8
aprile

TUTTI PAZZI PER MAMMUCARI AL GRIDO DI “TEO LO FACCIO PER TE”

Immaginate un mondo in preda ad un virus letale, che intacchi il cervello e mangi la materia grigia, un batterio che si insinui tra le cellule e spinga a fare quella risata demente da orso Yoghi, che porti a fare cose che “I soliti idioti” sono matricole al confronto. Sembra accadere tutto ciò quando nell’aria si sente odore di Teo Mammucari pronto a tornare in tv con un programma cucitogli su misura.

Noi siamo in grado di anticiparvi, infatti,  che il conduttore più pestifero del tubo catodico, distruggitore di ego, capace di ridicolizzare in maniera tale che alla fine a ridere è anche il malcapitato ridicolizzandosi doppiamente, stia chiedendo, per il nuovo Teo Mammucari Show (titolo ancora provvisorio) “sacrifici umani” come successe in passato con Distraction. Vi ricordate le “cretinate” messe in atto dai fans sfegatati al grido di “Teo lo faccio per te”? Ecco, sembra che nel nuovo show i video più strambi ed esilaranti dei telespettatori avranno ancora un spazio dedicato. Ma non è tutto, sembra che gli autori dei video scelti riceveranno una somma di denaro che si aggira sui 1000 euro.

Così potrebbe capitare che vi fermi per strada un tizio chiedendovi di sputargli in faccia, ma non prima di aver gridato “Teo lo faccio per te” e che per questo momento di sfogo personale potreste ricevere una bella ricompensa in soldoni. Beh non preoccupatevi se dovesse accadere, è solo il virus di cui sopra, che cova mentre Teo si ostina a fare il conduttore convenzionale portando a casa dei flop come con Sarabanda, e che si libera nell’aria non appena il “Mammuccaro” è pronto a ripartire con ciò che meglio sa fare: il provocatore. Ciò nonostante se ad essere provocati fossero i vip, come si rumoreggia,  il risultato, forse, potrebbe essere meno divertente del solito, agli occhi di un pubblico che stanco di vedere personaggi famosi autoridicolizzarsi ormai in un pò in tutte le trasmissioni, preferisce immaginare sotto le torture in stile Teo, il vicino della porta accanto

Per vedere, dunque, quale sarà, questa volta, la dirompenza del virus innescato dall’ex iena, non resta che attendere qualche settimana quando Teo Mammucari farà il suo ritorno sugli schermi di Italia1.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


TUTTI PAZZI PER MAMMUCARI AL GRIDO DI "TEO LO FACCIO PER TE"
DM LIVE24: 5 FEBBRAIO 2010


cantante mascherato
Il Cantante Mascherato: vince il Coniglio. Era Teo Mammucari. Il Leone era Al Bano


Tú Sí Que Vales - Mara Venier
Tú sí que vales, Mara Venier litiga con Teo Mammucari e lascia lo studio: «Perché non vai a fare in cu*o?» – Video


Nicola-Savino
Le Iene tornano domenica 1° ottobre 2017. I conduttori

4 Commenti dei lettori »

1. elenoireurgot ha scritto:

8 aprile 2010 alle 16:24

ma chi condurrà velone??
a me piacerebbe michelle hunziker



2. lauretta ha scritto:

8 aprile 2010 alle 18:28

io non vedo l’ora di rivederlo in tv! Sto in crisi d’astinenza..! Ma libero proprio non lo vuole rifare??



3. lillo ha scritto:

8 aprile 2010 alle 18:33

SECONDO ME VELONE SARA’ CONDOTTO DA EZIO GREGGIO. MA MI PIACEREBBE VEDERE IVA ZANICCHI.



4. Pape Satan ha scritto:

9 aprile 2010 alle 11:40

Io adoro Mammucari

fa-bu-lo-so

(ovviamente non il Teo istituzionale, ma il
bastardo senza gloria dei primi tempi)

cinico
fantasioso
carnevalesco
spontaneo
cattivo

i suoi programmi li seguivo con gran gusto

poi s’è perso un po’

peccato

se dovesse tornare ai suoi livelli
sarebbe uno spettacolo

addendum
Libero purtroppo non si può più fare
perchè ormai penso lo sgamino tutti

ma rimpiango ancora le battute triple sense
a Riccardo Schicchi.

Mi date un’ottima notizia



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.