30
luglio

CAPOGIRO JUNIOR: ENNESIMO DEJA VU ESTIVO

Capogiro Junior - orsetto Knut

La storia di Capogiro – programma sottotitolabile come “una serie di documentari targati Italia 1″ - è lunga quanto insolita. La prima apparizione si ha nel febbraio di quest’anno nella prima mattinata della rete giovane di Mediaset dove, insieme a Polpette e a Jekyll, componeva “il trittico della sperimentazione”. I tre programmi insieme ebbero vita breve, perché sia Polpette che Jekyll furono cancellati di lì a poco,  mentre Capogiro riuscì a sopravvivere alla “mattanza mattutina” con risultati d’ascolto soddisfacenti.

Un riscontro giudicato talmente positivo da valere al programma una sorta di spin off pomeridiano per i più piccoli: Capogiro Junior in onda tutti i giorni, puntale alle 17.30 per un’ora. Cosa è cambiato dalla versione del mattino a quella del pomeriggio? Praticamente nulla, parliamo ugualmente di documentari triti e ritriti. Per capirlo non ci vuole un QI al di fuori della media, ma aver visto una qualsiasi puntata.

Prendiamo, a titolo d’esempio, quanto trasmesso ieri. La puntata ha inizio con un documentario intitolato “L’uomo con le ali“: dove uno stuntman, non si sa per quale motivo, si è svegliato con la voglia di lanciarsi con dei propulsori ai piedi giù da un elicottero. Il tutto sembra avere l’effetto di un Real Tv, ma senza le tette e il lesbo chic della Toniolo e della Fico. Si prosegue, poi, con un documentario sugli elefanti. “Stanno sempre insieme formando una banda invincibile” annuncia una voce femminile enfatica come quella di una Dj. Nulla di nuovo si apprende da questo filmato: ci viene detto che la loro gestazione dura 2 anni, che hanno un’ottima memoria, che hanno due zanne, due orecchie e, udite udite, una proboscide.

Il terzo documentario intitolato  “I maestri del trasformismo” che a giudicare dalla qualità delle immagini ad occhio e croce avrà 50 anni, parla di bruchi che diventano farfalle, girini che diventano rane, ninfe delle libellule che si trasformano in libellule. Ai trasformisti segue “Knut, cucciolo senza famiglia“. Sì, lui, Knut l’orso che per quasi due anni ha avuto almeno due servizi al giorno su Studio Aperto. Nessuna novità rispetto a quello che era stato già riferito dal Tg di Italia 1: “il cibo di Knut è costituito da carne di tacchino, latte e olio di pesce” e attenzione che questa ricetta non possa esser proposta da Anna Moroni durante la prossima edizione della Prova del Cuoco. Per finire filmati su cani poliziotti (con tanto di ricostruzione stile Italia sul 2), rondoni e pipistrelli; cambiano i protagonisti ma la sensazione di già visto o di risaputo non ti abbandona.

Come si dice, però, c’è sempre di peggio e basta cambiare canale per capire che in fondo in fondo è sempre meglio un programma di divulgazione scientifica fritto e rifritto come Capogiro Junior, piuttosto che guardare Emanuele Filiberto di Savoia che cerca di sforzarsi a tutti i costi di fare il conduttore nel pomeriggio di Rai 2.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Luca Tiraboschi, nuovo palinsesto Italia1
ADDIO ANIME DI ITALIA 1. DA FEBBRAIO CANCELLATE TUTTE LE SERIE DELLE 13.40. E PARTE UN NUOVO DAY TIME…


Lincoln Rhime
Palinsesti Italia 1, autunno 2020: arrivano Roberto Giacobbo e la serie tv tratta da «Il Collezionista di Ossa»


Brooklyn Nine Nine
Brooklyn Nine-Nine: su Italia1 la sitcom su un distretto di polizia americano


Chicago Fire
Italia 1: le tre serie NBC ambientate a Chicago ripartono da un crossover

5 Commenti dei lettori »

1. forcia ha scritto:

30 luglio 2010 alle 17:09

bisogna dire però che ieri ha fatto l’8% trainando anche studioaperto che subito dopo ha fatto il 14%! numeri che in quella fascia italia1 non fa da tempo visto il crollo degli ascolti dei cartoni degli ultimi anni.



2. Elena ha scritto:

30 luglio 2010 alle 19:18

E’ vero di mattina avevano tolto Polpette e Capogiro non erano male, di mattina ci stavano bene. Ma Jakill era veramente improponibile.



3. Edmeo ha scritto:

30 luglio 2010 alle 21:28

Polpette era bellissimo….si vedevano alcuni schetc di vecchi programmi come Buona Domenica etc….veramente bello…peccato…



4. Marziano Torresi ha scritto:

31 luglio 2010 alle 11:45

Jekill: una delle trasmissioni più snob che io abbia mai visto.



5. Maristella D'Addario ha scritto:

16 agosto 2010 alle 18:32

Capogiro Junior è una trasmissione vergognosa! Sono una biologa e non è ammissibile sentir definire “macchine per uccidere” normali predatori all’apice della catena alimentare, in particolare in un programma rivolto ai ragazzi, che dovrebbe essere educativo!!!
Ero già interdetta dopo aver visto Wild, sempre su Italia1, ma questo è veramente troppo. In Italia c’è già poca educazione ambientale e poco rispetto per la Natura e questo tipo di informazione non aiuta affatto.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.