23
aprile

IL PAPA VA IN TV E PARLA DI FEDE. DALLA VIGILANZA RAI BELTRANDI (RADICALI) CHIEDE IL CONTRADDITORIO

Papa Benedetto XVI

Il terremoto in Giappone, lo stato vegetativo, le violenze in Costa d’Avorio, le persecuzioni dei cristiani in Iraq. La Resurrezione. Alla faccia delle domande: il ‘question time‘ papale non si è fatto mancare  nulla, a cominciare dagli impegnativi temi affrontati. Erano quesiti di fede quelli a cui ieri Benedetto XVI ha risposto in tv durante uno speciale del programma A sua immagine, su Rai1. Per la prima volta un Pontefice ha partecipato ad una trasmissione televisiva con un’intervista registrata e, tramite il piccolo schermo, ha dialogato in differita con alcuni fedeli (maggiori info, qui)

A Sua Immagine – Domande su Gesù, condotto dal giornalista Rosario Carello, ha alternato gli interventi video del Papa ad un confronto tra gli ospiti in studio (Padre Ugo Sartorio, direttore del Messaggero di S. Antonio, Chiara Amirante di Nuovi Orizzonti e lo scrittore Davide Rondoni). Seduto alla sua scrivania, il Pontefice ha risposto a sette domande con tono affabile e argomentazioni precise. Un’immagine televisiva certamente insolita rispetto all’abituale programmazione pomeridiana. Il suo intervento di ieri ha suscitato commenti e reazioni anche all’interno della stessa Rai.

Dopo la diretta tv, ad esempio, il membro della Commissione di Vigilanza Marco Beltrandi ha dichiarato di aver presentato un’ interrogazione urgente al DG Mauro Masi, perché l’intervento del Papa “accade nell’imminenza di un passaggio legislativo in Parlamento proprio sul tema del fine vita, e si configura come un’ingerenza gravissima con cui un Capo di Stato straniero cerca di influenzare non solo il clima culturale, ma anche la politica del nostro Paese“. Secondo l’esponente radicale l’intervista al Santo Padre sarebbe quindi stata una manovra per “alimentare nuove tensioni” e costituire ”un sostegno all’attuale governo“.

Lo scandalo nasce, in particolare, dalla risposta che il Papa ha offerto in tv alla madre di un ragazzo in stato vegetativo. “L’anima è ancora presente nel corpo” ha affermato Benedetto XVI, aggiungendo ”Io sono anche sicuro che quest’anima nascosta sente in profondità il vostro amore. E perciò questa vostra presenza, cari genitori, cara mamma, accanto a lui è un atto vero di amore di grande valore, perché questa presenza entra nella profondità di quest’anima nascosta e il vostro atto è, quindi, anche una testimonianza di fede in Dio (…) Vi incoraggio a continuare, a sapere che fate un grande servizio all’umanità con questo segno di fiducia, con questo segno di rispetto della vita“. Parole piene di compassione e speranza, che si riferiscono soprattutto ad una situazione spirituale e non contengono alcun ammonimento dottrinale. Dove sarebbe, dunque, l’ingerenza gravissima ravvisata da Beltrandi?

Il consigliere di Vigilanza ora pretende che la Rai conceda ”spazi analoghi alle diverse concezioni religiose presenti in Italiain virtù di quel “pluralismo che dovrebbe caratterizzare uno Stato laico“. Chiede occasioni di contraddittorio al Papa sollevando così una questione annosa, delicata, difficile da dirimere. Allora, se proprio sembra così urgente, mettiamoci pure a discutere di questa proposta, apriamo il caso. Con la consapevolezza che nei palinsesti la religione non può essere trattata alla stregua di un qualsiasi argomento da talk show o, peggio, da potenziale telerissa.

L’innaturale contraddittorio religioso andrebbe presto a farsi benedire, con o senza indulgenza papale.



Articoli che potrebbero interessarti


papa_ratzinger
A SUA IMMAGINE: IL PAPA RISPONDERA’ IN TV AI FEDELI SU RAI 1 IL VENERDI SANTO


Rosario Carello
DIMISSIONI DEL PAPA, ROSARIO CARELLO A DM: “E’ COME UN LUTTO”. IL CONDUTTORE ANNUNCERA’ L’ULTIMO ANGELUS DI BENEDETTO XVI


Rosario Carello
ROSARIO CARELLO A DM: PARLO DI FEDE ANCHE AI NON CREDENTI. BENEDETTO XVI PAPA MEDIATICO, USA IL LINGUAGGIO DEL TALK SHOW


Lorena Bianchetti
A SUA IMMAGINE: TORNA LORENA BIANCHETTI. ROSARIO CARELLO NELLA SEDE RAI DI PERUGIA

8 Commenti dei lettori »

1. claudia ha scritto:

23 aprile 2011 alle 14:48

“Parole piene di compassione e speranza, che si riferiscono soprattutto ad una situazione spirituale e non contengono alcun ammonimento dottrinale. Dove sarebbe, dunque, l’ingerenza gravissima ravvisata da Beltrandi?”: personalmente non parlerei di “ingerenza” e non farei della dietrologia dal momento in cui questa è la posizione della Chiesa da sempre e non credo che l’abbia ritirata fuori ora per scopi politici… nulla di nuovo! Però non farei nemmeno la “gnorri” chiedendomi “Dove sarebbe l’ingerenza gravissima ravvisata da Beltrandi?”, nel senso che il Papa ha detto parole chiare, passando per verità quelle che in realtà sono solo sue convinzioni (ovviamente religiose). Esempi: “L’anima è presente nel corpo”, “sono sicuro che quest’anima sente il vostro amore” e soprattutto: “il vostro atto è una testimonianza di fede in Dio”, “è un segno di rispetto della vita”. Ci si chiede: dal momento in cui il nostro è/dovrebbe essere uno stato laico, il “fine vita” e lo stato vegetativo non dovrebbero essere oggetto di leggi chiare che garantiscano la libertà di scelta (eventualmente di “staccare la spina”)? Non va colmato il vuoto legislativo? E imporre l’accanimento terapeutico non è una imposizione, una limitazione della libertà? Il Papa non indica in questo senso una scelta politica? Nonostante ritengo sia solo una coincidenza, l’interrogazione ci sta dunque tutta…



2. fabio ha scritto:

23 aprile 2011 alle 17:56

”DOVE SAREBBE DUNQUE L’INGERENZA RAVVISATA DA BELTRANDI?” !!!!!!!!!!



3. sirgeorgebest83 ha scritto:

23 aprile 2011 alle 18:10

io non pago il canone perchè un vecchio tedesco possa scegliersi le domande a cui rispondere.



4. Davide Maggio ha scritto:

23 aprile 2011 alle 18:12

sir: sei proprio di cattivo gusto.



5. Matteo ha scritto:

23 aprile 2011 alle 23:09

sir questa veramente te la potevi risparmiare io il tuo commento l’avrei addirittura cancellato



6. zack71 ha scritto:

25 aprile 2011 alle 12:49

Sir hai un po esagerato come anche Claudia che nega l’ evidente ingerenza e la necessità di un contradditorio. Comunque ricordiamo che l’ Italia non è più un Paese pienamente libero per quanto riguarda l’ informazione (freedomhouse.org:PRESS FREEDOM STATUS: Partly Free) ed è normale che i poteri forti ne approfittino vedi il Berlusca o il Capo di Stato del Vaticano



7. Marco Leardi ha scritto:

25 aprile 2011 alle 17:40

zack71.. Ci mancavano i poteri forti.. O.o In televisione il Papa ha parlato di Gesù, secondo le posizioni ben note della dottrina cattolica, a cui si ispira il suo magistero. Dove sta la grande ingerenza? E poi siamo onesti: visto l’andazzo della società di oggi (che la tv riflette come uno specchio: né più né meno) stento a credere che le parole di Benedetto XVI abbiano influenzato chi già non la pensa come lui……..
prendi Sir, con la sua offensiva considerazione e la sua posizione inequivocabile: secondo te cosa se ne farebbe del contraddittorio al Papa?



8. zack71 ha scritto:

25 aprile 2011 alle 18:23

@Marco Leardi.
Dico solo che questa discussione non ci sarebbe in Francia, Germania , Inghilterra in un Paese non pienamente libero invece è all’ ordine del giorno.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.