27
giugno

AMARCORD, LA TV CHE APRIVA PER FERIE: SI O NO

Si o No

C’era una volta, neppure tanto tempo fa, una tv che d’estate apriva per ferie, una tv che non andava in letargo, ma al contrario teneva compagnia al suo pubblico anche in pieno agosto, con varietà, quiz e talk show. Riprende su DM il viaggio nel passato del piccolo schermo, attraverso il ricordo di alcuni tra gli appuntamenti estivi più amati e seguiti dal pubblico.

Partiamo facendo un tuffo indietro di 18 anni, sono le 12.00 in punto di lunedì 28 giugno 1993 e sugli schermi di Canale 5 prende il via la prima edizione di Si o No, il nuovo gioco a quiz ideato da Corrado e dal suo storico gruppo autorale composto da Stefano Jurgens, Stefano Santucci e Corima (pseudonimo usato dallo stesso Corrado per indicare la coppia autorale formata insieme al fratello Riccardo). Archiviato definitivamente Il pranzo è servito, Corrado continua a presidiare (seppur solo come autore) la fascia del mezzogiorno, con un nuovo gioco, la cui realizzazione ricorda non poco lo spirito e le atmosfere del celebre “Pranzo”.

Ulteriore anello di congiunzione tra i due quiz è la conduzione di Claudio Lippi, di ritorno in tv a distanza di un anno. Al suo fianco due giovani e procaci vallette: la debuttante Stefania Orlando e Rossella Zito, già vista in tv nel ruolo di ragazza coccodè ad Indietro tutta. La trasmissione sviluppata su un’idea in parte sperimentata nella primavera dello stesso anno all’interno de La Corrida, vede in ogni puntata 2 concorrenti sfidarsi in una serie di giochi in cui la bravura e l’abilità devono spesso fare i conti con il caso e la fortuna.

Si parte con una prima prova in cui i concorrenti in cambio degli immancabili gettoni d’oro, devono rispondere soltanto Si o No ad una serie di domande di cultura generale poste da Lippi. Il secondo gioco, decisamente più complesso, è quello della Serpentina e del tabellone, che impegna gli sfidanti in un percorso ostacolato da pareti elastiche. Attraverso tale percorso i concorrenti devono portare al centro dello studio il maggior numero di barattoli, all’interno dei quali sono contenute delle tessere con la scritta Si o No. Le tessere No si rivelano del tutto inutili, mentre le tessere Si permettono di scegliere una casella del tabellone dietro il quale è celato un rebus. Chi indovina la soluzione ha la possibilità di incrementare con ulteriori gettoni d’oro il proprio montepremi.

La terza ed ultima prova vede i due concorrenti impegnati a rispondere Si o No alle domande-offerta del presentatore. La particolarità del gioco sta nel fatto che entrambi gli sfidanti, isolati grazie a delle cuffie che trasmettono della musica, non sentono le domande e sono costretti pertanto a rispondere a caso, affidandosi alla fortuna. Capita quindi di rispondere No ad un offerta di un milione di gettoni d’oro, o di accettare con un Si lo scambio dell’intero montepremi con un imbuto. Al termine del gioco, in base al numero di risposte fortunate, vince il concorrente riuscito nell’impresa di conservare il montepremi più alto. Un meccanismo simile riguarda anche il gioco telefonico. Il pubblico da casa fornisce in anticipo 10 risposte positive o negative, per scoprire al momento della lettura delle domande, quali premi ha involontariamente accettato e quali rifiutato.

Forte dei consensi ottenuti, Si o No, proseguirà per tutta la stagione 1993/94 in versione settimanale nella fascia preserale del sabato, per poi tornare in onda quotidianamente nell’estate del 1994. Prematuramente accantonato da Canale5 e probabilmente dimenticato da gran parte del pubblico, il gioco a premi condotto da Claudio Lippi, oltre che erede de Il Pranzo è servito, rappresentò in qualche modo una versione embrionale del celebre Tira e molla. Il gioco preserale, a firma dello stesso Corrado e condotto a partire dal 1996 da Paolo Bonolis, rispolverò con  successo proprio il gioco finale del Si o No, facendolo diventare uno degli appuntamenti più attesi e seguiti della giornata televisiva.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Giochi Senza Frontiere
AMARCORD, LA TV CHE APRIVA PER FERIE: GIOCHI SENZA FRONTIERE


Sorrisi e Canzoni TV (1984) @ Davide Maggio .it
LA GRANDE AVVENTURA (3^ puntata) : DALL’OSCURAMENTO del 1984 a BUONA DOMENICA (1985)


Silvio Berlusconi (La Grande Avventura 2^ puntata) @ Davide Maggio .it
LA GRANDE AVVENTURA (2^ PUNTATA) : STAGIONE TV 1983 – 1984, IL VIDEOSORPASSO


Luana Ravegnini @ Davide Maggio .it
AMARCORD, Che Fine Hanno Fatto…LE VALLETTE DE “IL PRANZO E’ SERVITO”?

17 Commenti dei lettori »

1. mats ha scritto:

27 giugno 2011 alle 18:05

Lo ricordo molto vagamente… però era proprio un bel periodo quello in cui l’estate la tv si riempiva di programmi estivi! C’era tutta una serie di programmi emblematici del periodo! E poi le stagioni non terminavano alla fine di maggio ma a fine giugno!



2. Markovo ha scritto:

27 giugno 2011 alle 18:46

Bella la TV estiva di una volta…
Se farete un articolo sul Quizzone, che ha tenuto compagnia al pubblico estivo di Canale 5 per quattro edizioni (la quinta in primavera con Amadeus su Italia1), posso esservi di aiuto ;)



3. ANTONIO1972 ha scritto:

27 giugno 2011 alle 19:17

adesso non creiamo falsi miti. non è che una volta ci fosse chissà che in estate. c’erano giusto quei due o tre programmini,un paio di prime time a settimana e un paio di daytime. i ’signori dei palinsesti’ dovrebbero comunque ricordare che molti di quei programmi,come la corrida,beato tra le donne,la sai l’ultima e si e no (divenuto poi il gioco clou di tira e molla) sono diventati programmi di grande successo anche nelle stagioni fredde,quindi un po di sperimentazione senza l’anzia auditel si potrebbe pure fare



4. CeleTheRef ha scritto:

27 giugno 2011 alle 19:28

però se ben ricordo in Si o No nel gioco del si o no finale giocava solo il campione



5. Salvatore-Cau ha scritto:

27 giugno 2011 alle 22:39

@Markovo
Occio che arriva… anche il Quizzone.

@Antonio72
Perchè falsi miti? In passato c’era un vero e proprio palinsesto estivo, certo non ricco come quello della piena stagione, ma comunque con parecchie offerte. Ad esempio nell’estate in questione (1993) andavano in onda con puntate inedite:

Si o no (ore 12,00 can5)
A casa nostra (rete 4)
buon pomeriggio (rete 4)
Il gioco delle coppie estate (rete 4)
Unomania estate (italia 1)
ok, il prezzo è giusto (ore 18,00 can 5)
La ruota della fortuna (ore 19,00 can5)
Campionissimo con G.Scotti (ore 20,00 italia1)

in prime time
martedì -Festivalbar (I1)
mercoledì – Affari di Famiglia (c5)
venerdì – Bellezze al bagno (r4)
sabato – la sai l’ultima? (c5)
domenica- Il quizzone (c5)

in Rai: Giochi senza frontiere, Il grande gioco dell’oca, un disco per l’estate, il cantagiro etc

@CleTheRef
Giocavano entrambi, e Lippi faceva una domanda prima ad uno o poi all’altro. Il campione non lo si conosceva sino all’ultima domanda, dove era possibile ribaltare tutto.



6. Markovo ha scritto:

28 giugno 2011 alle 00:05

@Salvatore-Cau – perfetto! Se ti serve qualche dettaglio sugli ospiti che hanno partecipato nelle varie puntate, qualche curiosita’ o qualche video su richiesta, teniamoci in contatto. Stesso vale per Giochi senza Frontiere, per il quale gestisco il canale video ufficiale italiano e ho un’archivio di un’ottantina di puntate…
Per quanto riguarda Si o No, avendo due puntate della trasmissione, confermo quanto detto da Cele, solo il campione andava al Si o No finale, nel quale vinceva premi solo per se stesso ;)



7. mats ha scritto:

28 giugno 2011 alle 00:36

@Antonio: non si creano affatto falsi miti. Vent’anni fa la tv non andava mica in vacanza a fine maggio come succede adesso



8. Francesco ha scritto:

28 giugno 2011 alle 01:01

@Salvatore Cau: io conservo nel mio archivio qualche puntata di “Si o No”, sia del periodo estivo che di quello invernale, e ti posso dire per certezza di prova che il campione si stabiliva con il gioco della serpentina e solo il campione aveva accesso al gioco finale che tutti conoscono. C’è da ricordare che “Si o No” andava in onda tutti i giorni IN DIRETTA dallo studio 1 del Palatino (quello all’epoca di “Non è la Rai” per intenderci) e il gioco dedicato al pubblico era la parte più divertente del gioco: in pratica il concorrente da casa rispondeva si o no al buio, e dopo aver dato le 8 risposte consecutive, Claudio leggeva le 8 domande.. un bel gioco..



9. Markovo ha scritto:

28 giugno 2011 alle 01:11

@Francesco – vedi un po te dove ci incontriamo :D E’ vero, le domande del pubblico erano 8 al buio e non 10… Che dire.. se non ci fossi tu Francesco, io non avrei visto neanche quelle due puntatine di Si o No! :)
Da notare che il format del Si o No telefonico e’ stato rubato qualche anno dopo dalla TV locale della mia citta’ in Croazia, mi dispiace di non averlo mai registrato!



10. ales79 ha scritto:

28 giugno 2011 alle 04:07

me lo ricordo benissimo non lo perdevo mai!!! erano bei tempi davvero quelli! di programmi ce n’erano, mi ricordo bene il quizzone, beato tra le donne (con bonolis!) o ancora giochi senza frontiere, stasera mi butto e il grande gioco dell’oca, i primi programmi di conti in rai erano in estate (su le mani, va ora in onda…)
PS: comunque la primissima versione del gioco finale del si o no era stato fatto già nella corrida direttamente da corrado con un concorrente nel pubblico!



11. DavideFi ha scritto:

28 giugno 2011 alle 08:32

A proposito di “A casa nostra”, è un programma che ricordo vagamente, sia in quanto a contenuti, sia in quanto alla programmazione (prima quotidiano, poi solo la domenica…?)
Condotto da Patrizia Rossetti su Rete 4, non si potrebbe dedicare un articolo anche su questa trasmissione, per favore?
Grazie 1.000…



12. manu! ha scritto:

28 giugno 2011 alle 11:30

me lo ricordo.. sbaglio o un’edizione venne presentata da claudio lippi e luana ravegnini (all’epoca proprio fidanzata dello stesso)?



13. marco74 ha scritto:

28 giugno 2011 alle 11:58

Se vi interessa questi erano gli ascolti di si e no
08/07/1993 11.57 2470
10/07/1993 12.00 2025
15/07/1993 11.58 2216
22/07/1993 11.57 2638
23/08/1993 11.57 2309



14. Salvatore-Cau ha scritto:

28 giugno 2011 alle 18:11

Grazie ragazzi per le precisazioni. In merito al gioco finale, ipotizzerei un cambio del regolamento in corsa. Potrebbe anche essere che la trasmissione sia iniziata con un finale a due per poi passare ad un finale con un singolo concorrente. Io ad esempio ricordo chiaramente (e qui chiedo un eventuale vostra conferma) che nelle primissime puntate le due postazioni dei concorrenti, in occasione del gioco finale, venivano unite da un terzo elemento scenografico a forma di ponte, sul quale era presente una sorta di leva, che Lippi spostava a destra o a sinistra, a seconda della necessità di insonorizzare un concorrente piuttosto che l’altro.



15. Salvatore-Cau ha scritto:

28 giugno 2011 alle 18:24

@marco74
Grazie per gli ascolti.

@manu!
Lippi e la Ravegnini condussero insieme nell’estate del 1998 il gioco del preserale di Canale 5 intitolato “6 del mestiere?” o forse ti confondi con “Il pranzo è servito” nel quale la Ravegnini era valletta. Insieme presentarono anche “Casa cosa” su Tmc nel 1994.

@DavideFi
Il programma della Rossetti andava in onda dal lunedì al sabato ed aveva anche una versione più breve domenicale, intitolata Domenica a casa nostra. Nel cast figuravano Giorgio Mastrota e I ricchi e poveri. I contenuti non li ricordi perché in realtà non c’erano ah ah ah. La trasmissione alternava interviste molto leggere a vari personaggi e giochini telefonici. La scenografia ricordava un appartamento, nello specifico un attico.



16. Markovo ha scritto:

28 giugno 2011 alle 21:30

@Salvatore-Cau : ma no :D E’ dalla primissima che c’era un solo finalista, subito dopo lo slalom come ha detto Francesco.
Ti ricordi bene del terzo elemento scenografico, ma pero’ il campione stava nella sua postazione, Lippi era posizionato nel terzo elemento mentre nella parte dove stava lo sfidante c’era una delle vallette che metteva i disegni dei premi vinti ;)
Spero non ci saranno gaffes maggiori nei prossimi articoli (soprattutto per il Quizzone, sai che ci tengo :D)



17. Francesco ha scritto:

29 giugno 2011 alle 00:59

@ Salvatore-Cau: uno solo fin dall’inizio.. ho le prime puntate e l’ultima del 1994, e non è cambiata una virgola.. se non cosa c’era da indovinare nel tabellone del gioco dei barattoli: nella prima serie a mezzogiorno e nel preserale del sabato erano titoli di canzoni, nella seconda serie di mezzogiorno il nome di personaggi famosi..



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.