8
agosto

LA PROFEZIA D’AVIGNONE: L’ENNESIMO FLOP IN PRIMA TV DI CANALE 5 PASSA IN SECONDA SERATA. AGLI ITALIANI NON DISPIACCIONO LE REPLICHE?

Manuela Arcuri in So Che Ritornerai

E dire che era partito bene. Dopo tanti mesi a giugno Canale 5 era riuscito a battere il rivale Rai1 ma invece con il prosieguo della stagione estiva, complici ritocchi nella programmazione dell’ammiraglia Rai e l’invecchiamento progressivo della platea, la situazione sembra essersi capovolta. Per la rete diretta da Massimo Donelli, infatti, è sorto più di un grattacapo: prima il pessimo esordio di Parenthood, subito spostato in seconda serata, poi i cattivi risultati di Angeli e Diamanti e soprattutto di L’amore non basta (quasi) mai, dirottato su La5.

Ora va ad aggiungersi al trittico di insuccessi La Profezia d’Avignone, la serie francese - dopo essere crollata, nel secondo episodio trasmesso venerdi scorso, all’8.38% di share pari a 1.291.000 spettatori (risultato persino inferiore a quello registrato dall’ennesima riproposizione di Fantozzi va in Pensione su Rete 4) – è “costretta” ad abbandonare la prima serata. Dopo soli due appuntamenti la serie del 2007, che mescola thriller e mistery, si sposta in seconda/terza serata (dopo il Tg5 Numeri in Chiaro) alle 24. Al suo posto, venerdi 12 agosto, andrà in onda la fiction So che Ritornerai con Manuela Arcuri e Jason Lewis.

E’ curioso notare come ad aver fallito in quest’estate di Canale 5 siano tutte produzioni inedite (almeno in chiaro) mentre il maggior successo è quello registrato dalle repliche di Ciao Darwin 6. Non sarà che, mentre la critica si lamenta, agli italiani le repliche piacciono?



Articoli che potrebbero interessarti


Gigi Proietti
Gigi Proietti, il ricordo in tv: programmazione dedicata e modifiche di palinsesto


Resta a Casa e Vinci
Sospeso Resta a Casa e Vinci


Max Giusti
«Chi ti Conosce?», Nessuno! Il gioco del Nove sospeso per bassi ascolti


Claudia Pandolfi rasata a zero E' arrivata la felicita'
Dietrofront! E’ arrivata la felicità resta su Rai1 ma di domenica pomeriggio. Accorcerà la Parodi di 30 minuti

17 Commenti dei lettori »

1. Zoro ha scritto:

8 agosto 2011 alle 17:17

è quello che dico da sempre, la gente si lamenta delle repliche e poi guardano solo quelle rifiutando tutte le nuove proposte!!!



2. Master ha scritto:

8 agosto 2011 alle 17:33

Certo
Bova mercoledi ha fatto il doppio di 2 Mamme
Son convinto che anche la Arcuri farà molto piu’ di Avignone



3. Kaname ha scritto:

8 agosto 2011 alle 17:35

Peccato per la Profezia D’Avignone, non è affatto male, anzi nella seconda puntata si era entrati nel vivo della storia…Ora mi toccherà registrarlo per continuare a vederlo! Per le repliche non capisco come possano essere preferite a serie inedite..un conto se ci si è persi la programmazione in prima visione ma dai numeri è piuttosto improbabile come discorso generale…è poi ci si lamenta sempre..mah!



4. Mattia Buonocore ha scritto:

8 agosto 2011 alle 17:38

@Zoro sono d’accordo. Come anche quando si assiste al successo dei canali digitali che però di nuovo propongono ben poco. Vero è però che è meglio una buona replica che una cattiva prima visione (ma parenthood specialmente non lo era).



5. Zoro ha scritto:

8 agosto 2011 alle 17:39

io ho seguito la prima puntata di Avignone, poi ho deciso di abbandonarlo perchè sicuro che lo avrebbero spostato alla terza puntata in seconda serata e perchè non mi aveva tanto colpito, difatti….!



6. Zoro ha scritto:

8 agosto 2011 alle 17:52

@Mattia

infatti lo stesso esempio dei canali digitali, quelli che propongono più repliche hanno grandi ascolti, quelli che propongono cose nuove (vedi Cielo) fanno molto meno, tranne Real Time che stranamente sta avendo un successo clamoro, almeno per un canale la gente apprezza le cose inedite!



7. asxo ha scritto:

8 agosto 2011 alle 18:20

Il punto non sono le repliche ma i prodotti che vengono piazzati in questo periodo. Se le prime sono pessime, è ovvio che si punta sull’usato sicuro o una bella replica di un film. Avignone era una serie che sarebbe stata a rischio anche su Rete4, per dire. O pensiamo agli scarti di fiction italiani trasmessi in questo periodio. Le mamme di troppo già erano andate malissimo. Angeli e diamanti era quello che era.



8. pig ha scritto:

8 agosto 2011 alle 19:05

Ma perchè queste prime tv meritano di essere viste?Sono già dei prevedibili flop già dal titolo,e poi la gente secondo me preferirebbe degli show in diretta mica dei telefilm.Dove sono finiti i vari Furere,Beato tra le donne,Festivalbar,Stasera mi butto,JSF???



9. WHITE-difensore-di-vieniviaconme ha scritto:

8 agosto 2011 alle 19:29

in estate non si possono mandare in onda serie inedite. non c’è continuità da parte del pubblico nel seguirle. è estate.
questo discorso vale sopratutto per canale5 che ha un pubblico piu giovane rispetto a quello di rai1



10. Howl88 ha scritto:

8 agosto 2011 alle 20:06

@pig pienamente d’accordo. Che belle estati quelle con JSF e Beato tra le donne….e pensare che in Francia va in onda “Fort Boyard”. Perchè non lo importano? Beh, importano tante di quelle schifezze, ma forse meglio così, in Italia lo rovinerebbero!



11. stegaga ha scritto:

8 agosto 2011 alle 20:26

in realtà il problema è che agli italiani non piacciono le repliche, solo che però è costretto a guardarsele perchè le novità che propongono fanno veramente vomitare…quindi uno preferisce piuttosto una cosa che ha gia visto ma almeno decente….cioè ma vogliamo parlarne di sta profezia d’avignone, era flop assicurato….ma ancora non capisko pechè d’estate non fanno lavorare in tv qualche reduce da reality che ha un po di talento e qualke altra piccola vip che potrebbe crescere, con programmi nuovi….cioe bho…non mi sembra difficile…neglia ltri paesi non c’è questo stacco tra tv d’inverno e tv estate…



12. Phaeton ha scritto:

8 agosto 2011 alle 21:02

E’ vero, è un peccato, almeno canale5 si era spesa per dare delle prime visioni invece, sono state rifiutate! Se le serie straniere secondo me sulle ammiraglie non funzionano, strana sorte è toccata a l’amore non basta quasi mai, gli attori erano buoni e la storia era di quelle per tutta la famiglia… peccato! Il pubblico in fondo si ha quello che si merita!



13. Markos ha scritto:

8 agosto 2011 alle 21:43

Visto che si tratta di una serie a puntate La5 avrebbe dovuto mandarla in onda da fine giugno. In pieno agosto seguire un telefilm è difficile. Non a caso, venerdì ho dovuto registrare la seconda puntata de “La Profezia di Avignone”.

Poi, sottolineamo anche che all’Italia piacciono le repliche e questo è indubbio!



14. Mattia Buonocore ha scritto:

8 agosto 2011 alle 21:53

Da sottolineare una cosa che se alcuni programmi estivi non vengono più rifatti (vedi Beato tra le donne o lo stesso Festivalbar che però le potenzialità ce le avrebbe ancora) non è perchè i direttori di reti sono incapaci e puntano solo a risparmiare ma perchè questi non andavano più bene.



15. Tania ha scritto:

9 agosto 2011 alle 01:19

Prima puntata carina,la seconda da buttare.il made in france e’ lontano da noi anni luce.anche dolmen non era un granche’ pur facendo ascolti sufficienti.



16. pig ha scritto:

9 agosto 2011 alle 11:10

Ma perchè con la conduzione Canalis-Golia-Silvestrin si aspettavano un ottimo festivalbar?E per quanto riguarda Beato tra le donne credo che il pubblico si fosse stancato di vedere un edizione in Rai e l’altra in Mediaset.E comunque l’ultima edizione di Beato tra le donne non andò affatto male,quella condotta da Giletti se non sbaglio



17. cospal ha scritto:

12 agosto 2011 alle 22:24

vorrei proprio sapere chi decide cosa è un flop, a me personalmente è piaciuta moltissimo, ma non è che forse è ora di rivedere i metodi utilizzati per stabilire lo share?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.