15
marzo

GT RAGAZZI: QUANDO IL DISINCANTO DEI GIOVANI RIESCE MEGLIO DELL’ESPERIENZA DEI GRANDI

Gt Ragazzi @ Davide Maggio .it

Chi ha detto che per fare uno scoop bisogna essere giornalisti esperti? Cosa vi fa pensare che per ottenere una rivelazione da prima pagina sia necessario essere cronisti d’assalto?

A guardare quanto accade al Gt Ragazzi, il telegiornale di Raitre fatto per e con i telespettatori più giovani, sembrerebbe proprio che la ricerca della dichiarazione che “fa notizia” passi per quel crudo disincanto che caratterizza le domande più schiette e spiazzanti, proprio come quelle dei suoi redattori in erba.

E’ il caso di Giulia, baby intervistatrice del Gt, che alla vigilia dell’ultimo Festival di Sanremo si è resa protagonista di un botta e risposta piuttosto interessante con Paolo Bonolis, che tanta risonanza ha avuto in seguito sul web e su diversi quotidiani. “Quanto guadagni?” Due parole semplici e dirette, destinate ad avere enorme eco – ”Un milione di euro” la risposta del conduttore. “Mica poco” ribatte Giulia convinta. “In realtà questo è il mercato. Io però lavoro per un anno al Festival anche come direttore artistico” – spiega il Paolino nazionale alla neo-giornalista, ancora inconsapevole della polemica che, all’indomani, avrà scatenato con quella domanda tanto innocente.

Domande incalzanti anche per Simona Ventura, che parlando di X Factor vanta di aver lanciato Giusy Ferreri, elenca i premi vinti dalla sua pupilla, e ricorda le vendite record che hanno ufficialmente consacrato il successo della cantante di “Non ti scordar mai di me”. Ma la mente dei giovanissimi intervistatori del Gt va immediatamente a tutti quelli che non riescono ad arrivare al tanto agognato contratto discografico, e alla Mona gongolante domandano se X Factor non si possa definire una fabbrica di illusioni. “Non vogliamo creare una fabbrica degli infelici” – risponde la Ventura -  “Ci sono molti ragazzi talentuosi, ma non tutti sono destinati ad arrivare. Noi con i reality forse lanciamo il messaggio che il successo sia una cosa facile, ma non è affatto così”.

Spazio anche al gossip, con Sara, 13 anni, che chiede alla conduttrice un parere sull’eterna rivale Maria De Filippi. E se la risposta è del tutto politically correct, con la regina dell’Isola che definisce la collega “molto simpatica”; non si può dire altrettanto della conclusione dell’intervista, in cui la Ventura va in crisi e dichiara il proprio odio verso le tv a schermo piatto, dopo essersi sentita dire in modo molto schietto – “in tv sembri più… grassa!”.

Ma il Gt Ragazzi non è solo spettacolo. La cronaca e la politica vengono spiegate ai giovanissimi con un linguaggio semplice ma efficace, e l’informazione entra nelle scuole dalla porta principale, dando la possibilità agli studenti di essere protagonisti con le proprie opinioni ed esperienze. E il mondo politico non sta a guardare: il  progetto “Telegiornale in classe“, che ha portato numerose scuole a realizzare dei veri e propri tg con l’aiuto degli esperti del Tg3, è nato proprio da una collaborazione tra la redazione e l’Assessorato alle Politiche Educative e alla Scuola del Comune di Roma.

Non a caso il ministro della Pubblica Istruzione Mariastella Gelmini, dopo aver diramato la nota sull’attribuzione del 5 in condotta lo scorso gennaio, ha scelto proprio i microfoni del Gt per spiegare che “il voto in condotta farà media perché sappiamo che l’aumento di episodi di bullismo preoccupa molto genitori e insegnanti“.

E giustappunto di politica ha scelto di parlare il Gt Ragazzi anche con Fiorello, durante la presentazione del suo nuovo show dal vivo, in onda dal 2 aprile su Sky Uno. L’argomento, ovvero la proposta del PD di far pagare un contributo una tantum ai cittadini con reddito superiore ai 120mila euro a favore dei poveri, è di quelli più attuali. La domanda, ancora una volta, è fra quelle più riportate dai media all’indomani della conferenza: “Lei la pagherebbe?” – “Certo, lo farei. Il DJ Franceschini ha avuto proprio una buona idea!



Articoli che potrebbero interessarti


barbara durso
LE PAGELLE DELL’ANNO 2011. PROMOSSI FIORELLO, BONOLIS E VENTURA. BOCCIATI SGARBI E D’URSO


Antonella Clerici (la vita in diretta)
FESTIVAL DI SANREMO 2010: ANCHE BOCELLI, FERRO E LA OBAMA DICONO “NO” ALLA CLERICI, TUTTA COLPA…


Simona Ventura @ Davide Maggio .it
VENTURA: “FIORELLO e BONOLIS, I PATRIZI DELLA TV”. E’ SCONTRO TRA TITANI.


Carlo Conti, Simona Ventura, Enrico Papi, Paolo Bonolis
In prima serata si gioca, ma col fuoco!

1 Commento dei lettori »

1. NiCOLA ha scritto:

15 marzo 2009 alle 20:24

BRAVO GT!!!!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.