2
giugno

GIRO D’ITALIA 2012: TUTTO IL MONDO COLLEGATO, ANCHE IN CHIARO SULLA NBC

Giro d'Italia 2012

E’ da sempre tra le corse a tappe più prestigiose a livello internazionale – insieme al Tour de France e alla Vuelta a Espana – ma il Giro d’Italia 2012 (5-27 maggio) ha battuto ogni record. La novantacinquesima edizione, vinta a sorpresa dal canadese Ryder Hesjedal, ha beneficiato di un’esposizione mediatica in tutto il mondo senza precedenti.

Tutti i 5 continenti – come annunciato dallo sponsor ufficiale La Gazzetta dello Sport – hanno puntato le telecamere sulle strade italiane, per un totale di oltre 165 Paesi collegati. Grande copertura in Europa, grazie soprattutto a Eurosport (con 125 ore di programmazione, di cui 52 live), che ha raggiunto 40 milioni di utenti, registrando un +20% rispetto all’edizione dello scorso anno. Oltre al grande network sportivo, vanno considerate anche le emittenti Tv2 Denmark, Tv Norway, Vrt e Vtm (Belgio), Nos Olanda, Ceska Televize (Repubblica Ceca), Rtl Lussemburgo, Srg (Svizzera), Eitb, Euscal Telebista e Marca Tv (Spagna), insieme alle nostre Rai 3 e Rai Sport.

Per la prima volta in assoluto, il Giro d’Italia è stato trasmesso in chiaro dalla Nbc, che ha seguito in diretta la seconda tappa (Herning-Herning, con il giovane americano Taylor Phinney in maglia rosa). Per il resto, il Giro nell’America del Nord è stato garantito da Universal Sports Network. Da registrare – insieme alla messa in onda nell’America Centrale e Latina, in Africa, in Giappone e persino in Kazakistan – anche la copertura dell’Australia, che ha seguito live otto tappe (rispetto alle quattro del 2011).

Il ciclismo non è certo tra gli sport più “mediatici” in circolazione, ma i grandi appuntamenti sanno ancora dominare la scena. Basta considerare i numeri finali nell’Italia calciofila: l’ultima tappa dello scorso 27 maggio (la cronometro di Milano) è stata seguita su Rai 3 da 1.704.000 spettatori e uno share del 12.46%, saliti all’arrivo a ben 2.278.000 (18.32%).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Giro d'Italia 2017
Giro d’Italia 2017: diretta tv e radio dal 5 al 28 maggio. Ecco dove e quando seguire la 100° corsa rosa


Giro d'Italia
GIRO D’ITALIA 2016: DIRETTA SUI CANALI RAI ED EUROSPORT. ECCO LA PROGRAMMAZIONE TV


Giro d'Italia 2015
GIRO D’ITALIA 2015: LA PROGRAMMAZIONE TV DELLA 98° CORSA ROSA (CALENDARIO)


Giro d'Italia 2014
GIRO D’ITALIA 2014: AL VIA OGGI DA BELFAST. ECCO LA PROGRAMMAZIONE TV DI RAI ED EUROSPORT

5 Commenti dei lettori »

1. aleatti ha scritto:

2 giugno 2012 alle 13:33

Se si potesse assegnare uno stampa ratto Aldo grasso avrebbe gia vinto dopo questo articolo
http://www.corriere.it/spettacoli/12_maggio_29/grasso-la-rai-non-racconta-italia-del-giro_1ab2caf2-a94d-11e1-a673-99a9606f0957.shtml
Andrebbe avvisato che da 2 anni esiste rai sport 2 che deica fior di spazio al ciclismo e in particolare al giro d’italia.



2. claudio ha scritto:

2 giugno 2012 alle 13:37

Posso dire una cosa? VERGOGNA RAI, produzione indecente… l’UNICA grande corsa a tappe che non produce in HD! Vedere il Tour in full HD anche dalle moto… poi vedere ANCHE LE GRAFICHE SCALATE è una zozzura immonda!



3. Zoe ha scritto:

2 giugno 2012 alle 15:04

Ma no, a mio parere la Rai, dopo decenni di ingiusti maltrattamenti, sta offrendo un buon servizio con il ciclismo da due anni a questa parte (Raisport 2 è a completa disposizione di questo sport per piccoli e grandi eventi – alcuni dei quali, per la prima volta in onda in Italia – con ore e ore di dirette e programmi ad hoc, come “Radio Corsa”, “Si Gira”, “TGiro” o “Tour di sera”). Il problema del Giro, a mio parere, sono stati i tracciati non esaltanti e il lotto dei partenti non particolarmente di prima scelta.
L’HD al momento non è una priorità: in una logica dei costi, si è preferito sperimentare l’hd con la Vita in diretta e investire diversamente sul ciclismo. France2 investe sul Tour ben altre risorse, caro Claudio, perchè può permetterselo



4. Bozzy ha scritto:

2 giugno 2012 alle 15:04

Felici per la grande copertura mediatica internazionale ma la mancanza da parte della Rai dell’alta definizione è molto grave per un tale evento nel 2012



5. claudio ha scritto:

3 giugno 2012 alle 03:13

Zoe, conosco bene i costi di una produzione in HD, i relativi costi per gli OB, uplink, banda da prendere col satellite, ponti con le Wescam dagli elicotteri, ecc… ti posso dire tranquillamente che i costi non sono proibitivi. E per il SECONDO EVENTO CICLISTICO MONDIALE, almeno le immagini internazionali devono andare in FULL HD, punto e basta. Voglio dire: i costi per l’HD si sono drasticamente abbassati, da qualche anno a questa parte, proprio per la maggiore diffusione. Una Opera BVS qualsiasi non ti fa più i prezzi che ti sparava 2/3 anni fa per un noleggio… ;)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.