14
gennaio

SERALE DEGLI AMICI DELLA DE FILIPPI, AL VIA QUESTA SERA. CRONACHE DA UNA CONFERENZA STAMPA EXTRA-ORDINARIA

Scialla - Amici di Maria De Filippi @ Davide Maggio .itSi è svolta ieri mattina, presso il Teatro 19 di Cinecittà, la conferenza stampa di presentazione del serale di Amici in onda, a partire da stasera, tutti i mercoledì, in prima serata, su Canale 5. Flagellati da una fastidiosa pioggerellina ci avviamo verso il luogo indicatoci all’entrata degli studios infreddoliti e un po’ disorientati dall’eccezionale mole di colleghi accorsa all’evento. Poco prima di metter piede nello studio, che è poi quello storico da dove, fino a oggi, andava in onda il programma, ci insospettisce il fitto brusio e l’evidente vociare proveniente dall’interno. Varcata la soglia, ecco presentarsi ai nostri occhi uno spettacolo inaspettato: tribune stracolme di ragazzette esagitate e dagli occhi di fuoco che scrutano con sguardo indiscreto e anche un po’ intimidatorio la lenta processione della stampa che s’affretta a prender posto. Una vera e propria fossa dei leoni nella quale, è facile prevedere, sarà difficile sopravvivere! Roba che al confronto la storica curva b del San Paolo, ai tempi d’oro di Maradona, sembra un grigio consesso di orsoline.

Nel momento in cui veniamo fatti accomodare dietro la scrivania storicamente occupata dai professori, beh allora, lì, la situazione sembra, davvero, precipitare. Mai come allora abbiamo provato lo stesso terrificante terrore che nutre un’innocua vecchietta all’uscita dall’ufficio postale dopo aver ritirato la sua pensione! Come se non bastasse il nostro trovarsi al posto della commissione fa, erroneamente, pensare ai fans presenti che saremo chiamati a giudicare i loro idoli, ed è così che giunge limpido alle nostre orecchie l’avvertimento di una quattordicenne minigonnata, con tanto di trucco alla Moira Orfei, che alla vicina dice: “Se mi toccano Luca, questi, li distruggo”. Giusto il tempo di effettuare, prudentemente, una chiamata di congedo ai propri cari e una al notaio per approntare i dettagli del testamento, quando ecco fare, finalmente, il loro ingresso i professori (assenti solo Mauro Astolfi e Pino Perris), il direttore di Canale 5 Massimo Donelli, il direttore delle risorse artistiche Mediaset Giorgio Restelli, il presidente della Sony Rudy Zerbi e, naturalmente, Maria De Filippi. Partono applausi, grida e cori da stadio e la conferenza ha inizio.

In realtà, com’era evidente sin dal principio, non si tratterà di una tediosa riunione di addetti ai lavori, ma di una “conferenza-show”, di un vero e proprio evento organizzato, con meticolosa cura dei dettagli e straordinaria intelligenza, dal volto femminile di punta della rete ammiraglia Mediaset e dal suo fido staff. Donelli sottolinea quanto l’azienda creda in un programma trasformatosi, nel giro di pochi anni, in un imponente fenomeno di costume in grado di interessare ed appassionare la fascia giovanile, e non solo, del nostro Paese, un programma, sempre e comunque vincente e che, come La Settimana Enigmistica, vanta innumerevoli (e decisamente fallimentari aggiungiamo noi) tentativi di imitazione.

Prende, quindi, la parola Rudy Zerbi che celebra lo straordinario successo di Scialla il disco realizzato dai ragazzi della scuola, che disponibile, fino a ieri, solo on line, su dada.it, (da oggi è, invece, in vendita in tutti i negozi), ha già conquistato, in appena due giorni, la testa della classifica, fugando, definitivamente, dubbi e pregiudizi su serietà e valore dei progetti artistici nati all’interno di una trasmissione televisiva. Un disco per il quale si sono scomodati professionisti noti e affermati del calibro di Diane Warren, Irene Grandi e Mario Lavezzi. Un disco davvero pregevole, anche a nostro giudizio, con numerosi pezzi di notevole interesse destinati ad avere, per le loro stesse intrinseche caratteristiche, un’ampia diffusione. Peccato, però, per il titolo! Dopo “Ti brucia” dello scorso anno credevamo di aver, già, toccato il fondo del barile e, invece, evidentemente non era così. Se fossimo chiamati a fare previsioni sul titolo del cd del prossimo anno potremmo dare in pole position “Bella zì”, tallonato dall’altrettanto efficace e pregno di significato “Tutto rego raga”?

Maria De Filippi che, in più di una occasione, scaramanticamente, fa gli scongiuri sulla riuscita del programma, dichiarando, prudentemente, di non attendersi certo i risultati d’ascolto di C’è posta per te, manifesta tutto il suo orgoglio per i successi ottenuti dai suoi figli televisivi. A tal proposito ci fa assistere a un toccante rvm celebrativo dei traguardi professionali raggiunti da chi ha avuto la fortuna di passare per un’accademia che, oggi, senza timore di essere smentiti, possiamo, tranquillamente, considerare una straordinaria e inesauribile fucina di talenti, così come la nostra cara “Mary” un’acuta, accorta e ineguagliabile talent scout. Come era facile immaginare il filmato ridesta dall’apparente letargo le invasate fanciulle alle nostre spalle che farebbero bene, oggi, a cominciare a mettere da parte la loro paghetta settimanale dal momento che riceveranno la parcella salatissima del nostro otorino.

Incalzata sulla compresenza stagionale di programmi come X-factor e Sanremo, Maria si dichiara tranquilla e assolutamente indisponibile a parlar male dei suoi colleghi. Un’abitudine, precisa, tipicamente italiana, alla quale non intende conformarsi come hanno fatto, invece, recentemente, nei suoi confronti professionisti del calibro di Baudo, (che, invece, a quattr’occhi le aveva sempre manifestato opinioni di segno opposto) la Hunziker o lo staff di X-Factor. Ancora una volta, dunque, la De Filippi dimostra una correttezza e una granitica solidità etica, davvero insolite e difficili da rintracciare in altri esponenti dello showbiz. Altrettanto insolita, rispetto a molti altri, è la disponibilità, la cortesia e il garbo dimostrati nei confronti della stampa, così come nei confronti del pubblico (nonostante il personale addetto alla sicurezza non ne gioisca, Maria, durante la conferenza, firma autografi e si intrattiene con i suoi fans under 10). Per quanto riguarda la nuova categoria “cantautori” Maria svela che essa è nata da una sua fortuita intuizione durante i provini quando capì che, dato il tipo di selezioni effettuate, un ipotetico Jovanotti sarebbe stato indecorosamente scartato. Per il prossimo anno, invece, prevede di inserire, al posto della tanto bistrattata categoria “attori”, la categoria “musical”, oppure, più semplicemente, di cancellare la suddetta categoria pur mantenendo lezioni di recitazioni per attori e cantanti.

Si passa, quindi, alle esibizioni delle due squadre. Partono i blu. Degna di nota è la performance di Alessandra, la cui calorosa accoglienza da parte del pubblico fa ben sperare in vista di una strameritata vittoria finale, una voce, la sua, calda e graffiante che non può non provocarci veri e propri brividi di piacere. Convincente anche Martina, da noi ribattezzata “televisore” per il suo curioso viso squadrato e Pedro la cui suggestiva esibizione fa, per un momento, dimenticare la sua insopportabile prosopopea e il suo fastidioso sorriso. Naturalmente fioccano le polemiche su Daniela, paffuta ballerina, rimasta orfana del suo tutor Steve che, da qualche settimana, in barba a qualsivoglia principio di teoria pedagogica, ha pensato bene di negarle la sua assistenza. La povera Maria Montessori si rivolterà, sdegnata, nella sua tomba!

Tocca, quindi, ai bianchi. Straordinaria Silvia, ribattezzata “Olivia” per la sua corporatura tipo radiografia e Valerio la cui notevole estensione vocale fa chiudere un occhio, ma giusto uno eh, sulla sua capigliatura cotonata stile Marcella Bella. La conferenza si chiude con la De Filippi che costretta, ancora una volta, suo malgrado, a intervenire sul Festival di Sanremo, precisando che si tratta di un programma profondamente diverso dal suo, si dichiara felice della tregua stipulata tra Rai e Mediaset che ha fatto sì, che abbattuti i tradizionali steccati, siano presenti al Festival, oltre che il presentatore, anche numerosi cantanti scoperti da programmi Mediaset.

Non ci resta, dunque, che aspettare stasera quando dallo storico Teatro Fellini di Cinecittà andrà in onda la prima puntata del serale che vedrà, udite udite, la partecipazione straordinaria di Sandra Mondaini.



Articoli che potrebbero interessarti


Amici 8 - Allievi @ Davide Maggio .it
AMICI, IN ATTESA DELLA SECONDA PUNTATA DEL SERALE, ECCO GLI ASCOLTI DELLE PREMIERE DALLA PRIMA EDIZIONE AD OGGI


Valerio Scanu
Valerio Scanu VS Amici: «Se non entri nelle grazie giuste, sei finito. Maria Regina e Immacolata non sta in via Tiburtina»


Luca Zanforlin
BOOM! LUCA ZANFORLIN LASCIA AMICI E FASCINO


Maria de Filippi finale Amici 2013
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (27/05-2/06/2013). PROMOSSI AMICI E THE VOICE, BOCCIATO IL DIETROFRONT DI GRILLO E COLORADO

17 Commenti dei lettori »

1. rooby ha scritto:

14 gennaio 2009 alle 15:31

bè, nn so chi c’era nello studio ma da come è stato scritto sembra che Amici viene seguito solamente da ”ragazzine in calore” bè NN E’ COSI’…



2. Gerardo Larosa ha scritto:

14 gennaio 2009 alle 15:46

Luigi, ma come hai fatto a uscire indenne da questa conferenza? :-D
Rimango allibito dalla modalità scelta per la presentazione. Cosa c’entrano le ragazzine con gli ormoni in fermento?



3. Mari611 ha scritto:

14 gennaio 2009 alle 15:49

Inconfondibili i tuoi post! Li riconosco dalla prima riga, lodi, lodi, lodi!

Quoto come sempre tutto, anche l’ironia, ma dissento un pò sul tuo giudizio riguardo Pedro..non è prosopopea la sua..è constatazione della realtà. Io adoro la sua sicurezza ed anche il suo sorriso a mo’ di paresi…evviva le persone schiette e sincere che, avendone motivo, “se la tirano”…meglio di quelle falsamente modeste in cerca di gratificazioni continue :)
Per esempio se tu dici “Scrivo benissimo”..non è prosopopea.
Dicessi invece “non farmi più complimenti perchè non scrivo poi così bene”…bhè…ti manderei a stendere irritata e sentendomi pure presa in giro!
Alla prossima!



4. Davide Maggio ha scritto:

14 gennaio 2009 alle 15:52

@ Gerardo Larosa: io lo trovo giustissimo. Un segno di rispetto nei confronti di chi fa grande un programma: il PUBBLICO.



5. Gerardo Larosa ha scritto:

14 gennaio 2009 alle 15:54

@Davide: io la trovo una grande ruffianata, come al solito, visto che le ragazzine sono già presenti tra il pubblico della trasmissione.



6. GIOBOND ha scritto:

14 gennaio 2009 alle 16:15

Bellissimo post….mi semrbava di essere partecipe anche io!
Complimenti!
…e, con i miei ormai 36 anni, stasera sarò lì per l’ennesima volta a godermi lo “spettacolo” …dato che , mi auguro, nn ci sono state e nn ci siano polemiche come gli anni scorsi!
Gio



7. Pierangelo ha scritto:

14 gennaio 2009 alle 16:52

Ovviamente il tutto è descritto in maniera dettagliatissima!!! Complimenti.
Ho solo 1 domanda: lo studio di questa sera sarà il Fellini di Cinecittà…ma tempo fa non era stato pubblicato qui un post in cui si mostrava in anteprima il nuovo studio del serale costruito nei pressi degli Elios sulla Tiburtina?
(vi kiedo scusa se nel frattempo mi sono perso qualcosa)



8. matteo ha scritto:

14 gennaio 2009 alle 18:07

La Defilippi produce gran parte del trash che si vede in tv.. come personaggi improbabili in cerca di fortuna (vedi uomine e donne) o successo (amici). Programmi studiati a tavolino che solleticano i peggior istinti di un pubblico che anzichè elevato arretra nell’ignoranza più cupa. Ragazze e ragazzi di borgata senza talento ne ambizioni che passano i loro pomeriggi davanti la tv identificandosi con questi falsi miti… Essendo Maria Defilippi l’artefice di questo sistema… come pensate e pensi (caro Maggio) che possa parlar male di altri colleghi? alla fine a tutto c’è un limite…



9. luigino ha scritto:

14 gennaio 2009 alle 18:08

Ma come, nessuno gioisce per la presenza di Sandra Mondaini? Ma questa è una bellissima notizia. Sono davvero contento che il suo pensionamento venga posticipato :-)
Ora vado a seguire la Bislacca e il GF…



10. luca2004 ha scritto:

14 gennaio 2009 alle 18:24

un’altra performance degna di nota è stata quella di gianluca lanzillotta inn contemporaneo peccato che non è stato nemmeno menzionato.. e va bè!



11. Luigi Miliucci ha scritto:

14 gennaio 2009 alle 18:36

@mari lusingato e felice di “piacerti”…d’altra parte non avrei scelto te come mia lettrice di riferimento se la stima nn fosse reciproca; per quanto riguarda pedro la mia è un’antipatia epidermica, un’antipatia, però, chenn mi impedisce di riconoscere la sua manifesta superiorità rispetto a tutti gli altri ballerini…vederlo ballare dal vivo è davvero uno spettacolo.
@gerardo conferenza innovativa e davvero ben fatta.
@giobond grazie…sul fatto che nn ci saranno polemiche nn ci scommetterei
@pierangelo in effetti il nuovo studio era in costruzione, ma alla fine si è preferito rimanere a cinecittà
@luigino alla mondaini naturalmente tutta la ns stima e il ns sostegno



12. Andrea ha scritto:

15 gennaio 2009 alle 11:09

Complimenti per la “cronaca” della conferenza, veramente bella..è possibile sapere quali sono i ragazzi inseriti nell’RVM celebrativo?Uno, scommetto, Marco Carta… poi?



13. Mari611 ha scritto:

15 gennaio 2009 alle 11:54

@Luigi..le mie figlie mi hanno suggerito un titolo che secondo loro sarebbe stato più azzeccato per il cd al posto dell’ormai vetusto e fuori moda scialla cioè … ” tranzolla ” :D



14. Luigi Miliucci ha scritto:

15 gennaio 2009 alle 12:33

@andrea anbeta, leon, francesco capodacqua, tania, anna dalton piccirillo, leonardo fumarola, giulia ottonello, dianetti, gianluca, leonardo, andrea fiore e tanti altri…
@mari che significa tranzolla?????



15. Mari611 ha scritto:

15 gennaio 2009 alle 12:39

@luigi: scialla modernizzato! :D
A parte gli scherzi non so dirti di preciso, lo sento usare tra ragazzine sempre a mo’ di : “Datti una calmata!”..comunque è più simpatico di scialla..ha il maschile e il femminile..tranzollo e tranzolla…mentre sciallo..in effetti non si può proprio sentire..l’esistenza della parola scialle nel vocabolario italiano è penalizzante :)



16. Luigi Miliucci ha scritto:

15 gennaio 2009 alle 13:16

@mari…grande…un grazie particolare alle tue figlie che sn immediatamente assunte come mie privilegiate consulenti per slang e mode giovanili



17. Mari611 ha scritto:

15 gennaio 2009 alle 13:34

@Luigi. Mia figlia a casa con l’influenza ti risponde con la mano a mo’ di pugno: “spacca di brutto, fratello!”.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.