMMENTI…….è CAPISCA che la Rai E’ ANCHE DEI CONTRIBUENTI CHE PAGANO IL CANONE RAI …..e che se in tv non propongono cose Decenti o fatte SECONDO “sconsiderati criteri” la COLPA di queste scelte SBAGLIATE e SOLO ED ESCLUSIVAMENTE LORO!!!!!!



16. lele ha scritto:

28 giugno 2012 alle 18:49

@ciro
la tv è pure intrattenimento, non solo rappresentazione della realtà. Poi permettimi di dire che Fiscia o chimica non rappresenta la realtà dei giovani, anzi, ne fa un’iperbole.



17. Paolo Laires ha scritto:

1 luglio 2012 alle 01:44

@ciro: vedo che ti piace molto “Fisica o chimica”, che in effetti non è male… però ti consiglio caldamente anche “Italiano: sintassi o ortografia”! tu e il verbo avere non andate troppo d’accordo, e anche se l’acca è muta, non devi infilarla a caso dove capita! Studia! non guardare solo tv…



18. ciro ha scritto:

11 luglio 2012 alle 01:37

@Paolo L.: il mio è stato un’errore di distrazione…..: mi ero accorto dell’errore….ma purtroppo quì i commenti una volta inseriti non si possono poi modificare e correggere! Cmq grazie per l’interessamento grammaticale del mio commento! Alcune volte….si tende sempre a fare i maestrini e i bacchettoni……sugli errori degli altri….come manco se noi fossimo migliori degli altri. ….e in quel caso NON si è PROPRIO MIGLIORI DI NESSUNO!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.