11
gennaio

CONGELATO IL TEO TEO SHOW

Teo Teocoli @ Davide Maggio .it

Doveva prendere il via nella primavera un nuovo one man show su Rai Uno, quello di Teo Teocoli.

Ed invece, nella nuova programmazione, dello showman tarantino non c’è nemmeno l’ombra.

Cerchiamo di capire il perchè.

Adriano Celentano @ Davide Maggio .itCom’è noto, il direttore di RaiUno, Fabrizio Del Noce, meritevole d’aver portato l’ammiraglia della Rai a livelli qualitativi notevoli, non nutre simpatie nei confronti di Adriano Celentano.

Mi chiederete, ma cosa c’entra Celentano con Teocoli?

Ebbene, oltre al legame di “clan”, sembra non solo che Celentano avrebbe dovuto essere l’ospite d’onore del programma di Teocoli ma anche che la moglie, Claudia Mori, ne sarebbe stata la coproduttrice come dichiarato dallo stesso conduttore.

Il pericolo di infarto era, dunque, in agguato per il direttore di RaiUno (tra poco scoprirete il perchè nel video che Vi allego).

Per quanto mi riguarda non mi sento di esprimere un parere in merito all’opportunità della scelta ma se l’avere Celentano come ospite d’onore e la Mori come coproduttrice avesse dovuto significare una reiterazione dello scandalo Rockpolitik caratterizzato dalla totale libertà e dalla mancanza assoluta di regole, non potrei non essere d’accordo con la scelta di Del Noce.

D’altro canto non si era mai vista in Rai una ”sottomissione” del genere. Che la tv pubblica abbia dato spazio ad ”imposizioni” come quelle di Celentano (che per andare in video ha preteso di poter dettare in toto le regole) è cosa disdicevole. Reiterare sarebbe vergognoso.

Se, dunque, nel caso di Rockpolitik, Del Noce s’era limitato ad un’autosospensione da direttore di rete per non procedere alla firma di un contratto con cui dare carta bianca e un nulla osta alle esilaranze del discutibile cantante, quest’anno la posizione assunta è stata differente e si è preferito cautelarsi piuttosto che ricorrere ai ripari.

Probabilmente se si fosse prestata più attenzione alle recenti parole di Del Noce, si sarebbe potuto capire già parecchio tempo fa che il programma in questione non sarebbe mai andato in onda. Guardate Voi stessi e giudicate.

Iniziate a preparare i pattini… al posto del Teo Teo Show ci si dovrà accontentare di qualche pattinata sul ghiaccio!

[Segnalato su Libero.it]



Articoli che potrebbero interessarti


Mina e Celentano
RAI 1 CANCELLA I DUE SPECIALI PREVISTI CON MINA E CELENTANO


Adriano Celentano e Claudia Mori
MA GUARDA UN PO’, ADRIANO CELENTANO GRANDE FAN DI X FACTOR IN UNA RAI IN DEVASTANTE DECLINO


teocoli_teo
TEO TEOCOLI VA IN PENSIONE E TUONA: LA MORI E CELENTANO? STRANI E UN PO’ EGOISTI


La Rai nell'era Graziale (Fiorello, Morandi, Panariello, Celentano, Bonolis)
LA RAI NELL’ERA GRAZIALE /8: “I LAVORATORI A PROGETTO: FIORELLO, GIORGIO PANARIELLO, GIANNI MORANDI, PAOLO BONOLIS E ADRIANO CELENTANO”

5 Commenti dei lettori »

1. riccardo ha scritto:

13 gennaio 2007 alle 12:05

ma per quanto tempo, ce lo dobbiamo tenere questo in rai… ma che si tolga dalle palle



2. lucy ha scritto:

16 gennaio 2007 alle 11:27

ognuno deve svolgere il proprio lavoro nel rispetto delle regole e del prossimo. Basta con il trash siamo stufi vogliamo la vera televisione "lintrattenimento"



3. stefania ha scritto:

18 gennaio 2007 alle 13:07

del  noce e  qualcosa  di  inguardabile se  ne  son  dette  piu  su  di  lui  che  su  tutto  il  mondo  della  tv  messo   insieme…ma  come  mai  non  e  ancora  andato via ?



4. michele ha scritto:

3 febbraio 2007 alle 11:41

  Era ora che qualcuno lo fermasse, lui e arrogantissimo e ineducato.



5. FLAVIA FONTANA ha scritto:

25 giugno 2007 alle 23:56

Sono daccordo con Adriano Celentano siamo iu un paese democratico e ognuno può esprimere le proprie opinioni, sono stanca di vedere televisione spazzatura e finti programmi dove bisogna necessariamente ridere o piangere a seconda delle circostanze, o dire questo e non dire quellaltro è cos che si f televisione. BRAVO ADRIANO!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.