6
marzo

Rai chiude (di nuovo) le porte a Barbara D’Urso. Si riapriranno?

barbara d'urso domenica in

Barbara D'Urso

“Il progetto potrebbe essere più un desiderio che una concreta casella dei prossimi palinsesti”. Chiosavamo così svelandovi il clamoroso progetto per portare Barbara D’urso nel sabato sera di Rai1. Le ragioni per le quali il “Carramba dursiano” potrebbe essere più sogno che realtà sono state ben riassunte dal sempre attento Roberto D’Agostino sul suo Dagospia.

Non è un caso, infatti, che sia arrivata oggi una seconda smentita sul ritorno della D’urso in Rai da parte dell’AD dell’azienda. Smentita non necessaria che tradisce evidentemente preoccupazione per le conseguenze che un’operazione del genere potrebbe portare con sè. I palinsesti 2024/2025, d’altro canto, non sono ancora definiti e non dovrebbe potersi escludere nulla con certezza.

Le preoccupazioni che desterebbe una prima serata nelle mani di Carmelita sono molteplici: potrebbe significare andare allo scontro in un sol colpo con l’editore del principale competitor e con il volto più potente della TV italiana. Ma lo scontro potrebbe essere anche di natura politica (l’editore del principale competitor della Rai ha una rilevanza non trascurabile): agitare le acque in quella coalizione che lo ha nominato potrebbe minare degli equilibri già precari. E l’AD tale vorrebbe rimanere nonostante un annunciato scambio di poltrone con il direttore generale.

Dulcis in fundo, ci sono le valutazioni sulle  sulle passate gesta catodiche della conduttrice. Per questo motivo meglio gettare acqua sul fuoco prima che un incendio possa divampare. Il progetto, tuttavia, è lì, c’è già un gruppo di autori al lavoro e viene tenuto in caldo perchè ciò che oggi è una smentita, domani potrebbe non esserlo. La discriminante? Le prossime elezioni in programma. E, a cascata, la governance della tv pubblica.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


FN_Una favola di tavola_Francesca Caldarelli_image9 copia
Francesca Caldarelli debutta su Food Network con Una Favola di Tavola (ecco dove l’avete già vista)


Massimo Ceccherini - Da Noi... A Ruota Libera
Massimo Ceccherini ‘a ruota libera’ percula Matano e D’Urso e spiazza sugli Oscar: «Io capitano non vincerà perché vinceranno gli ebrei, quelli vincono sempre»


MARIA DE FILIPPI_
Pagelle TV della Settimana (26/02-3/03/2024). Ecco i promossi e i bocciati


Barbara D'Urso - Domenica In
Barbara D’Urso a Domenica In: «Non ho ancora elaborato il lutto. L’ho saputo in un giorno e nessuno mi ha spiegato perché. Forse avrei dovuto dire più ‘no’»

3 Commenti dei lettori »

1. Marco ha scritto:

6 marzo 2024 alle 22:14

Rai sbaglia. D’Urso è comunque una professionista con la P maiuscola. Esperienza ne ha da vendere.
Rai ne guadagnerebbe averla nel suo parterre. Certo non per una sorta di Carramba, ma per altri progetti potrebbe essere molto utile. Un esempio? Un rotocalco per il sabato e la domenica che possa sostituire ItaliaSì e A Ruota libera….solo per fare un esempio…



2. Massimo ha scritto:

7 marzo 2024 alle 05:36

Se far lavorare D’Urso dovesse avere come conseguenza che Forza Italia fa cadere il governo, sarebbe meglio lasciarla on panchina e dare il programma a Diaco o Insegno.
Bisogna prima avere l’assicurazione da parte di Forza Italia che non ci sarebbero conseguenze a livello politico.



3. Paolo Rambaldi ha scritto:

7 marzo 2024 alle 08:31

In pratica l’Italia è l’unica nazione della UE dove a giugno si vota per le elezioni europee per decidere chi deve condurre il programma del sabato sera su Rai1. Per il resto non cambia niente, a parte i palinsesti.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.