17
marzo

LE IENE: I POLITICI E IL MASSACRO STORICO DELL’UNITA’ D’ITALIA

Sabrina Nobile e Daniela Santanche

Le Iene tornano a colpire in Parlamento. Nonostante il rischio interrogazione costante i politici però non pensano minimamente a studiare, o quantomeno a leggere i provvedimenti che votano. Se Sabrina Nobile avesse un registro i parlamentari non prenderebbero più di due, fatto ancora più grave se si considera che ad essere colti con le mani nel sacco non sono personaggi di primo pelo. Nemmeno l’ex ministro dell’Università Fabio Mussi o l’attuale governatore della Lombardia Formigoni riescono a salvare il bilancio: praticamente nessuno si è reso conto esattamente del perché proprio oggi stiamo festeggiando i centocinquant’anni dell’unità. Quella proclamazione di Vittorio Emanuele II a Re d’Italia non viene in mente proprio a nessuno. L’unico che riesce a non sfigurare è il sindaco di Firenze Matteo Renzi, che con scioltezza ‘rottama’ i vecchi colleghi.

Le ricostruzioni sono le più fantasiose e varrebbe veramente la pena soffermarsi singolarmente su ognuna. L’argomento più nefasto per i nostri professionisti della rappresentanza però è sicuramente la breccia di Porta Pia: c’è chi la retrodata a metà Ottocento, addirittura prima dell’unificazione formale del regno, ignorando la parentesi di Torino capitale, in compenso c’è anche chi la posticipa di secolo facendo un pastrocchio tra Resistenza e Risorgimento. C’è chi sostiene persino che la capitale sia stata spostata in quel di Salerno, facendo confusione di secoli, regni, personaggi.

Il bello è che ai microfoni ienotteri non si sono di certo presentati parlamentari leghisti, per i quali sarebbe anche “comprensibile” l’aver saltato quel capitolo del libro di storia a scuola. Ancora una volta il premio eleganza va al sottosegretario Daniela Santanché, che dall’alto della sua tuttologia da salotto televisivo rifiuta totalmente l’interrogazione e saluta sbattendo nobilmente in faccia alla iena il suo visone e il suo anello celebrativo. La classe non è acqua del resto, come va via lei e come mostra le dita non è assolutamente una virtù comune.

Il massacro per la nostra storia è totale: nell’eccidio cadono pietosamente Garibaldi, Cavour, tanto i Borboni quanto i Savoia, le cinque giornate di Milano. Non sappiamo se per pura casualità ma la scure delle Iene si abbatte soprattutto sui parlamentari del gruppo dei responsabili, che in queste ore pensano più alla poltrona di Romano in bilico che al tricolore. Non si poteva pretendere che gli intervistati conoscessero a menadito il difficile scacchiere degli staterelli ante-unità ma almeno la data dell’unificazione era lecito aspettarsela, da chi lavora tutti i giorni con la fotografia del Presidente della Repubblica alle spalle e la Costituzione sulla scrivania.



Articoli che potrebbero interessarti


Fratelli e Sorelle d'Italia
FRATELLI E SORELLE D’ITALIA: VERONICA PIVETTI PARTE CON DE MAGISTRIS INTERVISTATO DA VERGASSOLA (VIDEO)


150-unita-italia
150° ANNIVERSARIO DELL’UNITA’ D’ITALIA: TUTTI GLI APPUNTAMENTI IN TV


Tinto Brass
BREVEMENTE: ARGOMENTI E OSPITI DEI PRINCIPALI PROGRAMMI DEL 27 FEBBRAIO 2009


Filippo Roma, aggressione
Le Iene, Filippo Roma aggredito al raduno M5S. «Sono impazziti, volevano linciarmi»

5 Commenti dei lettori »

1. toscanello ha scritto:

17 marzo 2011 alle 18:05

grande Renziiiii!!! hahahahaha! i meglio!



2. lauretta ha scritto:

17 marzo 2011 alle 18:49

Sinceramente non me l’aspettavo davvero tanta ignoranza..



3. tinina ha scritto:

18 marzo 2011 alle 08:41

@ Lauretta

Io sì e non è la prima volta che i ns. politici fanno queste figure barbine! L’ho già detto, se faranno i Ripetenti potrebbero invitare questi ignorantoni insieme ai vari reduci da reality: sarebbe una gran bella lotta!



4. Pasquale Curatola ha scritto:

18 marzo 2011 alle 10:39

ABERRANTE



5. ARA ha scritto:

18 marzo 2011 alle 16:04

Bravo al giovane Renzi,che ha dimostrato di essere giustamente preparato su conoscenze,direi elementari,ma ignorati,vergognosamente dai vecchi politici”poltronari”.In quanto alla Santanchè,concordo nel pensare che la classe non è acqua,secondo me è inutile mostrarsi con il visone(terribile!!),il viso tiratissimo e la pettinatura perfetta,l’eleganza è un’altra cosa!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.