4
giugno

SEPOLTI IN CASA: REAL TIME ENTRA NELLE CASE DEI MALATI DI ACCAPARRAMENTO COMPULSIVO E INUTILE COLLEZIONISMO

Sepolti in casa

Sepolti in casa

Il genere inizia a farsi avanti, a piccoli passi, anche nella televisione italiana, tanto che è stato proposto anche a Pomeriggio Cinque. Eppure in Gran Bretagna è molto in voga, grazie al successo di Case da Incubo di Channel 4 (proposto nel Belpaese dal canale Lei), finito tra l’altro negli States. Parliamo dei factual entertainment sulla pulizia casalinga, una “questione” che impegna quasi giornalmente qualsiasi persona.

Poteva Real Time rimanere con le mani in mano? Ovviamente no, e da stasera – in seconda serata – proporrà Sepolti in casa, e porterà i telespettatori all’interno delle case degli hoarders, i malati del collezionismo in ogni sua forma. Si, perché anche il collezionismo può diventare un disturbo mentale, che può portare non pochi problemi alle attività basilari della persona. Come patologia è comunemente nota come “disposofobia” (o accaparramento compulsivo), le cui cure a dire il vero sono tutt’ora in fase di studio.

In ogni puntata verrà dato spazio alle storie scioccanti di due hoarder, verrà mostrato il loro particolare comportamento e una parte della cura, ad opera di un terapista e di un personal organizer che si preoccuperanno di cestinare migliaia di inutili e ingombranti oggetti. Alla fine di ogni episodio i miglioramenti saranno già tangibili, ma non sufficienti: il percorso verso la normalità richiede infatti notevoli sforzi che richiedono inevitabilmente tempo.

Tra le tante storie assisteremo a quella di Traci e la madre, che dovranno fare pulizia per trovare spazio alla new entry che sta per nascere, a quella di Renee, che ha rischiato di morire per coma diabetico, e di Kathleen, invasa da oggetti e da topi.

L’appuntamento con Sepolti in casa è ogni lunedì alle 23.05 su Real Time.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


sepolti in casa 2
SEPOLTI IN CASA: SU REAL TIME TORNANO LE STORIE DEGLI HORDERS


Take Me Out
Gabriele Corsi a DM: «Take Me Out è divertente nonostante il conduttore. Torno a Carta Bianca? Lo spero vivamente»


REAL TIME_Cose da non chiedere_3
Cose da Non Chiedere: come «maneggiare con cura» i luoghi comuni


Cose da Non Chiedere
Cose Da Non Chiedere: su Real Time si fanno domande scomode ai «diversi»

15 Commenti dei lettori »

1. MisterGrr ha scritto:

4 giugno 2012 alle 18:46

Talmente trash che è imperdibile.



2. amazing1972 ha scritto:

4 giugno 2012 alle 18:54

adoro questi programmi freak



3. shiver ha scritto:

4 giugno 2012 alle 19:04

Mi incuriosisce, stasera lo vedrò

Mister ahahahahah io temo che possa essere noioso se si mettono a fare solo gli psicologi



4. MisterGrr ha scritto:

4 giugno 2012 alle 19:10

shiver: spero di no! Ho amato pazzi per la spesa!



5. La Zanzara ha scritto:

4 giugno 2012 alle 19:12

Mi mette tristezza… forse i nostalgici capiranno quello che intendo dire! Arriva un momento nella vita in cui capisci che è inutile mantenere un piede nel passato: il collezionismo mi castra e mi toglie il futuro perchè in quegli oggetti c’è un racconto che il tempo svilisce… ! Vi consiglio di liberarvi di tutte le scatole dei ricordi: è una cosa liberatoria! Tanto i ricordi sono cose morte che ti tolgono linfa vitale… rimani fuori dalla storia e non ti evolvi! Penso che anche le persone care nel ricordo finiscano per morire, perchè le cose ci raccontano la materia e non la poesia degli uomini; infatti la memoria è più importante della lettera che conservi nel cassetto: il frammento non ti riempie la vita; negli oggetti si arresta la vita che è divenire… è bello vivere in 3D e dare futuro a quello che di buono è restato dentro di noi di quella fase della vita! Gli oggetti che conservo sono pochi e riguardano solo il mio presente… forse le cose di famiglia sono le uniche alle quali non rinuncerei… per il resto manderei tutto al macero! Poi sai quanti acari… no, no!



6. shiver ha scritto:

4 giugno 2012 alle 19:23

A me piace molto Il Boss delle torte: la sfida.

In certe puntate aveva dei bei picchi di trash ahahahahah una volta si sono anche menati e crevano certe litigate pazzesche ahahah è molto divertente oltre naturalmente al fatto di piacermi la sfida a fare la torta più bella e vedere come le fanno.

Poi sono bravissimi a mettere la clip dove ognuno dice la sua uno e un altro mentre lavorano nell’ istante prima che si scontrano uhauhahua

Anche il programma di Borghese (che mi è antipatico lui però) mi piace, l’ ho visto qualche volta, quello della sfida tra due aspiranti ristoratori non mi viene il nome, è un programma nuovo.



7. shiver ha scritto:

4 giugno 2012 alle 19:27

*creavano
*dice la sua su uno e un altro



8. carmen ha scritto:

4 giugno 2012 alle 21:49

a me non piacciono nemmeno le fotografie come ricordi figuriamoci se mi terrei tutta quella roba.. booohhhh



9. Gabriele90 ha scritto:

4 giugno 2012 alle 22:22

Bel articolo! Scritto molto bene… Programma davvero
Interessante da seguire!



10. Gabriele90 ha scritto:

4 giugno 2012 alle 22:24

Shiver: chi si mena nel boss delle torte ? XD



11. shiver ha scritto:

5 giugno 2012 alle 01:16

Gabriele ora non ricordo i nomi perchè l’ ho visto sporadicamente, però due donne si menarono nel senso che una spinse l’ altra che replicò, ma non in maniera pesante eh in maniera leggera, ma la litigata era fantastica ahahah



12. comare ha scritto:

5 giugno 2012 alle 01:17

Anch’io amo il Boss delle torte: la sfida. Il livello quest’anno è più basso, seconde me. L’anno scorso i due finalisti Dana e Megan erano veramente bravi. In questa edizione si arrangiano.
Non so se lo sapete, ma il marine di colore eliminato nella quarta puntata si è poi ucciso (infatti la puntata in cui è apparso l’ultima volta gli è stata dedicata). Voleva cambiare vita diventando pasticcere, era depresso e l’eliminazione dalla competizione era stata l’ennesima delusione. :(



13. comare ha scritto:

5 giugno 2012 alle 01:19

Io ricordo la concorrente bionda incinta che è stata spintonata da una mezza matta, buttata fuori da Buddy con grande sollievo.



14. Naj ha scritto:

5 giugno 2012 alle 20:25

Minerva era la mezza matta!!!



15. Martine ha scritto:

7 giugno 2012 alle 21:21

Io invece non lo trovo né freak né trash. E amo tantissimo il duo di How clean is your house. Peccato non poterlo vedere, perché non ho Sky.

Sono felice che anche in Italia sia approdato “Hoarders”, o meglio “Hoarding Buried Alive”, che è la serie che va in onda da noi.

Ricordo di aver letto qualche mese fa il commento di una italiana (forse su facebook) ad una delle professional organizer che compaiono nel programma statunitense: l’italiana in questione, scandalizzata, sosteneva che la nostra mentalità non rendeva possibile situazioni del genere, che secondo lei potevano esistere solo negli Usa.
Grande fesseria, ovviamente, dato che è un disturbo!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.