2
luglio

CANTANDO, BALLANDO… “SOFFRENDO”: ECCO A VOI IL PROGRAMMA DI PUNTA DI CANALE ITALIA

Cantando Ballando

Le tv locali ci hanno abituato, soprattutto nei loro mirabolanti prime time, ad assistere a fenomeni da baraccone destinati ad un pubblico decisamente popolare ma che, allo stesso tempo, riescono a strappare un sorriso, se non una grassa risata, al telespettatore più elitario. A quanto pare, però, questi singolari siparietti non sono prerogativa esclusiva delle emittenti locali. 

Merita tutta la nostra attenzione, infatti, un programma di quella rete che, dalla prossima stagione, aspira nientemeno che ad essere la settima rete della nostra Penisola con un palinsesto completamente rinnovato (qui i dettagli). Parliamo di Canale Italia e di ”CantandoBallando“, programma “di punta” della rete (così recita il claim sul sito web ufficiale). Ma La7 può dormire sonni beatissimi: “CantandoBallando” è un programma che non sarà certo sfuggito all’occhio più attento, ma soprattutto quello più masochista, del telespettatore medio italiano.

L’obiettivo primario di questa trasmissione è senza dubbio quello di ricreare sul piccolo schermo le tipiche atmosfere che si respirano nelle feste di piazza o di qualunque altra sagra di paese, tradizione tipicamente italica. Difficile affermare se trattasi di geniale intuizione o di cretinata micidiale ma se prendiamo in analisi il programma partendo dallo studio e dai conduttori, bisogna ammettere che l’impegno di Canale Italia è sicuramente fuori discussione.

Lo studio, angusto e minimale, ha la stessa larghezza di qualunque piazzale cittadino dimenticato dall’umana stirpe e i due conduttori, il lampadato Chicco e la cotonatissima Sabrina sembrano essere appena tornati dall’inaugurazione di qualche centro commerciale, due “impiegati” della conduzione che svolgono il loro compito senza infamia nè lode.

“Impiegati” della conduzione che ben presto si trasformano in mandanti della peggior “organizzazione criminale” non appena annunciano la presenza della “grande” orchestra di Titti Bianchi e delle sue tremende canzoncine caricate a pallettoni.

Stereotipi degni di un Marco Marfè qualsiasi: musica liscio su basi palesemente midi, musicisti che puntano le loro fisarmoniche come mitra con sorriso da manicomio, “sicari” che non abbassano la loro arma nemmeno se li pregassimo in ginocchio e soprattutto apoteosi di luoghi comuni nei testi delle canzoni con intuizioni letterarie che nemmeno allo Zecchino D’Oro.

L’atmosfera ricreata in televisione inevitabilmente non è la medesima che si respira nelle piazze soprattutto quando ci si accorge di un paio di particolari che rendono questa trasmissione deliziosamente trash. In primis, gli evitabili ma comprensibili applausi finti dei quali i conduttori sembrano assolutamente orgogliosissimi e soprattutto il finto entusiamo di una dozzina di ragazzi presenti in studio, che come si evince dagli agghiaccianti primi piani di cui sono protagonisti sarebbero più felici ed entusiasti se avessero assististessero ad una messa di suffragio.

Gli spettatori più in là con l’età invece si dimostrano meno ingrati e più gioiosi scatenandosi come baldi giovincelli in attesa dell’ischemia miocardiaca che lì colpirà a breve per l’eccessivo entusiasmo.

Ma non ci pensa la sola Titti Bianchi a torturare le nostre trombe di Eustacchio; riescono nell’intento anche tanti celebri ospiti tra cui non possono non essere menzionati la famosissima Lisa Maggio (nessuna parentela col titolare, sia ben chiaro), la stessa conduttrice Sabrina Borghetti, i carismatici Brunani, Beppe Tronic, Nicola e la band e gli immancabili Souvenir.

Caro pubblico delle piazze: ma che ve ne fate di una banale Rosanna Fratello o di un Sandro Giacobbe qualunque quando in tv puoi contare su un parterre prestigioso come questo!

Ma attenzione, c’è un particolare da non sottovalutare che potrebbe fare di Canale Italia l’emittente più ambita dagli investitori pubblicitari. Nel suo piccolo, infatti, “CantandoBallando” ha stabilito un record: è l’unico programma, infatti, in cui la pubblicità non dà affatto fastidio.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


la masseria reality
LA MASSERIA: IL REALITY VERY HOT DI CANALE ITALIA (VIDEO)


Tappeto Volante @ Davide Maggio .it
MOMENTI DA (NON) DIMENTICARE : GAFFE DI ROBERTA CAPUA E RITA FORTE AL TAPPETO VOLANTE


Tim Summer Hits - Tg1
Il Summer Hits di Rai 2 in anteprima al Tg1 – Video


MCS- COSTANZO, D'ALESSIO E MALGIOGLIO_02
L’intervento di Fiorello al Maurizio Costanzo Show (Video). Tutti gli ospiti

26 Commenti dei lettori »

1. erodio76 ha scritto:

2 luglio 2009 alle 16:33

Diciamo che Cantando ballando se la batte ad armi pari con gli speciali neo melodici di tele A…
Il canale che secondo me ha delle potenzialita’ e’ 7 gold, ex Italia7, ex Europa7, ex Italia7Gold, ex euroTv, ex… continuo?



2. Luca ha scritto:

2 luglio 2009 alle 16:34

Che bei momenti!!



3. orlandofurioso ha scritto:

2 luglio 2009 alle 16:38

ok…caro davide maggio,,ma perchè non parli dell’evento del giorno, quale mediaset night? e invece quando sn stati presentati i plainsesti rai sei stato il primo a parlarne? che schifo,,,poi vi lamentate dell’inoformazione televisiva, ma guardatevi voi che nel vostro piccolo DOVRESTE fare informazione!!



4. Awee ha scritto:

2 luglio 2009 alle 16:51

Mi spiace Davide ma non hai colpito nel segno…
niente batte “Festa in Piazza” in onda su Antenna 3!!!



5. Davide Maggio ha scritto:

2 luglio 2009 alle 16:53

@ Awee: ah ah ah, e cosi’ me lo dici? Dobbiamo preparare immediatamente anche un resoconto di questa Festa in Piazza” di Antenna 3. Fabio lo fara’ con piacere :-)

[leggete sempre gli autori dei post]



6. maikol87 ha scritto:

2 luglio 2009 alle 16:58

ma Fabio, hai dimenticato di dire la cosa fondamentale: i “cantanti” sono tutti rigorosamente in payback!



7. Fabio Morasca ha scritto:

2 luglio 2009 alle 17:10

Erodio ma parli degli speciali su TeleA di Gigione e Jo Donatello?
Altro che post, su quelli servirebbe un poema epico!
Mi informerò anche su Festa in Piazza sperando che Antenna3 sia su anche su Sky altrimenti da Roma mi verrebbe difficile vederlo.
Speriamo sul web si trovi qualcosa…



8. luigino ha scritto:

2 luglio 2009 alle 19:13

maikol87, magari solo i cantanti… cantando ballando ha voluto proporre una novità pressoché assoluta: l’orchestra in playback :D



9. sanjai ha scritto:

2 luglio 2009 alle 19:23

a me dispiace per il povero Fabio che avrò dovuto guardare “cantando ballando” per scrivere questo post…spero DM paghi bene :D

in ogni caso DM continua a fare tendenza…dopo la nana malefica…dopo la bislacca…dopo il viola in tv…CANTANDO BALLANDO!!!
(anteprima:da settembre i live di cantando ballando!)

@awee:ma io non vedo antenna 7!!si trovano filmati in giro??

@orlando furioso:l’hai presa la pastiglietta oggi? :)

cmq nel live dell’altro giorno avevo segnalato anche “musica insieme” su 7 gold…è sulla falsariga di cantando ballando…



10. orlandofurioso ha scritto:

2 luglio 2009 alle 19:48

@ sanjai: io nn parlavo con te! stò ancora attendendo una risposta da davide maggio, ma d’altra parte questo è un blog di parte!



11. Davide Maggio ha scritto:

2 luglio 2009 alle 19:50

@ orlandofurioso: l’hai presa la pastiglietta oggi? :)



12. sanjai ha scritto:

2 luglio 2009 alle 21:14

@davide:copyright eh… :)



13. Giorgio ha scritto:

2 luglio 2009 alle 23:46

Canale Italia fa pietà. UNA CHICCA: dopo la mezzanotte, la nuova TV per famiglie (!) sbatte in video le solite due zoccole che si strusciano il ricevitore del telefono ovunque, invitando i telespettatori a chiamare i soliti numeri telefonici a pagamento per fare sesso telefonico. E fin qui, tutto penoso ma nulla di strano (TV della famiglia a parte !!!).
Il fatto è che ho notato (fateci caso anche voi!) che durante quella programmazione il logo in basso a destra che recita “Canale ITALIA” è coperto da un rettangolino nero. Ossia NON è visibile !!!
E se sono loro i primi a vergognarsi beh…siamo proprio a posto!!!! POVERACCI



14. luigino ha scritto:

3 luglio 2009 alle 00:08

@Giorgio: ma quando l’hai visto? adesso stanno mandando in onda un qualcosa (probabilmente un film porno) dove poc’anzi c’erano due che si strusciavano amorevolmene nel letto…
cmq Canale italia è tutta un programma… fanno costanemtnete pubblicità per Calif…3 per dimagrire e la voce dice “per sentirvi meno gonfi e meno pesanti”. insomma, è quello che cercano tutte le persone grasse…. non dimagrire effettivamente, ma sentirsi magre…



15. sanjai ha scritto:

3 luglio 2009 alle 01:00

sempre per rimanere nel filone familiare,l’altra sera canale italia trasmetteva in seconda serata il mitico “occhio malocchio prezzemolo e finocchio”…mitico film con lino banfi!!



16. Fantomas ha scritto:

3 luglio 2009 alle 01:53

Quando un programma simile lo presentava Predolin lo studio era bello grosso. Ma gli sms secondo voi sono veri? Li ho guardati per 10 minuti, scorrevano abbastanza veloci e non è mai apparso il numero a cui mandarli…



17. MetaMorph ha scritto:

3 luglio 2009 alle 12:43

“Festa in Piazza” si vede anche in Veneto (attraverso Telenuovo), penso che in altre regioni si possa guardare attraverso altre emittenti locali. E naturalmente qui si vede pure “Cantando Ballando” visto che Canale Italia ha sede a Padova.

Certo che tra questi due programmi è una bella lotta…

Statemi bene…



18. maikol87 ha scritto:

3 luglio 2009 alle 12:51

se permettete, avendo visto spezzoni sia di festa in piazza che di cantando ballando, trovo che festa in piazza sia molto ma molto più simpatico e accettabile; canale italia è una tv che tecnicamente avrebbe buone potenzialità, ma è ancora troppo ingabbiata negli schemi della tv locale che è stata fino all’altro ieri, ovvero teleserenissima… e non ne esce…
cmq le zoccole hanno il rettangolino nero perchè copre il logo di La9, alla quale si agganciano per la diretta…



19. luigino ha scritto:

3 luglio 2009 alle 13:00

già anch’io penso che Canale italia abbia delle ottime potenzialità (in primis la qualità dell’immagine).potrebbe essere un’alternativa,però dovrebbero impegnarsi a farla crescere…
tipo vi immaginate cantando ballando all’ora di forum? il pubblico deve essere quello, delle vecchiette …poi magari ci metti la gnoccolona e il gnoccolone del momento e ti catturi anche la restante fetta di pubblico.



20. Mari 611 ha scritto:

3 luglio 2009 alle 13:59

Ma che bello!!! Che bel programma! Io lo adoro..è il mio target! Amo il liscio e vado a ballare nelle balere!
Quelle anni 70/80 erano il massimo. Grazie di avermi fatto provare questo momento di autentica nostalgia :)



21. Mari 611 ha scritto:

3 luglio 2009 alle 14:00

@sanjai…conta su di me per il live ;)



22. Awee ha scritto:

3 luglio 2009 alle 17:26

Eccomi!
Prima di tutto “diamo a Fabio ciò che è di Fabio”: grazie, hai scoperchiato il vaso di Pandora delle trasmissioni danzerine, che sono cult.
Attendo di leggere l’epopea di Gigione e Jo Donatello, io li conosco per “grazie padre pio” :D

Ahimè antenna 3 non è visibile su satellite, quindi chi vive oltre il Po fa un po’ fatica a godere di cotanta… cotanta.
Se su youtube digitate “festa in piazza antenna 3″ compaiono dei filmati che potrbbero darvi un’idea, purtroppo non sono presenti le esibizioni dei cantanti più famosi (sempre a livello locale).
In sintesi: il genere di musica che passa di lì è più o meno quello di “ballando cantando”, ma modellato su un target “popolar-lombardo”, usando anche il dialetto.
Il pubblico, di solito over anta, partecipa al programma [con cartelloni veritieri e sentiti come al Processo di Biscardi ;) ], e scende in pista anche per ballare. La presenza di coppie al femminile è altissima.
Poi ci sono maghi e esibizioni di scuole di ballo.
In queste settimane dovrebbe essere in onda la versione estiva registrata nelle piazze d’Italia.



23. Tommy ha scritto:

5 luglio 2009 alle 11:06

Bel pezzo!

Ogni tanto ci capito, la programmazione è praticamente divisa in 3:

Cantando e Ballando

Un programma di cui mi sfugge il nome, am è praticamente un remake di “colpo Grosso”

Film di vario genere di cui dubito che abbiano i diritti (se notate tagliano regolarmnte i titoli.

e sono questi ultimi la sola parte interessante, anche se alla fine sono rempre quelli.
Ma si può beccare qualcosa di interessante: alcuni titoli che trasmettono spesso sono:

Wild things 3 (il seguito del film con la Campbll e la Richards)

“Scret things” film francese dove 2 ragazze che lavorano in un locale notturno decidono di usare il sesso per beccare un “pollo” pino di soldi da usare.

i film della serie “le aventure di Justine” film prettamente erotici, anche questi francesi, che tentano di fare il verso a “indiana Jones” piazzandoci una scena di sesso ogni 5 minuti.

(il film visto da luigino può tranquillamente essere uno qualunque di quelli che ho citato)

Mi sa che quando la programmazione subirà cambiamenti perderemo queste chicche cinematografiche:D



24. luana ha scritto:

30 agosto 2009 alle 18:06

a me piace tantissimo Cantando Ballando, spero che da settembre non lo tolgano! Mi mette allegria.
Non è paragonabile ai programmi di liscio che vanno in onda sulle tv locali quanto a qualità!



25. Ramon ha scritto:

24 marzo 2014 alle 02:15

Volevo sapere se è possibile rivedere le trasmissioni di Canale Italia in differita, così come avviene per la Rai. Qualcuno mi sa dare questa indicazione? Grazie.



26. tina ha scritto:

17 aprile 2014 alle 03:04

Non capisco perché queste persone rubino il posto ai veri cantanti ..tutte le canzoni con in tonatore vocale sempre in play back ma dico io da cantante posso dire che mi vergogno per loro ..questo programma tra l altro a pagamento serve solo a pubblicizzare le orchestre che pagano fior di quattrini per apparire in questo canale per poi vendere la loro orchestra alle feste di piazza…proviamo a farli cantare dal vivo?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.