27
giugno

INTERVISTA A CARLA GIOMMI, EX COMPAGNA DI GEORGE LEONARD: PENSO DI ESSERE UN’ICONA PER LE DONNE. LA PROPOSTA DI MATRIMONIO A CARMELA? SECONDO ME C’ERA QUALCOSA DIETRO…

Catapultata all’attenzione dei media per le infedeltà del suo compagno, George Leonard, davanti alle telecamere del Grande Fratello, Carla Giommi ha deciso di uscire allo scoperto e raccontare la “sua” verità. Lo fa nell’intervista che ci ha rilasciato, e più approfonditamente in un libro dal titolo “Carla Giommi si racconta – La mia vita senza George Leonard”, scritto in collaborazione con Donatella Aragozzini, giornalista del quotidiano Libero. In un mondo in cui tutti aspirano ad esserci sempre e comunque, DM ha deciso di incontrare una donna che della notorietà avrebbe fatto volentieri a meno, a differenza del suo ex compagno, “punito” con tre TeleRatti proprio per l’eccessivo protagonismo. Una valanga di premi sottolineata anche nella prefazione del libro. Carla ha così pensato di raccontarci i perchè del suo libro, il suo attuale rapporto con il padre di suo figlio e non ha mancato di precisare alcune cose dette sul suo conto. Come quando Barbara D’Urso la voleva in trasmissione…

Carla perché un libro?

L’idea di un libro nasce dalla mia personalità. Il fatto di dover andare in televisione mi ha creato imbarazzo, è una situazione che non sono ancora abituata ad affrontare, mentre l’idea del libro è stata positiva. Ho potuto dire tante cose, rispondere anche a delle domande senza interloquire con nessuno e senza imbarazzo.

Qual è la cosa che più ti stava a cuore ribadire?

Sono state dette tante cose, senza che io potessi rispondere. E’ stato detto che volessi apparire, che chiedessi chissà quanti soldi per andare nelle varie trasmissioni, quando in realtà non ho mai preso un centesimo. Sono andata per dire la mia, sono stata tanto senza parlare e sul mio conto si è detto di tutto e io non ho voluto o potuto intervenire. Le volte, invece, che sono intervenuta in tv è stato solo per difendere la mia persona.

Riguardo, invece, all’Associazione che vorresti fondare  in favore delle vittime mediatiche, cosa ci puoi dire?

Io mi sono trovata catapultata in un sistema del quale non avrei nemmeno voluto far parte: l’idea di un’associazione è per difendere chi, come me, ha sempre fatto una vita abbastanza tranquilla e alla fine si è trovata in tv a sentir parlare di sè senza che le interessasse.

Ti è andata male ma l’esperienza sotto i riflettori poteva riservarti ben altro. Immagina che George non ti avesse tradito e che avesse vinto il Grande Fratello. In questo caso come la mettiamo?

Questo è tutto un può darsi ma io sinceramente non ero affatto d’accordo che lui andasse a fare questo tipo di trasmissione. Grazie alla sua partecipazione al GF, però, ho potuto aprire gli occhi sulla persona che avevo accanto.

Ma perchè nel momento in cui George è entrato nella casa non avete svelato voi stessi gli scheletri nell’armadio della vostra storia o comunque non avete pensato ad una strategia comune allo scopo proprio di evitare clamori mediatici?

Può succedere in tante coppie che uno dei due entri in crisi e abbia una storia extraconiugale. Poi, io sapevo di una, non di tante altre. Allo stesso tempo può succedere che si perdona: io non ero inizialmente intenzionata a perdonare, poi, avendo una famiglia e un figlio, ho provato a farlo ma dentro di me non l’avevo perdonato. Inoltre, io non è che non ero d’accordo che queste cose uscissero fuori ma è stata la sua coscienza a non farle uscire fuori per poi raccontare tutto quando le carte si erano scoperte.

Nel libro si parla anche dei TeleRatti conquistati da George. Tra tutti spicca quello ricevuto per la proposta di matrimonio in diretta, fatta a Carmela, sulla cui veridicità in molti hanno speculato.

I TeleRatti che ha vinto ha fatto proprio di tutto per vincerli. Il fatto che ci possa essere qualcosa dietro è una mia convinzione (e non solo la mia); magari un giorno la verità uscirà fuori ma a questo punto non mi interessa neanche. Staremo a vedere e giudicherete voi se quello che io ho sempre affermato sarà o no la realtà.

Anche perchè nei primi mesi la proposta di matrimonio era stata rivolta a te…

Sì, l’aveva detto a delle persone, a Tullio se non erro. Non lo guardavo tutto il giorno, a volte per niente, ma me l’hanno raccontato.

All’inizio del Grande Fratello eri innamorata e non lo guardavi?

Io lavoro dieci ore al giorno e  non potevo guardarlo; lo facevo la sera, anche per nostro figlio. Qualche volta l’ho guardato e molto mi hanno riferito. Della proposta l’avevo saputo, mi hanno telefonato gli autori stessi dicendomi ”allora che pensi?”. La mia risposta fu”magari!”. Non ci credevo, mi sembrava un po’ troppo plateale la cosa, non l’aveva neanche mai detta a me, figuriamoci se io potevo venirlo a sapere tramite altre persone, non ci ho proprio creduto.

Da qui le proposte degli autori di andare in trasmissione, suppongo.

Un sacco di volte mi hanno chiesto di andare. All’inizio non mi hanno mai chiamato, poi hanno a cominciato a farlo quando Mara è stata nel suo letto. Presumo perchè abbiano pensato che si potesse mettere in piedi una discussione con annesso litigio, che è ciò che è sempre piaciuto in certe trasmissioni. Chiaramente hanno continuato sempre di più ad invitarmi man mano che la cosa andava aggravandosi.

Oltre a George, protagonista dell’edizione 2010 dei TeleRatti è stata Barbara D’Urso, tra di voi c’era stata una polemica. Si era detto che tu pretendessi molti soldi per partecipare ai suoi programmi.

E’ successo che una volta, parlando con un ragazzo che conoscevo e che fa l’agente, dissi che non sarei mai andata in quella trasmissione, neanche per chissà quanti soldi. Gli dissi che avrebbero dovuto dare una cifra, ora non ricordo se quaranta o cinquanta mila euro, ma  era uno scherzo e magari non ci sarei andata comunque. Poi, non so io a chi lui l’abbia riportata ma sta di fatto che la cosa è arrivata alla D’Urso ed è andata avanti per tantissimo tempo.

Perché non saresti mai andata da Barbara D’Urso?

Per lo stesso motivo per cui non sono andata al Grande Fratello. Perché non mi interessano, non mi piacciono  queste trasmissioni. Ho una considerazione negativa di questo tipo trasmissioni per cui non ho interesse a metterci la mia immagine.

A Verissimo, però, sei andata.

Verissimo è diverso. Sapevo di andare a parlare direttamente con lei senza nessuno che intervenisse, senza stupidaggini varie, senza litigi. Comunque solo dopo che ci sono stati degli accordi ben precisi con la Toffanin ho deciso di andare, però mi sono informata, mi sono tutelata.

E dici che dalla D’Urso questo non sarebbe stato possibile?

Sicuramente no, non sarebbe stato possibile, sarebbe stato molto diverso. Non mi interessava quel tipo di trasmissione  né quel che sicuramente mi avrebbero portato a fare.

 Perché le persone dovrebbero acquistare il tuo libro?

Chi ha seguito il Grande Fratello ha sentito parlare di me, ha visto tante cose sul mio conto, tante bugie per cui comprando il mio libro scopriranno le verità che non sono state dette. Inoltre ci sono anche delle parti che riguardano la mia vita, alcune molto simpatiche. Penso di poter essere un esempio, un’icona per tante donne che hanno subìto una sventura come la mia. Ti assicuro che su facebook sono arrivati tanti di messaggi di comprensione e incoraggiamento. Io spero che non succeda più, che gli uomini maturino e non si approfittino di noi donne che siamo fondamentalmente molto sensibili, che oltre a seguire la casa, la famiglia, i figli dobbiamo subire anche i tradimenti. Purtroppo è all’ordine del giorno, e non sono né la prima né l’ultima.

Nel tuo caso non c’era solo un uomo “cattivo” ma anche una donna consapevole della tua sofferenza.

Sì, ma comunque il problema è lui. Se non era lei era qualcun’altra, è suo l’atteggiamento immorale di una persona, di un padre, e di un compagno che ha fatto quello che ha fatto, davanti alle telecamere e senza nessuno scrupolo. Certo, anche lei avrà le sue colpe e le sue motivazioni ma io non la conosco e non mi interessa parlarne.

Come sono i rapporti tra te e George?

Direi pessimi. Ci dobbiamo sentire per forza per via del figlio, a livello legale non è stato stabilito nulla. Spesso ci sono discussioni, anche più pesanti di quelle avute in precedenza, perché chiaramente, in queste momento, mi sento una persona ferita e non ho più intenzione di portare rispetto al padre di mio figlio.

Hai detto che non conosci Carmela ma non ti sei posta il problema del tempo che lei passa con tuo figlio?

Sinceramente non me lo sono posto e non voglio pensarci, come mamma e persona possessiva nei confronti di mio figlio, preferisco evitare di farlo.



Articoli che potrebbero interessarti


Massimo Giletti VS Barbara D'Urso
MASSIMO GILETTI VS BARBARA D’URSO: “LO SCONTRO PAGA IN ASCOLTI, MA POI TI PORTI A CASA IL TELERATTO…”


George Leonard
GEORGE LEONARD: “IL TELERATTO CHE MI FA PIU’ PIACERE RICEVERE? LO SCOSTUMATO. SONO IL NUMERO 1″.


George Leonard Grande Fratello 10, intervista
GF10, IL PRINCIPE GEORGE LEONARD A DM: “E’ STATO TUTTO TALMENTE CONCORDATO CHE… NON HO UNA LIRA! HO CHIESTO 100 EURO IN PRESTITO AI REDATTORI DI ENDEMOL”.


Patrick Ray Pugliese Karaoke Super Show
PATRICK RAY PUGLIESE A DM: IL GF? FUNZIONA ANCORA E QUEST’ANNO NE HO CAMBIATO LE SORTI. POTREI ESSERNE L’AUTORE

12 Commenti dei lettori »

1. mats ha scritto:

27 giugno 2010 alle 13:42

Che gran furbona. Si è fatta più pubblicità questa donna che George e Carmela messi assieme…

Più leggo l’intervista più mi accorgo di quanto fossero ben assortiti lei e Leonard!



2. mauriskritch ha scritto:

27 giugno 2010 alle 15:27

scrive un libro e si rivolge proprio a quelle persone a cui piacciono tanto i programmi che lei ritiene spazzatura..
poverina



3. Angelo D'Adamo ha scritto:

27 giugno 2010 alle 15:58

e pizza che best seller! mi apposto proprio adesso alla feltrinelli con la tenda! XD



4. mcooo ha scritto:

27 giugno 2010 alle 17:33

Da quanto sto blog si e’ ridotto a pubblicizzare sta robaccia????



5. boop ha scritto:

27 giugno 2010 alle 17:56

mcco e da quando sei così sensibile alla robaccia? mi sembra che altrove sei il primo a sguazzarci o sbaglio? ti vedo sempre in prima fila…



6. mcooo ha scritto:

27 giugno 2010 alle 18:31

Scusa?



7. nadiap ha scritto:

27 giugno 2010 alle 19:21

“DM ha deciso di incontrare una donna che della notorietà avrebbe fatto volentieri a meno”…ne siamo proprio sicuri??
Poichè ho grande stima di Davide e della sua redazione mi limito a dire che non capisco il senso di un’intervista a questa donna in un blog serio ed autorevole come questo.



8. Beppo ha scritto:

27 giugno 2010 alle 19:44

Noto che i princìpi (e non i prìncipi, purtroppo) vanno a farsi friggere per parlare invece della pecunia, quindi proseguo sulla stessa linea.
Avrei un paio di domande… A quanto ammonta in media il “rimborso spese” per un’ospitata a Domenica 5 in qualità di “ex” del personaggio? La cifra è la stessa anche se si è ospitati più volte? Quanto si becca la giommi se il suo libro non vende mezza copia? Più o meno di quello che avrebbe potuto tirar su in una decina di ospitate?



9. lauretta ha scritto:

27 giugno 2010 alle 20:27

è una bella furbetta l’ex signora Leonard! Addirittura rilascia interviste solo senza contraddittorio…! Intante se lei ha un minimo di notorietà lo deve solo al suo ex e solo per questo meriterebbe un bel teleratto anche lei..! Mah, pensandoci bene non merita nemmeno quello….



10. SaraLurker ha scritto:

27 giugno 2010 alle 21:53

Un’Icona ed un Esempio?

Se queste sono le icone e gli esempi da seguire…..



11. Zoro! ha scritto:

28 giugno 2010 alle 11:50

lei aveva le sue ragioni, ma sicuramente ha sfruttato ampiamente questa storia!



12. Elena ha scritto:

28 giugno 2010 alle 20:12

Dopo Melissa P, Nicolas Vaporidis, Nina Moric, Corona ecc… ecco che arriva Carla (????), ex del principe cacca Leonard.
In Italia si pubblica di tutto, e quando dico di tutto, intendo prorpio di tutto… cani, gatti, porci, tutto.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.