11
giugno

VERO: E’ ARRIVATO IL MOMENTO DEL DEBUTTO PER IL CANALE 137. CE LA FARA’ A DAR FASTIDIO ALLE GENERALISTE?

I conduttori di Vero

Il momento della verità è arrivato. Dopo una lunga gestazione, iniziata nella primavera del 2011, e le ambiziose dichiarazioni dell’editore Guido Veneziani che, in conferenza stampa di presentazione, non ha nascosto di puntare a fare concorrenza alle reti generaliste (“pur non avendo per ora i loro mezzi”), il canale Vero ha appena debuttato pochi minuti fa, alle 11 di lunedi 11 giugno.

In effetti Vero si pone quasi come un “ibrido” tra una generalista e una rete all digital. Chiara la riconoscibilità del canale – in perfetta sintonia con i periodici del gruppo di cui vuole essere un prolungamento (e viceversa) – che si distingue dalle altre reti digitali per la diretta (si parte con sei ore al giorno dalle 11 alle 19 ma si punta ad arrivare a dodici/quattordici ore), elemento indispensabile di un palinsesto “all entertainment” che per il direttore creativo Riccardo Pasini è esso stesso un format. I vari temi trattati (arredamento, cucina, benessere, moda, trucco, attualità, viaggi, consigli, chiacchiere, storie e hobby), infatti, costituiranno un programma a sè, nell’ambito di un unico contenitore, che potrà contare su un turnover di conduttori.

Il cast composto da Marco Columbro, Laura Freddi, Marisa Laurito, Corrado Tedeschi e Margherita Zanatta si alternerà di giorno in giorno. Proprio la sfilza di volti noti è l’altra grande differenza tra Vero e i neonati canali del dtt. Passato illustre per i conduttori ma anche per le serie trasmesse: Beverly Hills 90210 e Dynasty in onda sul canale diretto da Anna DiSabato rispettivamente alle ore 14.05 e alle ore 17.20.

Altro volto noto, ma dietro le quinte, è il direttore editoriale Maurizio Costanzo. Il giornalista ha così spiegato il motivo del suo coinvolgimento:

“Ho accettato con entusiasmo perché non è facile veder nascere dal nulla un canale e devo dire che mi ha entusiasmato il progetto in sé (…) Vogliamo dar vita a una rete semplice, e puntiamo a fare tv di parola”.

A distinguere Vero – negativamente però - dagli altri canali è la posizione sul telecomando del digitale terrestre che lo confina al 137. Un aspetto che non preoccupa (più) l’editore Guido Veneziani, convinto che con l’avvento di Sky sia cambiato il modo di fare zapping e che, considerati i problemi di ricezione di molti dei 136 canali che precedono Vero, non sia così difficile imbattersi nella sua nuova creatura.

Ce la farà Vero a sfondare? Per ora non si conoscono nè obiettivi di raccolta pubblicitaria – curata da Publikompass con un accordo di tre anni- nè quelli d’ascolto che Veneziani ha definito “importanti” (pare che comunque l’obiettivo sia di superare l’1% entro la fine dell’anno).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Consumi Tv Radio internet
Canali Tv: in Italia sono 361. Negli ultimi anni l’ascesa del digitale e un lieve calo negli spettatori


gemellini yoyo
Ascolti TV Aprile 2017, canali tematici DTT: boom di Rai YoYo, quinta rete al mattino. Balzo in avanti di Rai 4, resiste Real Time


PIER SILVIO BERLUSCONI
Piersilvio Berlusconi: “Posso dire che il canale 20 è nostro”


Cologno Monzese
Digitale Terrestre: Mediaset pronta a rilevare il canale 20, Viacom tratta per il 49

20 Commenti dei lettori »

1. MisterGrr ha scritto:

11 giugno 2012 alle 11:12

1%? Azz…di certo la posizione del canale non aiuta, poi non so da voi, ma da me prende solo in camera mia…



2. Marco ha scritto:

11 giugno 2012 alle 11:19

Certo, se la Laurito si ingoia tutti i telecomandi degli italiani e li sintonizza tutti su Vero darà certamente fastidio alle generaliste.
Non ci riesce cielo, perchè dovrebbe riuscirci Vero?



3. Lucakks ha scritto:

11 giugno 2012 alle 11:21

Sono tornati i morti viventi



4. luigi ha scritto:

11 giugno 2012 alle 11:43

ben venga un esperienza di questo tipo. Non è giusto parlare di MORTI Viventi…semmai dico che le generaliste evitano le star per puntare su sconosciuti alle prime armi…che spesso e volentieri…vuoi per il programma mal costruito, vuoi la loro inesperienza…sono dei flop…
certa Tv di ieri, senza alcun dubbio, era pensata…provata e condotta da personaggi che avevano maturato una bella gavetta…W I GIOVANI ma NON ABBANDONIAMO le star…. INSIEME POSSONO FARE MOLTO E BENE…se lo consentono…



5. luca ha scritto:

11 giugno 2012 alle 11:58

io ho seguito il debutto e …… a me non dispiace ; bella la rubrica di cucina e professionisti a farci compagnia ; non darà noia alle generaliste ma sarà un’ottima alternativa



6. amalia ha scritto:

11 giugno 2012 alle 12:01

interessante…soprattutto x beverly,speriamo di riuscire a prenderlo sulla mia tv,ma il loro palinsesto si può trovare da qualche parte? si sa se qualche rivista lo pubblica o hanno un sito,una pagina facebook??



7. Diegoz ha scritto:

11 giugno 2012 alle 12:04

sinceramente lo vedo flop… l’idea è buona ma sicermante l’accostamento dei personaggi… naaa.. mi lascia dubbi



8. teoz ha scritto:

11 giugno 2012 alle 12:08

non bisogna aver paura del Nuovo…certo la strada è tutta in salita e questo canale può diventare un vivaio per nuovi conduttori o una casa di riposo per quelli vecchi…gli studi sembrano curati e per una neo-tv sono di stardard alto…col tempo vedremo…



9. tinina ha scritto:

11 giugno 2012 alle 12:29

I miei complimenti e auguri a Guido Veneziani per il coraggio, in un momento difficile come questo, di lanciarsi in quest’avventura creando non pochi posti di lavoro!



10. bruna ha scritto:

11 giugno 2012 alle 12:31

A me invece pare una bella alternativa soprattutto in questo periodo estivo e sono d’accordo con Luigi su tutto…io purtroppo non la prendo in salotto dove non vedo neanche RAI 5 e non so perche’…. cmq spero che abbia buoni ascolti..



11. Laura ha scritto:

11 giugno 2012 alle 12:45

Lo sto guardando adesso e posso dire che Margherita Zanatta è un disastro.
A un modo di fare troppo esagerato. Per 5, max 10 minuti può essere anche divertente ma dopo rompe le scatole.
Comunque spero che faccia dei buoni ascolti. Poi c’è Costanzo come direttore !!!



12. shimo ha scritto:

11 giugno 2012 alle 12:58

Io la sto seguendo e la trovo ben fatta… bravi i conduttori.. interessanti le rubriche.. penso che possa esseree un’ottima alternativa!! Poi finalmente Dinasty:)



13. Mario ha scritto:

11 giugno 2012 alle 13:00

Potrebbe diventare in futuro una nuov Canale 5



14. amazing1972 ha scritto:

11 giugno 2012 alle 13:09

la concezione è innovativa e non è detto che vada male. praticamente,come uno arriva a casa e vuole ascoltare le notizie,sintonizzandosi sulle all news,questa è una versione light,quando non sai che vedere,ti butti su una rete simile,che fa da sottofondo con argomenti vari. l’1% se lo possono scordare comunque



15. Durina ha scritto:

11 giugno 2012 alle 14:12

Il vuoto e l’inutilità totale! Inoltre il segnale squadretta. Non credo che con dei personaggi cosí poco accattivanti riescano a fare ascolti



16. maria ha scritto:

11 giugno 2012 alle 15:06

davVERO brutto!



17. WHITE-difensore-di-vieniviaconme ha scritto:

11 giugno 2012 alle 15:10

1% la vedo dura.
voglio proprio vedere quando potrò godere appieno del digitale.
vedo giusto 5o 6 canali nuovi



18. gibi ha scritto:

11 giugno 2012 alle 16:01

Visto che questo è un blog che parla del dietro le quinte della tv, vi propongo un po’ di strane “coincidenze” . A voi poi, trarne le conclusioni:

Guido Veneziano chiama Costanzo come direttore editoriale.
Guarda caso, la commessa (studi ,tecnica ed emissione) viene data alla Mediapason di Sandro Parenzo , con cui Costanzo, insieme a Santoro, aveva intrapreso il progetto mai realizzato di “Telesogno”.
Sempre Parenzo è il produttore di “Servizio pubblico” che viene ripetuto anche su Telelombardia, di cui è editore (altra curiosità: il figlio , David Parenzo, lavora a La7 nel programma di Formigli, che va in onda dagli studi Videa di Roma, di proprietà di Parenzo).
Vero tv va in onda quindi dagli studi Mediapason di Via Colico a Milano (gli stessi di Telelombardia e Antenna 3 Lombardia). Intanto Mediapason, manda in cassaintegrazione da giugno gran parte del personale di Telelombardia.

Altra coincidenza: Anna Di Sabato, direttore del canale e dirigente Guido Veneziani è l’ex Presidente di Profit : sempre, guarda caso la società di produzione che realizza Vero Tv è la “Progetto-La videoevolizione”, di proprietà di Riccardo Pasini ( ex direttore di Odeon tv , controllatata da Profit).



19. anna ha scritto:

20 giugno 2012 alle 09:29

cercate di essere precisi negli orari dei serials !!!!!!Per il resto è tutto OK



20. Angela Coladonato ha scritto:

28 luglio 2012 alle 17:33

Mi piace tantissimo sopratutto la Signora Laurito! E’ una Donna VERA!
Complimenti a tutto il Team.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.