7
novembre

COM’E’ TRISTE VENEZIA… QUANDO LA RACCONTA FEDE (GUARDA IL VIDEO)

Emilio Fede @ Davide Maggio .itdi Ruben Kahlun per DavideMaggio.it

In un sabato notte come mill’altri, mi sono imbarcato in una trasmissione di Rete4 “Sipario Notte” dai contenuti che pensavo dettati dall’oniricità dell’orario.

Un servizio surreale ai limiti del paradosso, che entra di diritto tra i Momenti da (Non) Dimenticare della televisione italiana archiviati da davidemaggio.it.

Emilio Fede, capitano di tante battaglie televisive, ha superato se stesso, dedicando alla Venezia By Night, parte della puntata del 25 ottobre di Sipario Notte. I commenti alla Lucignolo che descrivevano le famose Calle del capoluogo Veneto come fossero le peggiori vie del Bronx, abbinate a banali immagini di una città notturna, hanno fatto il resto e hanno trasformato questi riflessi filmati in un cult.

Vi anticipiamo una sola frase della prosa Fediana, “le luci riflettono le ombre”; una poetica degna delle migliori selve oscure Dantesche.

Per ascoltare le altre chicche, ecco il filmato… ora sta a Voi commentare cotanta meraviglia giornalistica.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


DM live 24 25 Settembre 2011
DM LIVE24: 25 SETTEMBRE 2011. TV TALK, FERRARA A BERNARDINI: SPERO LA INTERCETTINO MENTRE RIDE CON QUALCHE PUTTANA


Emilio Fede, elezioni
I 4 MINUTI DI PASSIONE DI EMILIO FEDE: IL TG 4 TENTENNA NELL’ANNUNCIARE LA ‘BRECCIA DI PISAPIA’ (VIDEO)


Silvio Berlusconi, Studio Aperto
BERLUSCONI RUBY ET ORBI, IN TV PER L’ULTIMA BATTAGLIA: SONO FIDANZATO, CONTRO DI ME VOLONTA’ PERSECUTORIA DEI GIUDICI (VIDEO)


Giuliani e Fede
GIULIANI SEMPRE PIU’ AMARO: “FEDE E’ UN POVERO STRO…”. IL GIORNALISTA INCASSA IL COLPO E AL TG4 SPARA: GLI STUDENTI? GENTAGLIA DA MENARE

15 Commenti dei lettori »

1. Fabio ha scritto:

7 novembre 2008 alle 15:49

Surreale davvero, è da ricoverare questuomo, ma forse meglio di no… poi chi prendiamo per il culo? E una barzelletta vivente… mi piacerebbe vedere a striscia questo video e quello che ci farebbero su, sarebbe divertentissimo… anche se basta poco per ridere da morire! Da notare come commenta, con quella voce cos bassa… è una commedia… per non parlare che è alla costante ricerca dello spacciatore.. (basta che si reca dal suo) vogliamo commentare coma ha concluso? facendo tutto il preouccupato vedendo due uomini avvicinarsi… dopo aver capito che non succedeva nulla e che il silenzio e la calma regnava sovrana ha dato via ad un dramma inesistente.



2. kiakim ha scritto:

7 novembre 2008 alle 15:54

non riesco a vederlo..



3. Davide Maggio ha scritto:

7 novembre 2008 alle 16:00

@ Fabio: non esageriamo. Soprattutto con battute che potrebbero non essere capite. O forse non lo erano proprio.



4. Mari611 ha scritto:

7 novembre 2008 alle 16:28

Che ci volete fare…a me è simpatico! Anche se non è alto, non è giovanissimo ed è abbronzato solo dalle lampade :)



5. Sondaggiretribuiti.it ha scritto:

7 novembre 2008 alle 23:14

E un pazzo e basta…



6. Davide Maggio ha scritto:

8 novembre 2008 alle 00:27

@ Mari611: anche a me è simpatico e devo dirla tutta… a volte preferisco una palese faziosit rispetto ad una faziosit celata da unimprobabile verit assoluta. Limportante e saperlo per fare la tara, come dice la Senette. @ Sondaggiretribuiti.it: ma dai… :-)



7. Gordon Gekko ha scritto:

8 novembre 2008 alle 01:11

Una cosa è la faziosit ,unaltra è celare le notizie o travisarle a discapito del cittadino…sarebbe sufficiente leggere 1984 di Orwell per capire che tanta “”irresistibile”" simpatia può essere molto dannosa per lItalia che cerca un tg che dia delle notizie serie.Invece hai perfettamente ragione sulla faziosit celata…in effetti meglio Fede di Vespa…



8. Davide Maggio ha scritto:

8 novembre 2008 alle 01:22

@ Gordon Gekko: ti prego. Evita ti mettere il solito nastro. Ormai lo conosciamo a memoria ;-)



9. Gordon Gekko ha scritto:

8 novembre 2008 alle 10:33

Il problema è che play lo premi sempre tu…



10. Davide Maggio ha scritto:

8 novembre 2008 alle 10:39

@ Gordon Gekko: consideralo un play con annesso uno stop allora;



11. Gordon Gekko ha scritto:

8 novembre 2008 alle 12:13

Il che significa:io premo play ma se qualcuno mi contraddice premo stop (a lui ovviamente).Sai che mi ricordi qualcuno….ma per quanto mi scervelli non mi viene proprio chi…



12. Davide Maggio ha scritto:

8 novembre 2008 alle 12:15

@ Gordon Gekko: basta.



13. Francesco ha scritto:

8 novembre 2008 alle 22:40

che porcata, che vergogna….



14. Gordon Gekko ha scritto:

9 novembre 2008 alle 03:08

@DM:la cosa eccezionale è che le tue risposte dimostrano molto di più le mie tesi di quanto io possa fare con qualsiasi commento. Eun dato oggettivo:io leggo in questa sede alcuni commenti dai toni ben più gravi del mio (sarebbero anche diffamatori v



15. tiziana83 ha scritto:

9 novembre 2008 alle 13:12

beh.. che dire su fede!! Gi i commenti precedenti hanno detto abbatanza e approvo tutti quelli in senso negativo nei confronti di fede. per quel poco che ho studiato di diritto dellinformazione ect.. lui per molti versi rappresenta licona del non giornalista a tt gli effetti e non capisco come mai è intoccabile, vabbè ha delle amicizie importati… non mi va di scrivere il nome del tizio per non renderlo ancora piu importante, e che non sia stato buttato fuori dallordine dei giornalisti. io spesso guardo Fede e di conseguenza gli altri tg, ciò mi aiuta ad accentuare la capacit di capire la veredicit della notizia. Anche se a volte gli eventi raccontati da Fede sono totalmente diversi nel significato rispetto alle altre reti… Bisogna guardare la tv con intelligenza e soprattutto guardando Fede bisogna metterla in azione!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.