14
aprile

MAL’ARIA: UN TRIANGOLO AMOROSO TRA MALATTIA, SUPERSTIZIONI E PASSIONI. STASERA E DOMANI SU RAIUNO

Mal’Aria, Locandina (Ettore Bassi)La Tv di Stato cala l’asso della fiction per contrastare serial e reality made in Mediaset: riuscirà “Mal’aria” a fronteggiare gli appuntamenti decisivi di “Squadra antimafia – Palermo oggi” e “La Fattoria 4“? Stando al cast, ma anche ad una sceneggiatura che almeno sulla carta promette scintille, gli ingredienti ci sono tutti per una sfida all’ultimo share.

La nuova produzione di Rai Fiction, realizzata da Massimiliano La Pegna e Pietro Lama per la FeelMax Srl vanta la regia di Paolo Bianchini e una triade di attori di tutto rispetto come protagonisti: Ettore Bassi nel ruolo di Carlo Rambelli, Sara Felberbaum e Stefano Dionisi in quelli di Elisa Corzani e Oreste Bellenghi. La storia è ambientata negli anni venti, nella campagna romagnola, fra superstizioni e segreti, nella quale il dott. Carlo Rambelli cerca di fronteggiare epidemie di malaria e morti misteriose.

Queste le sintesi dei due episodi:

1^ puntata – Nel 1925, mentre il Fascismo si avvia a diventare regime dittatoriale, Mussolini si preoccupa con la “Guerra del Grano” di rilanciare invece il volto progressista e patriottico del suo programma politico di cui è fiore all’occhiello il progetto di bonifica dei terreni paludosi. Ma proprio da Ravenna, dai suoi acquitrini, giunge un indesiderato allarme: è in vista un’epidemia di malaria. Da Roma il Ministero invia come ispettore un giovane e timido medico, Carlo Rambelli. Il giovane, più topo di biblioteca che uomo d’azione, intelligente ma frenato da una strana fobia dell’acqua, si trova a dover fronteggiare prima ancora della malaria, una sequela di morti violente che avvengono in un piccolo paese del ravennate: Spinaro. Le vittime sono medici: medici che hanno lanciato l’allarme e medici che invece hanno interessi personali nella bonifica stessa. La gente del posto sussurra che le morti siano opera di una strega, una strega che azzanna come una bestia e strangola come un essere umano, una strega chiamata la Borda che si oppone alla bonifica. Rambelli è uomo di scienza e non può credere alle streghe. Eppure la sua inchiesta non fa che imbattersi in stranezze e segreti inquietanti, e il suo buon senso viene attaccato di giorno e di notte da incubi che non riesce a spiegarsi, finché, smarritosi nella palude, non tocca anche a lui udire la voce della strega, una voce che gli porta un messaggio angosciante: io ti conosco, tu dovresti essere già morto. Rambelli combatte per restare lucido e per portare a termine il suo dovere: evitare l’annunciata epidemia di malaria. Accanto a lui, dalla sua parte, sembra schierarsi il parroco che organizza una grande processione per combattere la stregoneria e vincere la superstizione. Ma anche il parroco viene trovato assassinato, con la gola sventrata dai morsi di una misteriosa belva.

2^ puntata – Dopo l’assassinio del parroco la gente di Spinaro comincia ad indicare Rambelli come il responsabile della rabbia della Borda: “Ce l’ha con te, è cominciato tutto con il tuo arrivo. Vattene” dicono. Contro Rambelli, talvolta coalizzati insieme, talvolta singolarmente, lavorano anche i carabinieri, sotto la guida del Maresciallo Righi, e le camicie nere della Milizia, agli ordini di Oreste Bellenghi. Bellenghi è uomo violento, profondo conoscitore delle paludi e del territorio dove spadroneggia, seminando il rispetto per il manganello. Tra Rambelli e Bellenghi c’è subito antipatia e reciproco disprezzo: a dividerli e ad opporli l’uno all’altro, non c’è solo la diversa classe sociale e la diversa concezione del fascismo, ma anche la passione per la stessa donna, una bellissima e impulsiva ventenne che si chiama Elsa Corzani e che a sua volta nasconde una complicità con la strega e che sembrerà giocare un po’ per l’uno e un po’ per l’altro dei due rivali. Alla fine, Rambelli dovrà mettere a rischio la propria vita per arrivare a scoprire la vera natura della strega e insieme il mistero di sé e della sua misteriosa avversione per l’acqua.

La trama, liberamente ispirata all’omonimo libro di Eraldo Baldini, andrà in onda in prime time, su Rai1, martedì 14 e mercoledì 15 aprile. Non mancherà la componente rosa, con un triangolo amoroso, tra passioni e vendette, che conferirà alla fiction quel giusto appeal per conquistare il pubblico tipico dell’ammiraglia della RAI. Tra gli aneddoti legati alla lavorazione, il cast ha pensato che alcuni ambienti fossero quasi stregati a causa di inquietanti coincidenze tra fiction e realtà. Per comprenderle, non resta che sintonizzarsi su Rai1.



Articoli che potrebbero interessarti


Ettore Bassi - Horacio Peralta
Chi l’ha visto?: Ettore Bassi è diventato Horacio Peralta per i ‘truffatori romantici’


Ballando Vukotic e Di Pasquale
Ballando con le Stelle 2019: chi vincerà?


Ettore Bassi e Alessandra Tripoli - Ballando con le Stelle 14
Ballando con le Stelle 2019, settima puntata: Enrico Lo Verso rientra in gara, ballottaggio sospeso tra Ettore Bassi e Manuela Arcuri. Quattro eliminati definitivi


Ettore Bassi e Alessandra Tripoli - Ballando 14
Ballando con le Stelle 2019: polemiche per l’assenza di Suor Cristina. A Razzi non basta il tesoretto per rimanere in gara

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.