10
settembre

QVC: SBARCA IN ITALIA IL CANALE HOME SHOPPING “DI LUSSO”, DAL 1°OTTOBRE SUL DIGITALE TERRESTRE.

QVC IL CANALE DELLE TELEVENDITE DALL'1 OTTOBRE SUL DTT

Il progenitore è stato Guido Angeli con il suo “Provare per credere” riferito alle offerte del mobilificio Aiazzone, negli anni novanta si sono imposti Alfonso Claps (baffetto, capello ingellato e incedere sicuro) a livello locale e, soprattutto, Roberto “baffo” Da Crema con il suo stile ansiogeno, le sue offerte irrinunciabili, il suo asma come parte integrante della vendita televisiva.

D’altronde, prima dell’avvento di digitale terrestre e satellite, le televendite erano così: roba casereccia, alla buona, un venditore/conduttore che, dando del “tu” al telespettatore, doveva infondere fiducia e sicurezza fino alla capitolazione: se non compravi pentole in acciaio inox, orologi “watch” e tv color eri poco lungimirante (eufemismo).

Nell’era della globalizzazione, anche la televendita diventa un format: una roba casereccia, locale, amichevole si trasforma in uno show ricco di famose guest star pronte a “metterci la faccia” per vendere prodotti famosi di grandi marche. Questo è il progetto di QVC, il secondo canale commerciale d’America, che sbarca nel Belpaese sul digitale terrestre e inizia la propria programmazione a partire dal 1°ottobre.

QVC è l’abbreviazione di “Quality – Value – Convenience “, il network ha appena aperto una sede operativa a Brugherio, dove sono stati creati gli studi dai quali verranno registrati gli show (televendite). I numeri del progetto sono importanti: 65 milioni di euro l’investimento iniziale, necessari per l’acquisto di attrezzature di alta tecnologia, 500 posti di lavoro disponibili tra personale d’area broadcasting, merchandising e call center, 17 ore di quotidiane di diretta previste: più di 50 milioni di persone in tutto il mondo acquistano i prodotti messi in vendita da questa emittente, che è presente anche in Germania, Inghilterra e Giappone.

Riuscirà questo colosso ad imporsi e fidelizzare un cospicuo numero di clienti anche in Italia? Le premesse non sembrano le migliori. Intanto, c’è un problema di visibilità delle frequenze di QVC, il sistema di numerazione dei canali sul digitale terrestre predisposto dall’ Agcom non terrebbe conto, secondo quanto riportato dai dirigenti dell’emittente “non prende nella dovuta considerazione l’importante realtà QVC” . Il secondo problema è di natura culturale: sovente, in Italia, alle televendite è stata associata un’idea di truffa, di scarsa qualità del prodotto, di sottomarche. Le televendite, insomma, sono state sempre guardate con sospetto dal pubblico italiano che preferisce comprare dal “negoziante di fiducia”.

Vedremo se QVC sarà in grado di invertire la tendenza che vede i canali di televedite destinati ad una fine ingloriosa. Non resta che attendere l’inizio delle trasmissioni e, soprattutto, delle vendite.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


ME-Dtt-Mediaset-e1296145039934
ME DIVENTA FOR YOU, IL CANALE DI TELEVENDITE DEL GRUPPO MEDIASET.


Fidel Castro, Paolo Gentiloni @ Davide Maggio .it
I DELIRI DI UN ANNUNCIATO REGIME : STOP ALLE TELEVENDITE SULLE RETI NAZIONALI


Marina Graziani, Daniela Bello e Carlotta Pisoni Brambilla (foto QVC)
Professione Presenter: i volti della tv del passato hanno trovato nuova vita come «teleimbonitrici» QVC


Alma Tv
Alma TV: sul canale 65 dtt il meglio di Alice e Marcopolo

5 Commenti dei lettori »

1. stefano88 ha scritto:

10 settembre 2010 alle 18:28

in italia si sentiva proprio l’esigenza di un canale come questo…



2. mats ha scritto:

10 settembre 2010 alle 19:04

Ma evviva Loredana Di Cicco



3. Zoro ha scritto:

10 settembre 2010 alle 19:13

un canale di televendite è sempre un canale inutile ed è uno spreco di banda!!!



4. Gianluca Camilleri ha scritto:

10 settembre 2010 alle 20:23

Ragazzi, aspettiamo (che almeno inizino le trasmissioni!)prima di giudicare…il mio preferito resta sermpre Alfonso Claps.



5. Adriano Marras ha scritto:

11 settembre 2010 alle 16:31

Il canale richiama sullo stile il vecchio Home shopping Europe, n on so se ve lo ricordate, e comunque la roba che vendeva era di qualità. E comunque non penso che la gente pensi che la roba che vendono sia una truffa… Vedendo gia lo stile di una televendita una persona capisce se si tratta o meno di una truffa. Comunque saranno prodotti di alta marca. quindi ci sara da fidarsi… Per la copertura è gia attivo sul satellite



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.