5
luglio

PARENTHOOD E I TUDORS: CANALE 5 CI RIPROVA CON LE SERIE MADE IN USA

Parenthood

Nell’estate catodica c’è di buono che sono sempre più le serie americane a trovare spazio nei palinsesti, anche in fasce importanti come la prima serata. Succede che a volte questi ‘tappabuchi’ estivi si rivelino dei veri fenomeni, come nel caso del Dr. House che dopo essere stato mandato allo sbaraglio in piena estate, diventò in poco tempo una delle serie più seguite del Belpaese.

Ma non sempre la serialità americana ha riscosso lo stesso successo: un anno fa il binomio formato da Women’s Murder Club e Dirty Sexy Money venne sospeso in fretta in furia e gli episodi mancanti si riversarono in maratone interminabili. Quest’anno Canale 5 va sul sicuro puntando su tematiche meno forti e su un volto familiare al pubblico italiano: quello di Lauren Graham, la Lorelai Gilmore di Una mamma per amica. La Graham sarà protagonista dei tredici episodi di Parenthood: storia di una mamma single con due figli a carico che non potendo far fronte ai problemi economici, decide di tornare a vivere con i genitori, Zeek e Camille Braverman.

Per la NBC, Parenthoood è un caso più unico che raro: in un momento in cui la maggior parte dei nuovi titoli non supera la prima stagione, questa serie è riuscita a conquistarsi un pubblico di quasi 7 milioni di telespettatori, ottenendo il rinnovo per la terza stagione. Basata sull’omonimo film del 1989 diretto dal Ron Howard di Happy Days e conosciuto in Italia con il titolo “Parenti, amici e tanti guai”, le vicende della famiglia Braverman sono trasmesse per la prima volta in chiaro dopo il passaggio su Joy lo scorso inverno.

Al termine del doppio episodio di Parenthood, la serata telefilmica prosegue con gli scandali di corte dei Tudors. Tre anni  dopo la messa in onda della prima stagione, che a dir la verità conquistò più critiche che telespettatori, arrivano -ma non prima delle 23.30- gli episodi della seconda stagione già trasmessi da Mya nel 2008 e da La5 nell’estate del 2010. Protagonista ancora una volta è Jonathan Rhys-Meyers nei panni di Enrico VIII alle prese con l’annullamento del suo matrimonio con Caterina D’Aragona.

Il binomio quest’anno è ancora meno solido per quanto riguarda le tematiche. Ma quanto gioverà il volto familiare di Lauren Graham?



Articoli che potrebbero interessarti


The tudors, spostato
CANALE 5: PARENTHOOD AL POSTO DEI TUDORS IN SECONDA SERATA. ENRICO VIII DESAPARECIDO!


The Fix
The Fix: Canale 5 propone la serie tv ispirata dal caso O.J. Simpson


Spirito Libero - Canale 5
Spirito Libero: l’amicizia tra Alexandra e il cavallo Dicembre nel nuovo dramma austriaco di Canale 5


New Amsterdam
New Amsterdam: dopo il successo di The Good Doctor, arriva in prima serata su Canale 5 la serie su un medico ‘populista’

8 Commenti dei lettori »

1. tommo ha scritto:

5 luglio 2011 alle 18:49

OT:
scusate, ma Arisa a X Factor?



2. Mattia ha scritto:

5 luglio 2011 alle 19:07

“Ma quanto gioverà il volto familiare di Lauren Graham?”

Tanto spero. Io lo guarderò solo perchè c’è lei



3. Zoro ha scritto:

5 luglio 2011 alle 19:16

non so, volevo vederlo, ma hos coperto che su Rai 2 c’è un altro telefilm che sembra interessante………!



4. Davide Maggio ha scritto:

5 luglio 2011 alle 19:49

Io stasera me lo guardo!



5. Alessio90 ha scritto:

5 luglio 2011 alle 20:58

Era ora che trasmettessero la prima stagione è un sacco che l’aspetto, non vedo l’ora di rivedere la miticia Lauren(con la voce di Giuppi Izzo) in azione.
PS: Spero che però sky, rimasto orfano di Brothers e Sisters, l’acquisti! :D



6. Markos ha scritto:

5 luglio 2011 alle 23:29

Davide che ti è sembrato?



7. Dynit ha scritto:

5 luglio 2011 alle 23:47

Era tanta la curiosità verso questo telefilm. Dopo la cancellazione di Brothers&Sisters ero alla ricerca di un altro “family drama” che potesse appassionarmi come è successo con la famiglia Walker. Al momento però posso dire che “Parenthood” non mi ha colpito più di tanto… Ma per un giudizio definitivo aspetto di vedere un altro po’ di episodi.



8. Davide Maggio ha scritto:

6 luglio 2011 alle 12:53

Markos: brutto.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.