22
giugno

ELEONORA DANIELE A DM: “NON MI MANCA UNOMATTINA. I PREGIUDIZI? BEN VENGANO PERCHE’ IL TEMPO PARLA DA SOLO”

Eleonora Daniele

Eleonora Daniele non nasconde la soddisfazione per la sua prima stagione al timone di Linea Verde. La storica trasmissione di Raiuno le ha fatto scoprire un mondo portatore di sani valori e principi, fatto di tante realtà locali, delle quali spera, un giorno, di poterne far parte. L’ex volto di UnoMattina non esclude, infatti, un futuro bucolico, tra vigneti e terre da coltivare. Per il momento, però, non se ne parla: Eleonora è super impegnata con la tv.

Eleonora, qual è il bilancio della tua prima stagione alla guida di Linea Verde?

E’ stata una bella esperienza. Ho scoperto un mondo di tante piccole professionalità che tengono in piede il Paese e sono motivo d’orgoglio a livello internazionale. In questo momento di crisi, l’economia enogastronomica e quella della produzione assumono un’importanza ancora maggiore in quanto simbolo del nostro made in Italy.

Sembri quasi coinvolta…

Sì, è un mondo che non può non coinvolgerti perchè è fatto di persone sane con dei valori, gente straordinaria che non esita a darti una mano e a raccontarti la propria storia.

Potresti darti all’agricoltura come Albano o altri celebri colleghi…

E’ vero, lo hanno fatto tanti colleghi. Anche Zucchero o Sposini. In verità ho in qualche modo già vissuto questa esperienza quando vivevo nelle campagne venete. La mia famiglia aveva una piccola impresa e delle terre, facevamo anche il vino e conducevamo una vita con determinati valori e principi. Mi piacerebbe molto un giorno poter vivere in campagna, poter avere il mio orto e le mie vigne. Adesso, però, non è possibile perchè ci vuole grande pazienza e tempo da dedicare. Acquistare i terreni, poi, è molto costoso.

Chi ha guadagnato di più dallo “scambio” Daniele-Isoardi? Tu, la Isoardi, UnoMattina, Linea Verde…

Ti prego non mi fare queste domande. Ho voglia di rilasciarti un’intervista carina ma non mi piacciono le competizioni.

Mettiamola così: per Linea Verde hai dovuto lasciare UnoMattina. Ti manca il contenitore mattutino?

No, perchè ci sono stata sette anni e mezzo; un periodo che mi ha permesso di fare la vera gavetta. Io penso che a livello professionale bisogna cambiare confrontandosi con nuove realtà. Il mio lavoro è cambiamento.

Ora sei soddisfatta ma all’inizio sembravi titubante per questo cambiamento…

Ho fatto tanti cambiamenti nella mia vita senza mai essere timorosa, piuttosto temevo di non essere in grado di avere a che fare con tematiche di cui non sapevo molto. Ma sbagliavo: non solo mi sono accorta che conoscevo il contesto ma anche che si trattava di un ambiente entusiasmante. Ogni volta che cambi, poi, è naturale che ci sia emozione: è questa la magia del nostro lavoro.

Tra tutti i conduttori che si sono alternati, sei stata l’unica a condurre con successo Ciak si Canta. C’è un po’ di rimpianto verso quel programma?


E’ stata una bella esperienza, una vera e propria scommessa perchè nessuno puntava su quel programma. Non lo rimpiango però. Mai rimpiangere il passato. Sono una persona che guarda sempre avanti, difficilmente indietro.

E per il futuro qual è la tua prossima scommessa?

L’impegno sociale con la mia associazione. La mia scommessa, ormai da molti anni, è aiutare persone disabili. Penso che il mio lavoro debba essere funzionale ad un ruolo attivo nella società. Credo sia un dovere, per chi fa il mio mestiere, quello di mettersi in gioco per chi è meno fortunato. Il mio grande sogno è quello di arrivare a creare una rete sociale che possa cambiare le cose in maniera evidente.

Secondo te, tramite i tuoi programmi, sei riuscita ad esprimere al cento per cento la tua personalità?

Credo che la mia personalità emerga molto a Linea Verde. Un programma del genere ti permette di mostrare una parte più valoriale, legata alle origini e al contatto con la natura. Inoltre ti consente di essere un po’ più diretta e spontanea. La televisione è una schermatura ma il pubblico, soprattutto quello femminile, è molto attento. Le donne notano le sfumature e capiscono chi sei.

Nella tua carriera sei stata vittima di pregiudizi. Come li hai vissuti?

Ben vengano i pregiudizi perchè il tempo parla da solo.

Hai mai detto un “no” di cui ti sei pentita?

No, sono una che pondera molto bene le mie scelte. Errare è umano ma difficilmente mi pento. D’altronde occorrono carattere e personalità nella vita.

Hai lavorato con molti partner. Con chi ti sei trovata meglio e con chi vorresti lavorare?

Ho lavorato con tanti conduttori e mi sono sempre trovata bene. Da Cucuzza a Di Mare fino a Giurato che è sempre il numero uno. Ora mi piacerebbe affiancare un attore. Se devo fare un nome, dico Cristian de Sica.

In effetti hai fatto anche l’attrice…

Sì, e continuo a ricevere delle proposte. Ho scelto, però, la conduzione perchè è più immediata. Non nego comunque che mi piacerebbe in futuro tornare a fare l’attrice. Tornerei volentieri a teatro o alla fiction.

C’è un genere televisivo con cui ti piacerebbe cimentarti?

Mi piacciono molto i quiz, sono una vera appassionata. Sono programmi molto ritmati che alla gente piacciono.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Michela Persico (2)
Le Capitane, Michela Persico a DM: «Mi sono dimessa da Mediaset Premium per seguire Rugani»


Silvia Slitti
Le Capitane, Silvia Slitti a DM: «Tra le wags mi sento un pesce fuor d’acqua. I wedding planner in tv? Danno un’immagine romanzata»


Emilie Nef Naf
Le Capitane, Emilie Nef Naf a DM: «Il mio fidanzato? L’ho conosciuto all’Esselunga. In Francia ero giudicata per le mie storie d’amore»


Gerry Scotti
Gerry Scotti a DM: «All’inizio pensavo che The Wall fosse un’americanata. Sono felice che La Corrida torni su Rai1 ma io quel linguaggio l’ho superato. Riporterei La Ruota e il Milionario»

14 Commenti dei lettori »

1. sboy ha scritto:

22 giugno 2012 alle 13:11

Ma vi ha chiesto lei di non parlare del GF? :)



2. Markos ha scritto:

22 giugno 2012 alle 13:36

Non è che si sia sbilanciato più di tanto sulle interviste!

Ulimamente ho visto Linea Verde e devo ammettere che si è propria calata bene nel ruolo di conduttrice-naturalista.



3. Peppe93 ha scritto:

22 giugno 2012 alle 13:41

Direi che ha vinto anche questa sfida. A Linea Verde è stata bravissima. Meriterebbe la 1 serata con un bel programma.



4. edmond ha scritto:

22 giugno 2012 alle 13:47

in effetti è stata l’unica a condurre con successo ciak si canta, merito anche dell’impostazione ben strutturata della prima edizione in cui ha saputo fare bene il suo lavoro!



5. Diego ha scritto:

22 giugno 2012 alle 13:55

Classico esempio di professionista brava che viene sottovalutato x nn andare a togliere alle “privilegiate” nn brave quanto lei tipo Bianchetti o Maya.



6. marcko ha scritto:

22 giugno 2012 alle 14:51

come mai nessuna domanda sul suo inizio al GF?



7. diego ha scritto:

22 giugno 2012 alle 14:56

Davide facci capire ..le domande sul Grande Fratello non sono state fatte su richiesta della Daniele oppure è intenzionale ??? Perchè mi è sembrato che ei ha sempre rinnegato la sua esperienza all’interno della casa …forse i pregiudixi di cui parla nell’intervista sono proprio da ex gieffina. Io mi ricordo di averla notata fin da subito lei: prima esclusa e poi rientrata perchè squalificata una concorrente.



8. marcko ha scritto:

22 giugno 2012 alle 15:02

@diego
la domanda andrebbe rigirata a mattia buonocore..



9. anna ha scritto:

22 giugno 2012 alle 15:25

è una conduttrice seria e professionale, a volte forse un po’ troppo fredda e poco spontanea.
nell’intervista poteva sbilanciarsi un po’ di più !!



10. wilma n. ha scritto:

22 giugno 2012 alle 18:03

una professionista?????????????????? tra lei e la isoardi possono fare la conta per chi è la peggio. forse lei è meno supponente della isoardi.



11. sboy ha scritto:

22 giugno 2012 alle 18:23

La conduttrice più algida della televisione italiana, adirittura più della Carlucci. Miracolata.



12. luke ha scritto:

22 giugno 2012 alle 18:34

Un’altra miracolata della RAI assieme alla Bianchetti, alla Maya e alla tanto amata Balivo… Per non parlare della Volpe…
W la meritocrazia della RAI!!!



13. anna ha scritto:

22 giugno 2012 alle 22:41

quando si dice “Del Noce’s Angels” . . .



14. G ha scritto:

23 giugno 2012 alle 00:54

è incredibile il fatto che tra tutte le etichette che si porta dietro, nessuno e dico nessuno se la ricorda mai come debuttante al Grande Fratello, l’unica figura da reality ad essersi imposta in maniera così istituzionale e seria nei circuiti della conduzione che conta, in rai poi, per cui al di la delle possibili raccomandazioni io penso che sia una brava conduttrice, una che ha imparato il mestiere pur provenendo alla fine da tutt’altra televisione..



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.