6
giugno

GARANZIA PRIMAVERILE 2011: MEDIASET VINCE NEL TARGET COMMERCIALE MA CALA RISPETTO AL 2010

Mediaset, garanzia primaverile 2011

Il Biscione ha comunicato i risultati raggiunti nel periodo primaverile (9 gennaio – 4 giugno). Pur risultando perdente nel confronto con la Rai (leggi qui), Mediaset elogia i numeri portati a casa nel target commerciale, comunicando di aver “centrato il proprio obiettivo: conquistare ascolti editorialmente pregiati e utili per gli investitori pubblicitari senza puntare a risultati di audience indifferenziati, spesso fine a se stessi se non diseconomici”.

Ed è proprio il pubblico 15-64 anni quello a cui fa riferimento Mediaset per celebrare la vittoria della garanzia: 40,6% di share medio complessivo in prima serata (con la Rai distante di appena 2 punti) e il 40,1% nell’intera giornata (a fronte del 36,2% della tv di Stato). Numeri che fanno registrare un calo di circa 2 punti rispetto alla garanzia primaverile 2010, quando Mediaset chiuse al 42,4% in prima serata e al 42% nelle 24 ore. Stessa sorte per la rete ammiraglia (Canale5) che risulta vincente nel target commerciale sia nel prime time (20,2% – Rai1 al 15,4%), che nell’intera giornata (19,5% – Rai1 al 15,2%). La rete perde quasi 3 punti nel dato della prima serata rispetto a dodici mesi fa, quando lo share medio sfiorava il 23% (22,9%).

Sempre in tema di target commerciale, vengono messi a confronto i due Tg delle reti ammiraglie: il Tg5 vince col 22,2%, contro il Tg1 al 19,9%. Invece, per quanto riguarda Studio Aperto e il Tg2, viene menzionato un pubblico ancora più giovane, che va dai 15 ai 34 anni: in questo caso il Tg di Italia1 (edizione delle 12.30) domina col 25,9%, a fronte del 12,7% di quello concorrente (in onda alle 13.00). Restando nel target giovane, nell’intera giornata Canale5 col 21% supera Rai1 di quasi 10 punti, mentre Italia1 col 14,4% stacca Rai2 ferma al 6,7%.

Per Rete4, invece, viene segnalato il risultato raggiunto nel pubblico over 65, che porta la rete al 10,8% di share medio in prima serata, risultanto in linea con i numeri di dodici mesi fa (10,6%).

Tutto ciò per dimostrare “che, pur in un quadro competitivo sempre più complesso e affollato, la programmazione Mediaset si rivela commercialmente irrinunciabile ed editorialmente moderna ed equilibrata”.

Insomma, in qualche modo si vince sempre!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Garanzia Rai
GARANZIA PRIMAVERILE 2011: RAI ANCORA LEADER. AUMENTA IL DISTACCO SU MEDIASET, NONOSTANTE IL CALO DI RAI1


Auditel, l'inchiesta di Report
AUDITEL NEL CAOS? RAI E MEDIASET POTREBBERO CONOSCERE LE FAMIGLIE CAMPIONE, DUBBI ANCHE SUL PANEL


Crollo ascolti Rai e Mediaset
MEDIASET E RAI: MENO 20% DELL’AUDITEL PER I SEI CANALI GENERALISTI NELL’ULTIMO DECENNIO. EVASIONE CANONE AI MASSIMI STORICI.


Rai (Cavallo Viale Mazzini), Mediaset (Torre Cologno Monzese)
QUESTIONE DI TARGET: RAI E MEDIASET ENTRAMBE VINCITRICI NELLA SECONDA GARANZIA

8 Commenti dei lettori »

1. Zoro ha scritto:

6 giugno 2011 alle 12:15

si è chiusa una stagione quasi disastrosa per la mediaset, dove non ha raggiunto praticamente nessuno degli obiettivi che sia erano prefissati, se ne escono con sto fatto del commerciale, peccato però che sono molto al di sotto e non hanno raggiunto gli obiettivi anche nel commerciale, visto che in prime time canale 5 sta quasi 3 punti e mezzo sotto all’obiettivo che si erano prefissati, così come nelle 24 h, italia 1 che è tracollata perdendo sempre più ascolti e da essere terza rete nazionale è diventata quinta rete, cioè oltrepassata non solo da Rai 2, ma addirittura anche da una terza rete come Rai 3. Nel totale individui poi canale 5 avrà raggiunto almeno un 17% di share di media in prime time???? la domenica poi non ne parliamo dove nelle 24 h stava fissa al 14, risultato a dir poco imbarazzante.



2. PeregoLibri ha scritto:

6 giugno 2011 alle 12:29

L’ultima frase del post mi ha fatto scompisciare dalle risate :D



3. boop ha scritto:

6 giugno 2011 alle 12:49

“Insomma, in qualche modo si vince sempre!”

oddio ahahah come se ai telespettatori fregasse qualcosa… loro sanno chi è che sta crollando, quindi va bene così



4. Fabio Fabbretti ha scritto:

6 giugno 2011 alle 13:58

@Zoro

qualche dato di Mediaset nel totale individui lo trovi nell’articolo della garanzia Rai, comunque Canale 5 nelle 24 ore chiude al 17,8% (nel target commerciale al 19,5%)



5. Federica Serrano ha scritto:

6 giugno 2011 alle 14:51

ANCHE SE NON CE SCRITTO SI DICE CHE LA5 E L OTTAVA RETE PIU VISTA DI ITALIA..SE LO E’ DEVONO RIGRAZIARE UN SOLO ED UNICO PRODOTTO LA SOAP ALISA SEGUI IL TUO CUORE CHE HA DATO LA NOVITA’ ALLA RETE GRAZIE A QUESTA SOAP SILURATA IN PIU E PIU MODI MA CHE HA SEMPRE RISCOSSO SUCCESSO. DICO NOVITA’ PERCHE LA RETE NEL SUO PALISESTO OFFRE LE SOLITE MINESTRE RISCALDATE



6. Zoro ha scritto:

6 giugno 2011 alle 17:12

@Fabio

sotto il 18, mamma mia!

@Federica

La 5 non è affatto ottava rete nazionale, perchè l’ottava rete è Boing, mentre la nona Rai 4, La 5 dovrebbe essere al decimo posto!



7. alex1989 ha scritto:

6 giugno 2011 alle 18:35

grazie fabio x l’informazione,posso chiederti come va sky in generale sia come ascolti e abbonati?
nel senso funziona sky come tv ?

è una mia curiosità personale grazie mille



8. edmond ha scritto:

6 giugno 2011 alle 23:46

non contesto il target commerciale in se, perchè è lecito che ci sia! la buffonata sta nella forbice 15-64, che dovrebbe essere al giorno d’oggi almeno 30-70. detto questo, fa ridere che per italia 1 e canale 5 si esalti il target commerciale e per rete 4 quello degli over 65… come dire, prendiamo i dati migliori per ogni rete e facciamo vedere che vinciamo qualcosa. ma a mediaset non devono più preoccuparsi… la rai ce la sta mettendo tutta per perdere le prossime garanzie, anche sul totale individui, che, allora, sarà pregiatissimo ;-)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.