5
febbraio

I NEMICI FANNO AUDIENCE

Agata e Alessandra Celentano @ Davide Maggio .it

Credo che il direttore di Canale5, Massimo Donelli, non abbia guardato la puntata di ieri sera di Amici.

E credo, al tempo stesso, che il direttore si stia prodigando a rilasciare, con troppa frequenza, dei comunicati stampa che elogiano i risultati della rete senza preoccuparsi di analizzare il perchè di tali successi.

E’ il caso del comunicato stampa rilasciato questa mattina dopo la pubblicazione dei dati auditel della giornata di ieri.

Io sono rimasto senza parole per una frase che Vi riporterò in grassetto!

Ecco il testo integrale :

MASSIMO DONELLI:
“RISULTATO RECORD PER MARIA DE FILIPPI”

Massimo Donelli, direttore Canale 5: “Amici ha stravinto la prima serata con un risultato record: 28.39% di share. Ma ciò che mi piace sottolineare ancor più è la share strabiliante riferita al target commerciale (15-64 anni): ben il 31.57%! Un dato che conferma la grandissima capacità di Maria De Filippi nell’intercettare i gusti del pubblico di Canale 5. Non solo. Che questo risultato si raccolga con uno show basato sul talento, la fatica e il merito è ragione d’orgoglio. E la miglior dimostrazione che la buona tv si può e si deve fare. Infine, la crescita sistematica di Amici dalla prima alla quarta puntata sottolinea come il programma sia, alla sesta edizione, più fresco che mai. Brava Maria!”.

Cologno Monzese, 5 febbraio 2007

Bene! Ci sono modi e modi per fare audience.

Nemici (come Cattiva Domenica del resto) sfruttano il metodo più veloce ma sicuramente meno decoroso per fare il… botto : la rissa!

Mi sembra, pertanto, fuori luogo lodare un buon risultato “portato a casa” dopo episodi come quello accaduto ieri sera.

Se fino a poco tempo fa, infatti, la situazione era accettabile perchè, bene o male, doveva necessariamente essere lasciato spazio alle esibizioni degli allievi, adesso si sta esagerando.

A prescindere dall’esordio poco felice di Platinette che ha inaugurato ieri un “angolo della retorica” di cattivissimo gusto ringraziando uno degli allievi per aver contribuito ad alleggerire una serata di per sè difficile per quanto accaduto a Catania e ricordandoci che l’esercizio della violenza può essere fatto sulle corde vocali e non di certo negli stadi, a “rinvigorire” la serata ci ha pensato la scuola intera che oramai ha fatto propri gli insegnamenti di Maria La Sanguinaria.

Com’è noto, in quel di Amici, non si fomenta più “odio” solo tra gli allievi ma si è pensato bene di mettere i docenti l’uno contro l’altro e, cosa ancor più grave, docenti contro discenti.

Gli stessi professori iniziano ad essere affamati di celebrità e, probabilmente, non s’accontentano più di rimanere in seconda o terza fila negli spalti riservati alla commissione del “prestigioso” talent show.

E’ il caso di Alessandra Celentano.

Il cognome già doveva far riflettere. La parentela ancora di più!

L’evoluzione che l’insegnante di danza classica ha compiuto nell’ultimo anno è decisamente singolare : capite le dure regole dello showbiz (quello “malato”, s’intende), la “nostra”, da tenero agnellino messo quasi in disparte, si è trasformata in un sorta di giudice onniscente pronto a criticare, in maniera decisamente distruttiva, l’operato dei suoi alunni e, per di più, anche nelle materie non di sua competenza. Il tutto senza mostrare la minima sensiblità e mettendo da parte la professionalità che dovrebbe esser propria di ogni insegnante della scuola.

Oggetto preferito delle critiche la ballerina Agata sulla quale s’è detto di tutto e di più. Ieri è addirittura arrivata a parlare di “antidanza“.

Critiche talmente spietate da sembrare quasi surreali. Critiche che sembra mirino esclusivamente a raccogliere visibilità.

Una ricerca di un protagonisto mai avuto così sfacciata e ignominiosa che nemmeno la De Filippi è riuscita a darLe corda prodigandosi a difendere i suoi allievi.

Una caduta di stile più unica che rara che prosegue di puntata in puntata.

Ieri è stato scritto l’ennesimo capitolo di Amici : l’unico programma dove maleducazione, qualunquismo, malignità e competizione sleale paiono essere un valore aggiunto, trionfalmente portato avanti che, fortunatamente però, inizia a traballare!

Non pensate che sia il caso che Donelli gli dia un’occhiata?



Articoli che potrebbero interessarti


Amici 9, Maria De Filippi e Anna Altieri
AMICI: PRIMA PUNTATA DA DIMENTICARE. VINCONO I BLU E IL SOLITO “GIOCO” DELLA COMMISSIONE ELIMINA INGIUSTAMENTE ANNA.


Amici 8, Eleonora - scapezzolamento
AMICI, 9^ PUNTATA: VINCONO I BLU CHE MANDANO A CASA MARIO. E LA BALLERINA ELEONORA… SCAPEZZOLO’


I NEMICI FANNO AUDIENCE
AMICI : L’ESPLOSIONE DI MARIA!


I NEMICI FANNO AUDIENCE
I NEMICI DI MARIA, ADESSO, SONO I PROFESSORI

8 Commenti dei lettori »

1. daweb ha scritto:

6 febbraio 2007 alle 11:30

Sei il migliore…



2. France ha scritto:

6 febbraio 2007 alle 12:06

Amici….sono capitata su Amici 3 volte da quando è iniziato, e tutte e 3 le volte cera la Celentano che infamava Agata…



3. Davide Maggio ha scritto:

6 febbraio 2007 alle 13:27

@ daweb : dici a me?



4. Dynit ha scritto:

6 febbraio 2007 alle 15:30

Eppure secondo me questanno cè meno trash (che – voglio chiarire – io adoro XD), lunico problema è laccanimento della Celentano verso Agata, davvero non se ne può più. Nella puntata di domenica si è superato ogni limite, ha umiliato UNA SUA ALLIEVA senza il minimo scrupolo.



5. Davide Maggio ha scritto:

6 febbraio 2007 alle 15:47

@ Dynit : questo post è stato scritto fondamentalente grazie a Te!



6. Dynit ha scritto:

6 febbraio 2007 alle 17:34

Eh be X°D speravo che potessi mettere il video di quel pezzo dove la Celentano chiede il confronto fra Anbeta e Agata >_<.



[...] alle continue beghe tra la Celentano e Agata, questa settimana si sono aggiunti i dissapori di Max con la Di Michele al punto che [...]



[...] gi la scorsa settimana quando la conduttrice ha iniziato a difendere i propri allievi dalle parole, eufemisticamente poco eleganti, di alcuni professori della [...]



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.