21
giugno

Rai 2 taglia l’oro di Benedetta Pilato ai Mondiali di nuoto per dare la linea all’Almanacco di Drusilla. Ma perché?! – Video

Benedetta Pilato medaglia d'oro - Mondiali di Nuoto 2022 (foto Twitter @Coninews)

Benedetta Pilato medaglia d'oro - Mondiali di Nuoto 2022 (foto Twitter @Coninews)

L’Almanacco del Giorno Dopo, ma anche la figuraccia del giorno prima. Nella giornata di ieri – lunedì 20 giugno 2022 – Rai 2 ha pensato bene (“bene” si fa per dire) di interrompere bruscamente la messa in onda dei Mondiali di nuoto in corso a Budapest proprio durante la conquista della medaglia d’oro da parte di un’italiana per dare la linea al programma di Drusilla Foer.

Nella “scorpacciata” di medaglie di cui sta facendo incetta la spedizione Azzurra, ieri si è aggiunto il metallo più prezioso di Benedetta Pilato, oro nei 100 metri rana femminili. Rai 2 – che ricordiamo trasmette tutti i giorni i Mondiali di nuoto – ha seguito in diretta l’impresa dell’italiana, ma neanche il tempo di vederla primeggiare sulle avversarie e chiudere al primo posto la gara che le immagini da Budapest vengono frettolosamente archiviate per consentire la regolare messa in onda di Drusilla e l’Almanacco del Giorno Dopo.

Delusione da parte dei telespettatori, che avrebbero voluto seguire la gioia della Pilato, i festeggiamenti e la premiazione, ma soprattutto del telecronista Tommaso Mecarozzi, che ha giusto il tempo di esultare e salutare velocemente il pubblico di Rai 2. L’amarezza per quanto accaduto, però, non la nasconde:

“Lo scrivo urbi et orbi una volta per tutte! Non è stata una mia decisione chiudere dopo il tocco di Benedetta Pilato! Ho eseguito disposizioni superiori. Capisco l’amarezza, è anche la mia, ma non è con me che vi dovete lamentare

ha scritto su Twitter subito dopo la gara per “giustificare” quanto accaduto. Il tweet viene poi rimosso dal diretto interessato, ma a chi gli chiede contro chi rivolgere il sacrosanto disappunto, risponde: Alla rete che ci ospita.

E in effetti quella di Rai 2 è stata una decisione senza alcun senso. Perché privare il pubblico di un momento così importante dei Mondiali per trasmettere il programma della Foer? Per ovvie ragioni, la puntata di Drusilla e l’Almanacco del Giorno Dopo doveva comunque andare in onda ieri ed era l’occasione per testare il programma in un’altra fascia oraria, magari in access al posto di Tg2 Post o più semplicemente in seconda serata. Oppure si poteva tagliare qualche sketch al programma e mandarlo in onda in forma ridotta. Una medaglia d’oro di un atleta azzurro che rappresenta la Nazione deve sempre avere la precedenza, a maggior ragione sulla tv di Stato.

Drusilla e l'Almanacco del Giorno Dopo

Drusilla e l'Almanacco del Giorno Dopo



Articoli che potrebbero interessarti


Topo Gigio
Topo Gigio nel cast di ‘Drusilla e l’Almanacco del Giorno Dopo’


Drusilla Foer
L’Almanacco del Giorno Dopo arriva su Rai 2 «con qualche ‘drusillata’» – Promo


Presentazione Palinsesti Rai
Alessia Marcuzzi: «Coletta ha detto che sono la più energetica, quindi mi tocca fare boom»


Alessia Marcuzzi
Alessia Marcuzzi in Rai con un contratto a progetto. Sarà ‘Boomerissima e politicamente scorretta’

11 Commenti dei lettori »

1. Alberto&laura ha scritto:

21 giugno 2022 alle 14:50

Ottusità burocratica di palinsesti rigidi. Essere un po’ elastici no? D’estate non c’è quasi nulla, per una volta che c’è qualcosa di bello e appassionante ci viene subito tolta.



2. Marco3.0 ha scritto:

21 giugno 2022 alle 15:44

Mi cito da solo, con qualche aggiunta:
NON ESISTE che nel momento in cui c’è la cerimonia di due premiazioni importanti da Record nel nuoto mondiale, DUE ORI Italiani, NON UNO, rai2 chiuda il collegamento per dare la linea a cosa? A Drusilla????? Drusilla che sta facendo meno ascolti delle repliche di NCIS?
RaiSport era impegnato con la pallanuoto, bisognava switchare subito su raiplay per non perdersele: è chiaro ai dirigenti rai che la gente che accede a raiplay è una piccola minoranza rispetto al pubblico generalista? Che non tutti hanno una smart tv? O una qualsiasi device efficiente per seguire lo sport on line? Pare di no.
Ma non è la prima volta che succede con i mondiali, europei e pure Olimpiadi per quello che riguarda il Nuoto: mi ricordo che tolsero il collegamento dalle gare di nuoto da Tokio, in corso alle cinque di mattina causa fuso orario per dare la linea a cosa? Alle millesime repliche di PILOTI! Accadde uguale con le Olimpiadi di Rio, e su RaiSport andavano partite di calcio di 40 anni fa non altre competizioni olimpioniche! E anche quella volta Mecarozzi, si lamentò via social. Erano le 5 del mattino e io e altri pochi parlavamo direttamente con lui su twitter.
Succede regolarmente con il Nuoto lo interrompono per dare la linea a cose evitabili o inutili o rimandabili.
Di sport ce n’è con il lanternino sui canali rai, intendo SPORT non CALCIO che manderebbero anche al posto della Messa se giocassero di domenica mattina. E quando ci sono eventi biennali come questi li trattano come programmi di serie B che possono essere interrotti da un programma a c.zz.o qualsasi.
Successo mai che interrompano una partita di calcio se sfora o va ai rigori? O tolgano la linea finita una partita quando assegnano la Coppa di turno al vincitore?? NO.



3. Linda ha scritto:

22 giugno 2022 alle 10:29

Era solo una gara femminile…se non c’è di mezzo gossip, marito/fidanzato/compagno famoso o finte notizie sensazionalistiche non sono in grado di rendere merito ad un’atleta come la Pilato ,che tra l’altro ha riacceso una sopita passione per il nuoto nella sua Taranto su cui bisognerebbe invece accendere i riflettori , che da anni regala titoli e record al nuoto italiano.



4. Marco3.0 ha scritto:

22 giugno 2022 alle 15:09

Linda, no, non era solo la Pilato ad essere stata tagliata finita la gara, ma anche Ceccon, tutti e due dovevano essere premiati con l’oro e sono stati tagliati.
Io adoro Taranto per molte cose ma tutti questi titoli e record del nuoto tarantino da anni non me li ricordo affatto.



5. Linda ha scritto:

22 giugno 2022 alle 17:43

Infatti non parlavo di competizioni o trofei, ma la riqualificazione di impianti sportivi e un riavvicinamento ad uno sport bello come il nuoto in una città come Taranto. L’importanza del condividere questo tipo di eventi e prendere come esempio personalità come Benedetta Pilato porta tante cose buone in territori di cui spesso ci si dimentica.



6. Linda ha scritto:

22 giugno 2022 alle 18:28

I titoli e premi sono riferiti alla Pilato non a Taranto.



7. Marco3.0 ha scritto:

22 giugno 2022 alle 20:15

Linda, non era chiaro, perchè sembrava riferito al nuoto tarantino, non alla Pilato scritto così dopo la virgola, parlavi di anni che poi sono solo pochi anni.
Cmq la Pilato si allenava a Lecce e poi dal 2019 a Roma, non a Taranto.
Taranto è un città che in compenso è molto ricca di cultura musicale poco conosciuta.



8. Maria Cristina Giongo ha scritto:

23 giugno 2022 alle 16:24

Marco3.0 ottimo commento! Sono d’accordo con te!!! I dirigenti Rai stanno perdendo la testa; forse dovrebbero andare un po’ in vacanza e lasciare spazio agli interessi dei telespettatori. Che non sempre sono concentrati su Drusilla e company ( per quanto possa essere simpatica a molti, antipatica a tanti).



9. Marco3.0 ha scritto:

23 giugno 2022 alle 16:43

Ciao Maria Cristina! ❤️
Bacettini, ci manchi sul blog!



10. Maria Cristina Giongo ha scritto:

23 giugno 2022 alle 19:05

Caro Marco, Marco3.0, non è una scusa, ma per tanti motivi non riesco più a scrivere, soprattutto per mancanza di tempo. Un abbraccio



11. Marco3.0 ha scritto:

24 giugno 2022 alle 13:20

Si, lo so bene Maria Cristina, ma mi piace dirti che ci manchi sul blog anche in pubblico. Un abbraccio.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.