2
maggio

BAFTAS: LE NOMINATIONS PER IL 2012

Bafta

Sono state rese note le nominations per i Bafta Television Awardsche si terranno il 27 maggio alla Royal Festival Hall di Londra e saranno trasmessi in diretta su BBC 1. Bafta (“British Academy of Film and Television Arts”) è un’organizzazione britannica indipendente la cui missione è “sostenere, sviluppare e promuovere tutte le forme di arte dell’immagine e movimento, individuando e premiando l’eccellenza”.  Fondata nel 1947 con il nome di “British Film Academy”, da figure prestigiose tra cui Sir Laurence Olivier, dal 1976 l’associazione si occupa, oltre che di opere cinematografiche, anche di televisione e di opere multimediali.

Il premio dell’Accademia, considerato il più alto riconoscimento britannico del settore, ha la forma di una maschera teatrale. Per il pubblico britannico, quella dei Bafta è una vera e propria istituzione, ufficializzata dalla solenne liturgia della premiazione che, oltre alle già citate categorie, include anche quella per la “fellowship”, una sorta di premio alla carriera che nel 2011 è andato a Sir Trevor McDonald, famoso per essere stato il primo giornalista di colore in forza alla TV inglese ed anche quello più premiato in assoluto nella storia. 

Nel 2011, il premio alla migliore serie televisiva è stato assegnato a “Sherlock”, mentre quello per la miglior serie straniera è andato al fortunatissimo thriller danese “The Killing”. Ma ecco alcune delle nomination per il 2012 (l’elenco completo è disponibile su http://www.bafta.org/): 

  • Fiction/Drama di una sola puntata

Holy Flying Circus: ironica drammatizzazione di “Life of Brian” del 1979, BBC 4.
Page Eight: film di spionaggio con Rachel Weisz e Ralph Fiennes, BBC 2.
Random: adattamento televisivo dell’omonima piece teatrale che racconta di giovani e violenza, Channel 4.
Stolen: thriller sul traffico di organi trasmesso su BBC 1 ed interpretato da Damian Lewis, già visto nel serial americano Homeland. 

  • Programmi internazionali

Borgen: serie danese su politica e affari privati che ha per protagonista un primo ministro donna, BBC 4.
Forbrydelsen (The Killing): thriller danese brillantemente interpretato da Sofie Grabol nei panni della detective Sarah Lund, che ha fatto del suo acume e dei suoi maglioni i suoi segni particolari, BBC 4.
Modern Family: sit-com americana girata in “mockumentary style” trasmessa da Sky 1.
The Slap: serie australiana distribuita da BBC 4 che racconta la storia di un uomo che dà uno schiaffo ad un bambino, durante un barbecue. Ogni episodio racconta il punto di vista sull’accaduto di un invitato alla festa. 

  • Soap Opera e dramas continuativi

Coronation Street “Corrie”: la soap più seguita dal pubblico inglese, è ambientata nella citta industriale di Weatherfield, vicino a Manchester, ed è  in onda ormai dal lontano 1960 su ITV.
EastEnders: soap che si svolge a Londra, nel fittizio quartiere di Walford, trasmessa dal 1985 su BBC 1.
Holby City: medical drama, spin-off di “Casualty”,  ambientato in un ospedale di Londra, ed in onda dal 1991 sul BBC 1.
Shameless: già vincitrice di molti premi, la serie racconta le avventure della low/working class britannica, ed è passato nel 2011 da Channel 4 al canale digitale Dave. 

  • Miniserie

Appropriate Adult: miniserie basata sulla storia vera del serial killer Fred West. Viene raccontato il suo ultimo anno di vita, dall’arresto nel 1994, al suicidio nella prigione di Birmingham nel 1995. Trasmesso da ITV nel settembre del 2011.
The Crimson Petal and the White: miniserie che racconta di un aspirante scrittore nella Londra vittoriana, trasmesso su BBC2.
This is England ‘88: spin-off del film “This is England” del 2006 e sequel della serie “This is England ’86”, Channel 4.
Top Boy: miniserie sulle avventure di un gruppo di criminali coinvolti in spaccio di droga e malefatte varie, Channel 4.

  • Reality show

An Idiot Abroad: i viaggi di Karl Pilkington alla scoperta delle Nuove Sette Meraviglie del Mondo, su Sky1.
Don’t Tell The Bride: una coppia di promessi sposi riceve £12,000 da destinare al matrimonio, a condizione che passino 3 settimane separati e che lo sposo organizzi ogni aspetto della cerimonia, abito da sposa e addio al celibato/nubilato inclusi, sorprendendo la sua metà, su BBC 3.
Made in Chelsea: reality ambientato nell’omonimo quartiere che racconta di benestanti rampolli della borghesia londinese, trasmesso su E4.
The Young Apprentice: versione Junior di “The Apprentice”, in cui ragazzi di 16 e 17 anni si contendono il premio finale di £25,000 alla corte di Lord Sugar. 

  • Sport ed eventi “live” 

Frankenstein’s Wedding: Live in Leeds: musical live tratto dalla novella Frankenstein di M. Shelley. Lo show è stato trasmesso su BBC 3 il 19 marzo 2011 dall’Abbazia di Kirkstall, Yorkshire.
Rugby World Cup Final: telecronaca della finale della coppa del mondo di Rugby, Francia-Nuova Zelanda, trasmessa da ITV1 il 23 ottobre 2011 dallo stadio Eden Park di Auckland.
Tour De France 2011: la telecronaca tappa per tappa dell’evento ciclistico dell’anno in onda su ITV4.
The Royal Wedding:  il  matrimonio evento tra Prince William e Kate Middleton, trasmesso da BBC 1 e seguito da ben 26 milioni di spettatori. 

A presto per gli aggiornamenti ed i vincitori!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Emilia Fox bafta
BAFTAs: THE YOUNG APPRENTICE E THE ROYAL WEDDING TRA I VINCITORI DEGLI OSCAR DELLA TV INGLESE


Maneskin
Mtv EMA 2021, nomination: i Maneskin candidati come Best Rock e Best Group


fedez
Fedez, il caso Rai finisce sulla BBC


Morte del Principe Filippo, Fox News
Morto il Principe Filippo. Il commentatore Fox News: «Colpa di Harry e Meghan». Logo a lutto per la BBC

1 Commento dei lettori »

1. Giuseppe ha scritto:

2 maggio 2012 alle 17:23

Molto interessante la serie Forbrydelsen.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.