30
maggio

LUNGA VITA A UOMINI E DONNE

uomini_e_donne_scelta_ramona

Gioie e dolori, entusiasmo e delusione. C’est la vie direbbe qualcuno; ”la vita”, purtroppo - chioserebbe qualcun’altro -passa anche da Uomini e Donne. Il programma, infatti, ha chiuso i battenti venerdì regalando ai suoi fan due scelte di opposto sapore. Da un lato Ramona Amodeo che, a dispetto delle previsioni della vigilia, si è beccata un bel SI dal suo corteggiatore eletto, Mario; dall’altro Samuele Nardi che si è visto infliggere un sonoro NO dalla pretendente napoletana Teresanna.

Al di là degli esiti alterni, le ultime puntate della stagione - grazie altresì ad ascolti ottimi anche se ben lontani dai record del passato quando le scelte sfondavano il muro del 30% e dei 4 milioni di spettatori - hanno messo in evidenza come la vecchia formula dei troni sia tutt’altro che stantìa. Una dimostrazione di forza da parte del “cuore cerca cuore” che sembra allontanare lo spettro di un’ipotetica rimozione della formula tradizionale, nella stagione futura, a favore della versione over; cosa peraltro che non ci saremmo mai augurati.

Perchè chiametelo pure trash, “pornografico” o buco nero della televisione, ma noi, che rifuggiamo le etichette pseudo intellettuali, non smetteremo mai di difendere Uomini e Donne e i meccanismi sociali che sottendono al successo del programma. E se poi gli ascolti di quest’anno sono calati (22.3% la media di quest’edizione, al 25 maggio, gasata dal 23.7% di media del trono over) i motivi sono congiunturali (poco felice scelta di alcuni tronisti) e strutturali (eccessivo utilizzo del format), ragioni per le quali l’innesto “old” è stato più che azzeccato.

Malgrado ciò la trasmissione  si è assicurata una media monstre complessiva sul target 15-54 anni: 34.94%. Tale dato è così suddiviso: 37.21% di share nella fascia 15-24 anni; 42.05% di share nella fascia 25-34 anni; 32.71% di share nella fascia 35-44 anni; 27.81% di share nella fascia 45-54 anni. Inoltre, il dating show ha registrato uno share medio del 26.5% sul pubblico attivo (15-64 anni) e risulta essere, confrontato con gli altri programmi del daytime (dalle 14.45 alle 16.15), il programma con la più alta percentuale (25%) di pubblico di fascia AA, ossia individui con alto tenore di vita ed alto livello di istruzione (22.65% di laureati sull’intera serie).

Pare proprio di capire, dunque, che con questi numeri, sentiremo parlare ancora per molto tempo del programma. Con buona pace dei detrattori.

“Uomini e Donne” è prodotto da Fascino P.g.t. per Mediaset. In redazione: Raffaella Mennoia, responsabile casting e coordinamento; Francesca Gioia e Vanessa Collini, capo redattori; Lucia Chiorrini, caporedattore della versione “Over”. La regia dei troni è di Laura Basile. La regia degli Over è di Paolo Carcano.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Samuele Nardi (Uomini e Donne)
UOMINI E DONNE, NUOVI TRONISTI: SAMUELE MECUCCI PRENDE IL POSTO DI MONICA. ACCANTO A LUI ANCHE UN OMONIMO, SAMUELE NARDI


Giulio e Giulia - Uomini e Donne
Uomini e Donne: Giulio Raselli ha scelto Giulia D’Urso


Giulio Raselli
Uomini e Donne: Giulio Raselli sceglierà in diretta lunedì 20 gennaio


Giulia Quattrociocche
Uomini e Donne: Giulia Quattrociocche ha scelto

8 Commenti dei lettori »

1. sirgeorgebest83 ha scritto:

30 maggio 2010 alle 13:28

il programma più idiota della tv……se tanti lo guardano significa che ci sono tanti idioti….per fortuna tanta gente guarda anche i programmi di minoli….e comunque ci sono ance sky e internet…..la speme ultima dea



2. mcooo ha scritto:

30 maggio 2010 alle 13:46

Bravo Mattia, bell’articolo…
per il primo commento non mi esprimo….



3. warrior ha scritto:

30 maggio 2010 alle 14:58

Una trasmissione che fa certi ascolti nel pubblico AA e nel pubblico dei laureati gli si può dire tutto ma non che venga guardato da idioti…



4. lukas88 ha scritto:

30 maggio 2010 alle 15:20

Il più idiota è chi giudica senza sapere le cose e chi generalizza…complimenti!



5. Mattia Buonocore ha scritto:

30 maggio 2010 alle 17:27

@sirgeorgebest83 chi non è idiota sa che si può imparare anche guardando gli idioti. Per capire il mondo bisogna scendere dalla torre d’avorio.

Penso possano interessare, ecco i dati di alcune scelte più significative o recenti:
a.m. 4.613.000 – 35.32% Scelta Giuseppe Lago (2005)
a.m. 4.311.000 – 36.19% Scelta Costantino (2004)
a.m. 3.756.000 – 35.46% Scelta Lucia (2003)
a.m. 3.776.000 – 29.96% Scelta Mastrostefano (2009)



6. warrior ha scritto:

30 maggio 2010 alle 18:29

Bisognerebbe avere un pò meno la puzza sotto il naso e capire che la tv è INTRATTENIMENTO…



7. sirgeorgebest83 ha scritto:

30 maggio 2010 alle 18:50

no, effettivamente non guardo uomini e donne, come non guardo quei programmi dove si da il diritto di parola a persone che non sanno cosa sia il congiuntivo. nonostante ciò devo dire vivo una vita ricca di soddisfazioni. non so se i laureati guardino uomini e donne, io stesso sono laureato, e lungi da me utilizzare il tasto numero 5 del telecomando durante il pomeriggio.



8. zia-assunta ha scritto:

31 maggio 2010 alle 11:22

c’è un errore nel titolo, Uomini e donne ha già vissuto abbastanza.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.