4
dicembre

TRASFORMAT KIDS: ENRICO PAPI FA GIOCARE I BAMBINI NELLA NUOVA EDIZIONE IN ONDA AL POMERIGGIO SU ITALIA1

Enrico e Rebecca Papi

Enrico Papi torna su Italia 1. Abbandonata forzatamente la fascia oraria che introduce la prima serata per lasciare spazio ai più economici telefilm crime, il conduttore è pronto per una nuova sfida professionale. Dal 16 gennaio l’ex Papirazzo è chiamato, nello slot per lui inusuale delle 17.40, a trainare Studio Aperto con Trasformat Kids.

Nella nuova e rinnovata edizione del game show – come annunciato dal padrone di casa nel pomeriggio di ieri a Verissimo - infatti, saranno protagonisti i bambini. Una modifica al meccanismo, questa, che non stupisce in quanto il game nasce proprio da un’idea dello stesso Papi e di una bambina, sua figlia Rebecca. 

Se da un lato è apprezzabile il tentativo di Tiraboschi di accendere una fascia, in agonia ormai da anni, con uno spettacolo che oltretutto vede protagonisti i bambini (anche se, vista la concorrenza dei canali dtt e satellitari destinati ad un pubblico under 12, rimane un grosso rischio), dall’altro una  nuova - e si presume low cost, data la presenza dei più piccini – edizione di Trasformat non cancella le perplessità verso una Italia 1 votata al risparmio di idee e soprattutto di risorse.

L’auspicio è che comunque i risultati arrivino in modo che possano servire da incentivo per nuove e più ambiziose produzioni tali da illuminare una rete sbiadita in molti tratti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Francesca Cipriani
TRASFORMAT: PASSAGGIO DI CONSEGNE TRA LE DUE PAPI GIRL RAFFAELLA FICO E FRANCESCA CIPRIANI


DM Live 24 11 Novembre 2010
DM LIVE24: 11/11/2010. LA TRIANI BOCCIATA, VALERIONA DA’ FORFAIT.


Enrico Papi
TRASFORMAT: ENRICO PAPI CONDUCE UN NUOVO GIOCO NELL’ACCESS DI ITALIA1. CON LUI RAFFAELLA FICO E KATIA FOLLESA


enrico papi
Guess My Age: Papi riparte con Giulia De Lellis e Marco Carta

21 Commenti dei lettori »

1. WHITE-difensore-di-vieniviaconme ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 12:47

bambini?
e quale sarebbe la differenza con i concorrenti delle edizioni passate?
ahah



2. Il criticone TV ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 12:54

@ White: Il QI piu alto xD



3. MisterGrr ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 13:12

ah, ecco, infatti si parlava di un fantomatico quiz di Papi…

sono piuttosto perplesso sinceramente.



4. ANTONIO1972 ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 13:34

mi fa piacere che una volta tanto,tentino qualcosa di diverso,quantomeno nell’orario. purtroppo italia 1 non può più contare sugli ascolti di telefim e cartoni,visto che la gente li guarda prima e meglio su digitale e sky,quindi ben venga un tentativo. per il resto,le risorse sono talmente poche per italia 1,che per un palinsesto decente con quel budget,servirebbe un miracolo



5. michele86 ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 13:37

Un nuovo ennesimo flop in vista. io avrei preferito le nuove edizioni di Genius o di Doppio Slalom.



6. ANTONIO1972 ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 14:07

a italia 1 servirebbe un giochetto tipo reazione a catena. l’ho visto quest’estate ed è carino,anche se la rai lo invecchia per il suo target. fatto da italia 1 verrebbe molto bene



7. lordchaotic ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 14:17

ma transformat non andava bene? xche lo hanno tolto???



8. Mattia Buonocore ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 14:43

@Antonio 1972 Reazione a Catena è stato portato in Italia proprio da Papi (e proposto per prima ad Italia1)



9. pippo ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 15:22

quindi sono puntate nuove, e non puntate vecchie rimontate come accadde anni fa sia a papi e sia ad insegno con altri programmi. evidentemente questa fascia oraria costa meno rispetto alla precedente.



10. ANTONIO1972 ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 15:49

davvero mattia? quindi italia 1 non ha saputo sfruttare il format che su raiuno è un grande successo. ma poi,per forza tutto enrico papi deve condurre? magari è lui che non funziona



11. Robyx ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 16:28

Beh dai..il gioco dove si sfidano bambini è una “finestra” sulla tanto desiderata Tv dei ragazzi. Anche in Bim Bum Bam c’erano edizioni dove i bambini si sfidavano, quindi questa versione è rientrante nella cara “Tv dei ragazzi”, certo un po’ modificata ma sempre tv dei ragazzi è. Però mi dispiace che da questa tv dei ragazzi venga tagliata fuori Cristina D’Avena, eppure I Puffi hanno spopolato al cinema, le sue compilation riescono ancora a finire nella classifica FIMI dei dischi più venduti, alcuni cartoni con la sua sigla (Sailor Moon, All’arrembaggio, Angel’s friends), ultimamente, sono anche finiti tra i 5 programmi più visti nei 4-14 anni…



12. anna ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 16:28

spero che italia 1 ritrovi, soprattutto durante il pomeriggio, più luce, sbiadita ormai dal 2003 circa.



13. Robyx ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 16:30

Potrebbero optare per una co-conduzione Papi-D’Avena e all’interno del programma potrebbero mettere una puntata dei Puffi da 10 minuti, facendolo diventare un mini contenitore.



14. Yo-Yo ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 16:47

Tiraboschi pensaci bene, puoi creare Trasformat Kids con un contenitore di cartoni animati. Inizia tutto alle 17.00 inserisci giochi, all’interno inserisci cartoni cult come Calimero, Puffi e si continua con la saga di Dragon Ball.
A questo punto Dragon Ball chiude prima?



15. Mike ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 17:29

A quanto pare la D’Urso avrà un altro concorrente nella fascia in cui lei trasmette il GF… già oggi io guardo Dragon Ball al posto della fascia del GF, figuriamoci quanti telespettatori cambieranno canale non appena vedranno il gioco: temo che la D’Urso avrà un problema… ma il gioco inizierà alle 18.00 o prima? Se il gioco inizia verso le 17.30, allora temo che la D’Urso avrà dei problemi seri anche negli ascolti del talk/D’Ursointervista… urk! Chi vincerà? O meglio: Papi farà scendere la D’Urso oppure sarà del tutto indifferente la presenza del gioco nel grafico di ascolti della D’Urso?



16. Mattia Bravi ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 17:36

Sono contento che venga riproposto “Trasformat” in versione young, ma Italia Uno farebbe bene a puntare su una nuova edizione de “La ruota della fortuna” in access



17. Peppe93 ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 18:17

Trasformat è un bel gioco ma io lo avrei lasciato alle 20.30, poi non ne posso più dei bambini in tv basta!!!!!!!!!



18. FDiv88 ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 21:01

senza offesa ma ad essere sinceri gli adulti sono molto più esposti dei bambini, eppure non sento mai nessuno “sono stufo degli adulti in TV”. I bambini non sono una categoria a parte, sono sempre persone..con meno esperienza ma parliamo sempre di persone. Se è per questo poi anche con Bim Bum Bam, Solletico, Zecchino d’Oro, Bravo Bravissimo, telefilm e film..in passato..i bambini erano esposti in Tv ampliamente!



19. ANTONIO1972 ha scritto:

4 dicembre 2011 alle 22:00

i bambini non amano i contenitori,altimenti esisterebbero ancora. solo gli adulti nostalgici li vogliono



20. FDiv88 ha scritto:

5 dicembre 2011 alle 00:12

non è così..già su Rai2 c’è il contenitore “Cartoon magic” condotto da Ruggero (partecipante di X Factor). I programmi per ragazzi, sono quasi scomparsi dalla tv generalista, perchè è arrivata la concorrenza delle tematiche, dove ci sono numerosi programmi che ricalcano le situazioni dei vecchi contenitori.

I cartoni vengono ancora visti dai bambini, i programmi come Art Attack (e altri godono di ampia popolarità), Il contenitore non è che un unione delle due cose senza aggiungere contenuti.
Mi sembra un po’ irrazionale che i due contenuti separati riescano ancora a piacere ai bambini di oggi e in un unico programma no, se i contenuti sono gli stessi.

Ovvio che i bambini di oggi non possono avere nostalgia dei vecchi contenitori che non hanno vissuto, così come i bambini degli anni 90 non hanno nostalgia dei vecchi contenitori che li hanno preceduti come il “Five Time” che invece gode di nostalgia da chi era bambino nel 1981, però molti programmi per ragazzi di oggi ripercorrono, come contenuti, quelli dei vecchi contenitori.

Esempio di programmi per ragazzi degli ultimi anni:
http://www.youtube.com/watch?v=jCvJ1NR5Tgc



21. FDiv88 ha scritto:

5 dicembre 2011 alle 00:19

E se ai bambini non interessassero certe cose, non ci sarebbe stata tutta questa moltiplicazione di canali tematici per bambini.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.