23
novembre

MAURIZIO BELPIETRO VERSO LA PRIMA SERATA DI RETE4

Maurizio Belpietro

Mediaset rispolvera l’artiglieria pesante e dagli arsenali dell’informazione televisiva spunta Maurizio Belpietro. Nome in codice: “l’anti-Santoro”. Allora si fa sul serio. L’agguerritissimo direttore di Libero potrebbe tornare presto in onda alla conduzione di un talk show di prima serata su Rete4. A riverlarlo è il sito Dagospia. Attualmente il noto giornalista cura uno spazio d’attualità a Mattino Cinque (La telefonata) ed il passaggio alla guida di un dibattito politico costuituirebbe una sorta di promozione sul campo.

Secondo D’Agostino, Belpietro dovrebbe prendere il posto lasciato vacante da Alessandro Banfi con il suo programma del giovedì sera. Blog - La versione di Banfi è stato infatti chiuso settimana scorsa a causa degli ascolti insoddisfacenti (maggiori info, qui). L’idea di rilanciare il dibattito politico su Rete4 non deve essere comunque dispiaciuta ai vertici del Biscione, i quali ora sarebbero intenzionati a ripetere l’esperienza cedendo il testimone a Belpietro. Il responsabile di Libero avrà il compito di dar fuoco alle polveri e di creare un nuovo spazio di confronto che richiami l’attenzione del pubblico.

Nonostante il giornalista abbia già condotto un talk show – L’Antipatico – su Canale5 e poi su Rete4, oggi l’impresa di mettere in piedi un approfondimento di successo potrebbe rivelarsi non semplicissima. L’agone televisivo è infatti già occupato da bravissimi para-guru come Giovanni Floris, Michele Santoro e Corrado Formigli, i quali si contendono la palma della libera informazione senza esclusione di colpi. I telespettatori, da parte loro, pretendono un vivace mix tra dibattito ed approfondimento e pure Belpietro, che proviene dalla carta stampata, dovrà adeguarsi.

In attesa di saperne di più e di ricevere una conferma ufficiale dal diretto interessato, rilanciamo la sirena di guerra: l’Antipatico è pronto a colpire. In prima serata. 

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Maurizio Belpietro
DALLA VOSTRA PARTE: MAURIZIO BELPIETRO NUOVO CONDUTTORE


La Pupa e il Secchione e Viceversa
Mediaset, palinsesti gennaio/marzo 2022 – Su Italia 1 tornano Freedom, pupe e secchioni. Su Rete 4 non cambia nulla


Michelle Hunziker
Palinsesti Mediaset, festività 2021/22


Quarta Repubblica, Nicola Porro
Quarta Repubblica: Nicola Porro si smarca sul racconto d’attualità

21 Commenti dei lettori »

1. Giuseppe ha scritto:

23 novembre 2011 alle 11:10

E’ almeno auspicabile che non collochino anche l’eventuale programma di Belpietro di giovedì.



2. Zoro ha scritto:

23 novembre 2011 alle 11:13

quando durerà anche questo programma??? ad 1 mese ci arriverà?



3. luke ha scritto:

23 novembre 2011 alle 11:50

Io non ce lo vedo proprio per un programma di prima serata.
E poi rete4 perchè si ostina con questo genere, non è la rete adatta e inoltre ci sono già troppi programmi.



4. lillina ha scritto:

23 novembre 2011 alle 11:53

Credo che la collocazione su Rete 4 sia sbagliata è una rete troppo di parte peccato per Belpietro forse sarebbe meglio Canale 5 in un siparietto tipo quello di Ferrara prima o dopo il TG



5. asxo ha scritto:

23 novembre 2011 alle 12:06

Sicuramente è un giornalista più televisivo di Banfi. Il rischio flop però purtroppo è dietro l’angolo (credibilità giornalistica azzerata da Fede) e poi mi auguro seriamente non lo mettano di giovedì contro Formigli e Santoro. Sarebbe un suicidio annunciato. Propongo il mercoledì ;)



6. ANTONIO1972 ha scritto:

23 novembre 2011 alle 12:39

@lillina mettere dopo il tg5 belpietro equivale a far crollare striscia la notizia. già frizzi è rovinato da ferrara, il pessimo belpietro farebbe molto peggio. comunque voglio proprio vedere la faccia di lui,quando leggerà gli ascolti,visto che si era scagliato contro vieni via con me



7. verita e giustizia ha scritto:

23 novembre 2011 alle 12:49

Secondo me è giusto che Belpietro abbia questa possibilita,è un bravo giornalista sempre preciso e informato,io la penso in maniera diametralmente opposta alla sua,pero è ora di dare spazio a gente nuova e preparata, non sempre i soloti , che ormai fanno venire il latte alle gnocchia. ovviamente oero vorrei che Santoro potesse ritornare in rai per confrontarsi ad armi pari.



8. ANTONIO1972 ha scritto:

23 novembre 2011 alle 12:53

belpietro un bravo giornalista?????



9. luke ha scritto:

23 novembre 2011 alle 12:54

Essere un buon giornalista non significa essere anche un buon conduttore.



10. luke ha scritto:

23 novembre 2011 alle 13:14

Ci manca solo Belpietro tra il TG5 e Striscia la Notizia, cosi la prima serata comincerebbe alle 21.30 come minimo!



11. MisterGrr ha scritto:

23 novembre 2011 alle 13:15

Servirà? Magari farà ascolti migliori di Banfi, però…bah.



12. ANTONIO1972 ha scritto:

23 novembre 2011 alle 13:23

per me farà anche peggio di banfi. unica nota positiva,stavolta non tocca pagarlo col canone rai,come con sgarbi



13. MaMeLY ha scritto:

23 novembre 2011 alle 13:30

Belpietro è un portavoce di Berlusconi. In un campo competitivo, come quello televisivo, o è protetto appunto da Berlusconi e quindi andrà avanti finché gli farà conmodo, oppure soccomberà inevitabilmente, giustamente e drammaticamente. Non ha credibilità, lui ne è consapevole e si gode i soldi guadagnati applicando una malafede che, appunto, lo rende un portavoce anziché un giornalista. Per sua fortuna, ci sono i contributi pubblici all’editoria, altrimenti Libero sarebbe strafallito da tempo e lo dico perché ho visto il bilancio nel quale veniva detto chiaramente, ma la gente per sua sfortuna non è scema più di tanto. La fortuna della trasmissione dipenderà da quanto Berlusconi o chi per lui vorrà tenersela; in caso contrario farebbero meglio non iniziare nemmeno per evitare figuracce ad una reputazione dove ormai la vergogna sarebbe un vanto intellettuale. Tantopiù giovedì sera: è suicidio bello e buono. Ma sono curioso di sapere se saranno così poco intelligenti da costringere Belpietro (che, ripeto, conta come una marionetta con chi la manovra) ad andare a perdere il giovedì.
Vi suggerisco i mirabili video-contestazioni fatti da Piero Ricca; li trovate su Youtube.



14. Nina ha scritto:

23 novembre 2011 alle 13:46

Già Piero Ricca, che bel personaggio, un esempio.



15. Markos ha scritto:

23 novembre 2011 alle 14:20

Belpietro, quanto lo odio!



16. Ale ha scritto:

23 novembre 2011 alle 16:18

Prima considerazione: il talk politico fa flop e comunque viene confermato perché anche se la rete perde ascolti e quindi introiti pubblicitari l’importante è fare campagna politica berlusconiana! Ma fin qui non siamo in Rai quindi i soldi sono i suoi e se li usi o li perda pure come vuole.
Seconda considerazione: Santoro non va a casa di Bersani o di Di Pietro. Invece BelPietro è stato praticamente con la Santanché l’avvocato difensore di Berlusconi in tutto il caso Daddario, tant’è che prima di andare da Santoro a difenderlo lo si vedeva andare al Grazioli a ricevere la lezioncina dal suo maestro.
Terza considerazione: Santoro, Floris, Lerner, Annunziata, Gruber sono tutti più o meno schierati a sinistra, e di parte, chi più chi meno. Però almeno ogni tanto fanno le pulci anche alla sinistra. BelPietro invece non è credibile perché è sempre dalla parte di Berlusconi e lo difende a spada tratta attaccando e demonizzando sempre gli oppositori. Ora si è messo su Libero a criticare il governo Monti dicendo che sono banchieri e imprenditori di sinistra. Ma certo, tutto quello che non è Berlusconi è di sinistra! Come no? E a parte lui tutti mangiano i bambini! E gli asini volano!!!



17. Giuseppe ha scritto:

23 novembre 2011 alle 17:41

Ho l’impressione, leggendo i commenti, che l’idea di vedere Belpietro condurre un talk in prima serata non incontri molti entusiasmi. Effettivamente avendo proposto ai miei familiari co-teleutenti la prospettiva di seguire il programma di Belpietro, argomentando che in questo periodo lo si poteva anche prendere in considerazione così come Engels leggeva il reazionario Balzac, mi è stato chiesto se oltre a essermi già bevuto il cervello mi stavo dando anche all’alcool.



18. Marco Leardi ha scritto:

23 novembre 2011 alle 18:09

Come sempre vale la regola che programmi e conduttori li si giudicano solo dopo la messa in onda. Tuttavia resto persuaso che Belpietro renda di più come opinionista, intervistatore o editorialista (anche televisivo).



19. Alessandro ha scritto:

23 novembre 2011 alle 21:37

Se i programmi dei giornalisti di “destra” vanno male i motivi sono due: o anche chi vota a destra guarda i così detti giornalisti di “sinistra” e non quelli di “destra” o a guardare programmi di approfondimento politico sono solo elettori di sinistra!!



20. verita e giustizia ha scritto:

24 novembre 2011 alle 01:27

non sapevo che Belpietro andassa a palazzo Grazioli prima di andare da Santoro, ritiro , tutta la mia concessione di credito e mi auguro che floppi e che impari ad essere “Libero “



21. angelo41 ha scritto:

25 novembre 2011 alle 20:21

Come commentatori valete meno di una cicca; Non riuscite a “vedere”
il personaggio, come parla, come si muove e, sopratutto, come scrive.
Come al solito Santoro, Lerner, Annunziata, Floris e partita di giro, sono belli, buoni, indipendenti, professionali e, quasi, santi.
I Feltri, Belpietro, Sechi, Bechis e quelli della parte opposta, sono brutti, cattivi, servi di Berlusconi, leccalulisti e, quasi, diavoli dannati.
Come cazzo ragionate, fate funzionare il cervello e dividete il grano dal loglio entrando nel merito del personaggio, che sono di varia estrazione ed ognuno con la sua storia.
Leggete vari giornali, di destra e di sinistra, e fatevi una vostra opinione.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.