6
settembre

Pechino Express 9 da questa sera su TV8: i 10 momenti cult

Costantino Della Gherardesca e Enzo Miccio

Costantino Della Gherardesca e Enzo Miccio

Il pubblico pagante di Sky ha già visto la nona edizione di Pechino Express qualche mese fa, ma è probabile che questa sera, facendo zapping, si fermerà su TV8 per rivederne qualche spezzone insieme a chi la gusterà per la prima volta. Il viaggio sulla Rotta dei Sultani, che parte in chiaro alle 21.30, è stato infatti ricco di avvenimenti e ben riuscito, con un cast forte e alcuni momenti ed elementi da incorniciare. Ne abbiamo selezionati per voi dieci e ve li andiamo a segnalare, insieme ad un riepilogo delle eliminazioni puntata per puntata.

Pechino Express 9: le dieci cose da non perdere

- La Caduta di Costantino. Non sarà stata come quella di Costantinopoli, ma ha avuto un grande impatto sul programma: nella terza puntata il conduttore, trasformatosi in viaggiatore insieme all’inizialmente ospite Enzo Miccio, si è fatto male e nella quinta è stato costretto a farsi da parte, cosa che ha portato lo stesso Miccio a sostituirlo fino all’ottava puntata. Le altre due le hanno condotte insieme, con un’armonia inattesa che ha saputo movimentare la solita liturgia del programma.

- Le lacrime delle Tiktoker. Anna Ciati e Giulia Paglianiti si sono letteralmente disperate dopo l’eliminazione, avvenuta già al termine della prima puntata, sconvolgendo Fru, che ha pianto insieme a loro sentendosi in colpa per averle “abbandonate in autostrada” durante il gioco.

- La doccia hot nell’Hammam. Momento “soft porno” nella quarta puntata quando Helena Prestes e Nikita Pelizon, in coppia come Italia-Brasile, si sono insaponate reciprocamente, con tanto di pacca sul sedere, lasciando basiti i compagni di viaggio. Che, nel compiere le loro stesse identiche mosse, hanno prodotto un risultato decisamente meno accattivante.

- I capelli perfetti di Madre e Figlia. Natasha Stefanenko e Sasha Sabbioni si sono imposte per la forza, l’ambizione, l’energia e la tenacia, sembrando a tratti quasi dei robot, ma hanno colpito anche per la nota “barbie parrucchiera”: dal momento che non si sono mai risparmiate nella gara, vincendo moltissime prove, come hanno fatto a non avere mai i capelli sporchi, sudati, legati come tutte le altre concorrenti della storia del programma, modelle incluse?

- Gli orecchini di oro e diamanti di Rita Rusic. La donna li ha offerti ad un tassista per ottenere l’agognato passaggio nella sesta tappa, mentre viaggiava momentaneamente con Aurora Leone, ma i preziosi non hanno portato i risultati sperati: il tassista non ha infatti creduto che fossero autentici e, nel tentativo di farli valutare da un amico, ha fatto perdere alle due più tempo del dovuto, costringendole a riprenderli, scendere dal veicolo e mandarlo a quel paese.

- Il conflitto tra Madre e Figlia e Italia-Brasile. E’ stato il leitmotiv di questa nona edizione ed è culminato nella sesta puntata tra spintoni e accuse varie. Nel dettaglio, Helena Prestes ha spintonato Sasha Sabbioni, rea di aver accusato lei e la compagna Nikita Pelizon di aver barato. A scatenare l’ira funesta della Prestes anche il fatto che Madre e Figlia avessero assegnato loro un malus nonostante lei stesse gareggiando con un ginocchio lussato.

- La bocca buona di Bugo. Immancabili ed imperdibili in ogni edizione di Pechino Express, i 7 Mostri sono stati offerti in pasto ai viaggiatori nella sesta puntata ed hanno avuto come piatto forte testicoli e pene di montone. Mentre gran parte dei viaggiatori vomitava tali prelibatezze, Bugo se n’è servito con estrema tranquillità dicendo: “Datemi palle, cervello, cog*lioni, peni, peli, io mangio tutto senza problemi!“. E così ha fatto.

- Il Viperetta. Massimo Ferrero è stato la zavorra della nona puntata e il suo passaggio si è fatto notare. Sorprendentemente, però, più che un fardello, si è rivelato molto utile per i concorrenti, in particolare per Mamma e Figlia, che grazie a lui sono riuscite a trovare una mappa nella sabbia con grande velocità.

- La Strada Sbagliata. Benchè a perdersi nel corso di quest’edizione siano stati una volta anche gli Sciacalli Aurora Leone e Fru, la palma d’oro va agli indipendenti Bugo e Cristian Dondi, che in più di un’occasione si sono ritrovati incredibilmente a viaggiare contromano rispetto alla propria rotta.

- La Vittoria di Victoria. La Cabello e Paride Vitale, Pazzeschi di nome e di fatto, erano già a prescindere i vincitori morali dell’edizione per la leggerezza, l’allegria e l’amicizia mostrata durante tutto il viaggio. Il loro trionfo a sorpresa ha commosso Costantino, che ha abbracciato l’amica con grande affetto.

Pechino Express 9: tutte le eliminazioni puntata per puntata

Prima puntata: Le Tiktoker
Seconda puntata: Gli Atletici
Terza puntata: Nessun eliminato
Quarta puntata: Padre e Figlio
Quinta puntata: Gli Scienziati
Sesta puntata: I Fidanzatini
Settima puntata: Nessun Eliminato
Ottava puntata: Gli indipendenti
Nona puntata: Italia-Brasile
Decima puntata: Gli Sciacalli
Seconde classificate: Mamma e Figlia
Vincitori: I Pazzeschi

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


100% Italia
100% già visto


100 percento italia
100% Italia: come funziona il nuovo programma di Nicola Savino su Tv8


Pechino-Express-9-Costantino-Della-Gherardesca
Pechino Express da martedì 6 settembre su Tv8


Chi vuole Sposare mia Mamma? - Maria Corso, la figlia Carlotta e Caterina Balivo
Chi Vuole Sposare mia Mamma, un rovescio generazionale che tende al ridicolo

2 Commenti dei lettori »

1. anna ha scritto:

6 settembre 2022 alle 17:33

non vedo l’ora di rivederlo



2. Sergio ha scritto:

6 settembre 2022 alle 18:33

Ma quest’anno TV8 non manda in onda la free di Masterchef? O la manderà in onda più avanti… Chissà!
Solitamente già a fine agosto partivano



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.