29
maggio

WARD 54: MONICA MAGGIONI RACCONTA IL DRAMMA DEI SOLDATI AMERICANI

Ward 54

PTSD (disturbo post-traumatico da stress), è questa la sigla utilizzata per indicare la forte depressione che colpisce i militari tornati a casa, portandoli in molti casi a compiere gesti estremi. Secondo Army Times, ogni giorno negli Stati Uniti 18 soldati reduci dalla guerra in Iraq si tolgono la vita e 950 tentano il suicidio ogni mese nelle strutture del Ministero per i veterani dell’arma. Sempre secondo i dati diffusi dal periodico dell’esercito americano, dal 2001 il numero dei suicidi tra i militari è notevolmente cresciuto, arrivando nel 2009 a superare il numero dei caduti in guerra. Nonostante tutto, molti soldati continuano a non chiedere aiuto, temendo di essere isolati o di subire ritorsioni dall’amministrazione militare.

A questo dramma, spesso ignorato e sottovalutato, è dedicato Ward 54, il documentario scritto e diretto da Monica Maggioni, in onda questa sera su Rai1 alle 23.25 all’interno di Speciale Tg1. La giornalista, attualmente caporedattore Esteri del Tg1, ha cercato di capire cosa succede quando i soldati tornano a casa, scoprendo che, per molti di loro, gli incubi e le angosce della guerra continuano ad esser presenti anche a distanza di anni. Un racconto che la Maggioni ha cominciato a ideare incontrando i militari al fronte, durante le sue esperienze da inviata sul campo. Lì è venuta a conoscenza del Ward 54, il braccio psichiatrico del Walter Reed, l’ospedale dei veterani di Washington D.C..

In Ward 54 si racconta la storia di Kris Goldsmith, un soldato dell’esercito americano che, al suo ritorno dall’Iraq, si scopre incapace di fare i conti con quello che ha vissuto. A Baghdad il suo compito è fotografare e classificare i cadaveri iracheni ma, di fronte all’orrore di una fossa comune, ha incubi e continui flashback. Al suo ritorno in America è malato di PTSD. I medici diagnosticano una profonda depressione, ma l’esercito gli ordina di ripartire per l’Iraq nonostante la sua richiesta di congedo. Kris durante la cerimonia del Memorial Day tenta il suicidio.

In seguito Kris viaggia attraverso gli Stati Uniti fino a casa dei Lucey, i genitori di Jeff, un Marine che si è suicidato al ritorno dall’Iraq. Il racconto straziante di Kevin, il padre di Jeff, lo riporta al momento in cui lui stesso ha tentato di togliersi la vita. Il giovane soldato ora combatte una battaglia contro l’amministrazione militare che rifiuta di congedarlo “con onore” a causa del suo tentativo di suicidio. Un racconto lucido, una denuncia nei confronti di un’America pronta a mandare i soldati in guerra ma non disposta a fare i conti con il trauma di chi torna.

Prodotto da Rai Cinema e Mediakite, Ward 54 è stato presentato fuori concorso nella sezione Controcampo Italiano alla 67esima Mostra di Venezia, ottenendo ottimi consensi di critica. Vincitore del premio come Miglior film opera prima al Festival di Biarritz, dall’11 maggio sarà disponibile in dvd, distribuito da 01.



Articoli che potrebbero interessarti


Vasco Rossi
Vasco Rossi: Gerry Scotti racconta il meglio del tour su Canale 5


Tg1, incendio Notre Dame
Incendio a Notre Dame, news in diretta: cambiano i palinsesti. Speciale Tg1 al posto di Montalbano


Fabrizio Frizzi
Fabrizio Frizzi: gli appuntamenti Rai per ricordare l’amato conduttore


Leaving Neverland
Leaving Neverland: Michael Jackson sotto accusa nel documentario shock in onda sul Nove. Racconti scabrosi ma nessuna prova

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.