13
gennaio

La cucina italiana è la migliore al mondo, la Francia solo nona. Bruno Vespa: «I francesi si suicidano» – Video

Bruno Vespa - Porta a Porta

Bruno Vespa - Porta a Porta

Una classifica delle 50 migliori cucine al mondo, stilata nel 2022, proclama l’Italia al primo posto tra i paesi dove si mangia meglio e bene. A voler essere “spietati”, la soddisfazione è doppia poiché la Francia è soltanto nona. E Bruno Vespa, per citare un gergo calcistico, la tocca piano con i rivali transalpini:

“Noi siamo primi (…) I francesi si suicidano, noni!

afferma il conduttore a Porta a Porta, nella puntata di ieri dedicata in parte proprio alla cucina. Boccone amaro, tanto per restare in tema, per la Francia, ghiotto invece per la Grecia, a sorpresa risultata al secondo posto. Se Vespa se la ride sulla cucina francese lontana dal podio, non esita a stroncare quella greca:

“Mi lascia molto in sospetto il secondo posto della Grecia, onestamente. Noi adoriamo la Grecia, ma è uno dei posti dove si mangia peggio al mondo.

Severo, ma giusto! D’altronde, quando si parla di cucina, noi italiani possiamo anche permetterci di guardare tutti dall’alto al basso.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


bruno vespa
Bruno Vespa verso la striscia informativa post TG1


Amadeus
Amadeus bruciato da Vespa su Zelensky a Sanremo 2023: «Mi ha detto ‘te lo faccio sapere’ ma non mi ha detto ‘te lo faccio sapere a Domenica In’»


Bruno Vespa (Foto US Rai)
L’intervista di Bruno Vespa su Rai 1 al premier Giorgia Meloni slitta a domani


Classifica Jesc 2022
La Francia vince lo Junior Eurovision Song Contest 2022

1 Commento dei lettori »

1. aleimpe ha scritto:

13 gennaio 2023 alle 11:25

Fino a ora Bruno Vespa non ha parlato della morte di Benedetto XVI, forse per il dualismo con Tg1 o altro ?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.